HOME

/

DIRITTO

/

PRIVACY 2022

/

REGOLAMENTO PRIVACY 2018: MANCA IL DECRETO DI COORDINAMENTO CON NORME IN VIGORE

1 minuto, Redazione , 08/05/2018

Regolamento Privacy 2018: manca il decreto di coordinamento con norme in vigore

Il nuovo regolamento privacy diventerà attuativo il 25 maggio 2018. Non ancora approvato definitivamente il decreto di coordinamento con il Codice privacy in vigore

Diventerà applicativo il 25 maggio 2018 il nuovo codice europeo per la privacy, il GDPR: Regolamento Europeo per il trattamento dei dati personali, ed entro il 21 maggio deve essere approvato in via definitiva il decreto legislativo di coordinamento con la normativa privacy in vigore. Tale decreto è stato approvato in prima lettura il 21 marzo 2018 dal Consiglio dei Ministri e da allora ha subito modifiche e ritocchi, tra cui il parziale ripristino delle sanzioni penali, che nel testo approvato non erano presenti. Infatti il forte inasprimento delle sanzioni amministrative contenute nel testo europeo, approvato il 24 maggio 2016 e attuativo dal 25 maggio 2018, avevano eliminato le sanzioni penali.

Il testo definitivo del decreto legislativo, deve essere approvato entro il 21 maggio da Palazzo Chigi e dai seguenti 5 ministeri:

  • Ministero dell'Economia e delle finanze
  • Ministero dello Sviluppo Economico
  • Ministero della Pubblica Amministrazione
  • Ministero della Giustizia
  • Ministero degli Affari Esteri.

Tuttavia, come chiarito dallo stesso Garante per la Privacy non è possibile procedere a proroghe in quanto non sono tecnicamente in potere delle singole Autorithy della riservatezza, perciò il 25 maggio il nuovo regolamento entrerà in vigore portandosi con se tutte le criticità del mancato coordinamento. 

Si ricorda, che il maggior cambiamento contenuto nel GDPR riguarda l’accountability, o “responsabilizzazione” di titolari e responsabili cioè “l’adozione di comportamenti attivi che dimostrino la concreta adozione di misure finalizzate alla corretta applicazione del regolamento privacy”. Si tratta di una grande novità per la protezione dei dati in quanto viene affidato ai titolari il compito di decidere autonomamente le modalità, le garanzie e i limiti del trattamento dei dati personali – nel rispetto delle disposizioni normative e alla luce di alcuni criteri specifici indicati nel regolamento. Tutti i titolari e i responsabili di trattamento, devono tenere un registro delle operazioni di trattamento tranne gli organismi con meno di 250 dipendenti che non effettuano trattamenti a rischio. Anche la designazione di un “responsabile della protezione dati” (RPD, ovvero DPO se si utilizza l’acronimo inglese: Data Protection Officer) riflette l’approccio responsabilizzante che è proprio del regolamento essendo finalizzata a facilitare l’attuazione del regolamento da parte del titolare/responsabile.

Tag: PRIVACY 2022 PRIVACY 2022

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

PRIVACY 2022 · 27/06/2022 Trattamento dati nell'utilizzo del servizio di Google Analytics

I rischi in capo ai Titolari del trattamento dei dati personali collegati all’utilizzo del servizio di Google Analytics

Trattamento dati nell'utilizzo del servizio di Google Analytics

I rischi in capo ai Titolari del trattamento dei dati personali collegati all’utilizzo del servizio di Google Analytics

Cybersicurezza: le raccomandazioni dell'ANC sui prodotti legati alla Russia

Agenzia Nazionale Cybersicurezza: le raccomandazione della Circolare 4336/2021 sui prodotti legati al territorio russo

Come bloccare le chiamate indesiderate: in arrivo il nuovo Registro delle opposizioni

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il nuovo Dpr sul nuovo Registro pubblico delle opposizioni: dal 31 luglio sarà possibile opporsi al telemarketing selvaggio anche da cellulare

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.