TFR 2 modulo

Rassegna stampa Pubblicato il 24/04/2018

Destinazione TFR: nuovo modulo di scelta in G.U.

Il modulo TFR 2 per la scelta della destinazione del TFR dei lavoratori è stato aggiornato . Il decreto con le modifiche in vigore dal 20.4.2018

È stato pubblicato sulla G.U. n. 91 del 19 aprile 2018 il decreto del Ministero del lavoro 22 marzo 2018, che ha individuato le modifiche da apportare al Modulo Tfr 2, concernente la scelta per la destinazione del Tfr da parte dei lavoratori assunti dopo il 31 dicembre 2006, allegato al D.M. 30 gennaio 2007, a seguito dell’innovazione normativa introdotta dall’articolo 8, comma 2, D.Lgs. 252/2005. Il decreto riporta in allegato il modello aggiornato.

Le modifiche prevedono in particolare  che :

  • il primo punto  elenco  e' sostituito con la formulazione seguente: «che il proprio  trattamento  di fine rapporto non  venga  destinato  ad  una  forma  pensionistica
  • complementare  e  continui  dunque  ad  essere  regolato  secondo  le previsioni dell'art. 2120 del codice civile; (1)»; 
  • il  secondo punto elenco e' sostituito con  la  seguente  formulazione:  «che  il  proprio trattamento di fine rapporto venga conferito integralmente  o nella seguente misura in  conformita'  alle  previsioni  delle  fonti  istitutive: ... %,  a  decorrere  dalla  data  della  presente,  alla  seguente          forma          pensionistica          complementare  .................................  alla  quale  il  sottoscritto   ha  aderito in data ..../..../....., fermo restando che la quota  residua  di TFR continuera' ad essere regolata secondo le previsioni dell'art.  2120 del codice civile.(2). Allega copia del modulo di adesione».

Resta sempre aggiornato con  l'abbonamento alla CIRCOLARE SETTIMANALE DEL LAVORO con BANCA DATI documentale di normativa , prassi, giurisprudenza e  contrattualistica del lavoro. Vedi qui gli indici delle ultime uscite !

 

Fonte: Gazzetta Ufficiale





Commenti

Buongiorno, ho il TFR in busta paga tutti i mesi Qu.I.R. Vorrei sapere a giugno 2018 cosa devo fare per continuare ad averlo in busta paga. Si rinnova automaticamente o devo presentare una nuova richiesta?

Commento di Clara (14:16 del 24/04/2018)

Gentile Clara la disciplina del TFR in busta paga è stata introdotta in forma sperimentale dalla legge di stabilità 2015 fino al 30 giugno 2018 e ad oggi non è stata rinnovata o prorogata . Vista l'assenza di Governo è altamente probabile che a luglio 2018 tornerà operativa la disciplina ordinaria che prevede la possibilità di chiedere l’anticipazione del TFR solo in casi particolari. Daremo senz'altro notizie dettagliate non appena ci saranno nuovi provvedimenti legislativi in merito. Un cordiale saluto .

Risposta di Susanna Finesso (13:27 del 27/04/2018) al commento di Clara

Buongiorno, vi ringrazio per la risposta alla mia domanda riguardante il T.F.R. in busta paga e desidero essere continuamente aggiornata sull'argomento. un saluto Clara Pocetta

Risposta di Clara (10:08 del 30/04/2018) al commento di Susanna Finesso

Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)