Rassegna stampa Pubblicato il 02/02/2018

RedditiSC 2018: le novità della dichiarazione quadro per quadro

cooperative novità 2015 e mutualità

Riduzione IRES, impresa sociale, branch exemption, super-iper ammortamento, ACE, sisma bonus: ecco tutte le novità della dichiarazione dei redditi delle società di capitali

Pubblicati il 30 gennaio 2018 i modelli definitivi e le relative istruzioni della dichiarazione dei redditi 2018 (anno d'imposta 2017). Ecco le novità quadro per quadro:

FRONTESPIZIO

  • Nel riquadro “Altri dati” è stata inserita la casella “Impresa sociale” che deve essere barrata dai soggetti che applicano la disciplina dell’impresa sociale.
  • Nel riquadro “Tipo di dichiarazione” è stata aggiunta la casella relativa alla addizionale IRES di 3,5 punti percentuali all’aliquota di cui all’art. 77 del TUIR per gli enti creditizi e finanziari, escluse le società di gestione e le società di intermediazione mobiliare, e per la Banca d’Italia.

REDDITO D’IMPRESA– QUADRO RF

  • Tra le variazioni in aumento (rigo RF31) e in diminuzione (rigo RF55), sono stati inseriti nuovi codici per tenere conto delle modalità applicative del regime di esenzione degli utili e delle perdite delle stabili organizzazioni (“branch exemption”) di imprese residenti di cui all’articolo 168-ter del TUIR previste con il provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate del 28 agosto 2017.
  • Tra le variazioni in diminuzione (rigo RF50), sono state inserite due nuove colonne per indicare l’agevolazioneriguardante gli utili e gli avanzi di gestione delle imprese sociali destinati ad apposita riserva indivisibile in sospensione d’imposta o ad aumento gratuito del capitale sociale. Nel rigo RF55, tra le “altre variazioni in diminuzione”, sono stati previsti nuovi codici per tenere conto della proroga delle disposizioni agevolative riguardanti il “super ammortamento” e l’“iper ammortamento”.
  • Il “Prospetto per la determinazione degli interessi passivi indeducibili” non deve essere più compilato dalle società di gestione dei fondi comuni d’investimento e dalle società di intermediazione mobiliare di cui al testo unico delle disposizioni in materia di intermediazione finanziaria, di cui al decreto legislativo 24 febbraio 1998, n. 58.

DETERMINAZIONE DELL’IRES – QUADRO RN

  • E’ stato inserito nel rigo RN4, un nuovo campo dove indicare l’importo delle perdite ricevute riferibili a una nuova attività produttiva ai sensi dei commi 76 e 77 dell’art. 1 della legge 11 dicembre 2016, n. 232, computabili, dalla società cessionaria, in diminuzione del reddito complessivo dello stesso periodo d’imposta della cessione.
  • E’ stata prevista l’aliquota IRES del 24 per cento, in luogo del 27,5 per cento, a seguito della modifica apportata all’art. 77, comma 1, del TUIR. Inoltre è stata prevista l’indicazione per gli enti creditizi e finanziari di cui al decreto legislativo 27 gennaio 1992, n. 87, escluse le società di gestione dei fondi comuni d’investimento di cui al decreto legislativo 24 febbraio 1998, n. 58, e per la Banca d’Italia, della imposta addizionale di 3,5 punti percentuali all’aliquota di cui all’art. 77 del TUIR.
  • E’ stata prevista, ai sensi del comma 355 dell’art. 1 della legge 27 dicembre 2017, n. 205, la riduzione alla metà dell’aliquota IRES nei confronti delle società sportive dilettantistiche lucrative riconosciute dal Comitato olimpico nazionale italiano (CONI). L’agevolazione si applica nel rispetto delle condizioni e dei limiti del regolamento (UE) n.1407/2013 della Commissione, del18 dicembre 2013, relativo all’applicazione degli articoli 107 e 108 del Trattato sul funzionamento dell’Unione europea agli aiuti «de minimis».

ALTRE IMPOSTE - QUADRO RQ

  • Il prospetto “Rideterminazione del valore dei terreni e delle partecipazioni” accoglie la rivalutazione dei valori delle partecipazioni e dei terreni posseduti alla data del 1° gennaio 2017 e alla data del 1° gennaio 2018.
  • Sono stati eliminati, per esaurimento dell’efficacia delle disposizioni, il prospetto per la “Rivalutazione dei beni d’impresa e delle partecipazioni” e il prospetto relativo alla “Liquidazione del fondo comune d’investimento immobiliare”.

PROSPETTI VARI - QUADRO RS

  • Il prospetto “Deduzione ACE” è utilizzato anche in applicazione del regime di esenzione degli utili e delle perdite delle stabili organizzazioni.
  • Il prospetto “Spese di riqualificazione energetica”, è stato aggiornato per tenere conto della proroga delle agevolazioni riguardanti le spese sostenute per interventi di riqualificazione energetica, a seguito delle novità previste dalla legge di Bilancio 2018.
  • Il prospetto “Spese per interventi su edifici ricadenti nelle zone sismiche” è stato implementato per tenere conto degli ulteriori interventi agevolati da cui derivi una riduzione del rischio sismico che determini il passaggio ad una classe di rischio inferiore realizzati nei comuni ricadenti nelle zone classificate a rischio sismico 1 ai sensi dell’ordinanza del Presidente del Consiglio dei ministri n. 3519 del 28 aprile 2006.
  • E’ stato inserito un nuovo prospetto “Comunicazione art. 4 – D.M. 4 agosto 2016” per i contribuenti che esercitano le opzioni di cui all’art. 1, comma 3, e all’art. 2, comma 1, del decreto legislativo 5 agosto 2015, n. 127 (in materia di trasmissione telematica delle operazioni IVA), per comunicare, con riguardo al periodo d’imposta oggetto della dichiarazione dei redditi, l’esistenza dei presupposti per la riduzione dei termini di decadenza dell’accertamento.
  • E’ stato inserito un nuovo prospetto “Grandfathering – Opzione marchi d’impresa (Patent Box)” per i soggetti che, a partire dal terzo periodo d’imposta successivo a quello in corso al 31 dicembre 2014, hanno esercitato in dichiarazione l’opzione per il regime di “Patent box” e che devono comunicare per i marchi d’impresa i dati previsti dall’art. 13 del decreto del Ministro dell’economia e delle finanze del 28 novembre 2017.
  • Il prospetto “Perdite di impresa non compensate” è stato modificato al fine di indicare le perdite fiscali oggetto di cessione ai sensi dell’art. 1, commi 76 e 77, della legge 11 dicembre 2016, n. 232.

FONDI PENSIONE APERTI E INTERNI – QUADRO RI

  • Nei righi RI2 e RI3 è stata inserita la nuova colonna 7 per indicare i redditi derivanti dagli investimenti qualificati nonché dai piani di risparmio a lungo termine che non concorrono alla formazione della base imponibile dell’imposta prevista dall’art. 17 del decreto legislativo n. 252 del 2005

COMUNICAZIONI PER I REGIMI OPZIONALI – QUADRO OP

  • E’ stato inserito un nuovo prospetto per i soggetti che, a decorrere dal terzo periodo d’imposta successivo a quello in corso al 31 dicembre 2014, devono comunicare in dichiarazione l’opzione per il regime di tassazione agevolata dei redditi derivanti dall’utilizzo di taluni beni immateriali

Fonte: Fisco e Tasse





Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)