HOME

/

PMI

/

GLI ASPETTI FISCALI DEL COMMERCIO ELETTRONICO 2022

/

ASSOLVIMENTO DELL’IMPOSTA DI BOLLO CON MODALITÀ VIRTUALE: L'AGENZIA CHIARISCE

2 minuti, Redazione , 07/10/2016

Assolvimento dell’imposta di bollo con modalità virtuale: l'Agenzia chiarisce

Assolvimento dell’imposta di bollo con modalità virtuale per gli atti e provvedimenti dei procedimenti arbitrali trasmessi con modalità telematiche nella Risoluzione 89 di ieri

Nella Risoluzione n. 89/E di ieri l'Agenzia delle Entrate ha risposto ad un interpello sull'assolvimento dell’imposta di bollo con modalità virtuale per gli atti e i provvedimenti dei procedimenti arbitrali trasmessi con modalità telematiche.

Il quesito era di una Camera di Commercio che intendeva procedere alla dematerializzazione e digitalizzazione della documentazione cartacea presentata e trattata dai propri uffici, incentivando le procedure telematiche per tutti i procedimenti trattati, tra cui le procedure arbitrali soggette ad imposta di bollo.L’ente chiede di conoscere se le proprie autorizzazioni all’assolvimento dell’imposta di bollo con modalità virtuale possano essere utilizzate anche per l’imposta di bollo dovuta per gli atti e provvedimenti dei procedimenti arbitrali che riceve dai soggetti interessati per via telematica.


Nel parere espresso dall'Agenzia delle Entrate viene chiarito che gli atti e provvedimenti dei procedimenti arbitrali scontano l’imposta di bollo, fina dall’origine, nella
misura di euro 16,00 per ogni foglio. Per quanto attiene all’assolvimento dell’imposta di bollo, si rammenta che “L’imposta di bollo si corrisponde secondo le indicazioni della Tariffa allegata:
a) mediante pagamento dell’imposta ad intermediario convenzionato con l’Agenzia delle Entrate, il quale rilascia, con modalità telematiche, apposito contrassegno;
b) in modo virtuale, mediante pagamento dell’imposta all’ufficio dell’Agenzia dell’entrate o ad altri uffici autorizzati o mediante versamento in conto corrente postale.
In particolare,l’intendente di finanza può, su richiesta degli interessati, consentire che il pagamento dell’imposta anziché in modo ordinario o straordinario avvenga in modo virtuale. Ai fini dell’autorizzazione l’interessato deve presentare apposita domanda corredata da una dichiarazione contenente l’indicazione del numero presuntivo degli atti e documenti che potranno essere emessi e ricevuti durante l’anno”. Pertanto l'Agenzia ritiene che l’obbligazione tributaria debba essere assolta dal soggetto che forma i predetti documenti e, quindi, li consegna o spedisce.

Si ritiene che l’assolvimento dell’imposta di bollo dovuta sugli atti e documenti del procedimento arbitrale, gravi sulle parti (imprese e/o privati) che procedono alla
formazione di detti documenti e li presentano in via telematica alla camera di commercio; pertanto, per i documenti in argomento l’imposta di bollo non potrà essere assolta dalla camera di commercio utilizzando l’autorizzazione al pagamento in modo virtuale della quale risulta già in possesso.
L’imposta di bollo dovrà, invece, essere assolta dai contribuenti mediante :

  • contrassegno, procedendo al versamento ad un intermediario convenzionato indicando nel documento inviato il codice numerico composto da 14 cifre rilevabili dal contrassegno telematico rilasciato dall’intermediario.
  • con la modalità virtuale.

Ti consigliamo l'e-book: 

Allegato

Risoluzione Agenzia Entrate n.89 del 06.10.2016

Tag: GLI ASPETTI FISCALI DEL COMMERCIO ELETTRONICO 2022 GLI ASPETTI FISCALI DEL COMMERCIO ELETTRONICO 2022 BOLLO E CONCESSIONI GOVERNATIVE BOLLO E CONCESSIONI GOVERNATIVE

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

GLI ASPETTI FISCALI DEL COMMERCIO ELETTRONICO 2022 · 06/05/2022 Commercio elettronico: lo sdoganamento delle merci di modico valore

Le Dogane forniscono chiarimenti sul tracciato H7 con Circolare n 15 del 3 maggio

Commercio elettronico: lo sdoganamento delle merci di modico valore

Le Dogane forniscono chiarimenti sul tracciato H7 con Circolare n 15 del 3 maggio

Regime OSS: come va calcolata la soglia dei 10.000 € di venduto?

Le Entrate con risposte a domande dei contribuenti forniscono i primi chiarimenti sui regimi OSS e IOSS in vigore dal 1 luglio 2021

Cessioni di beni on line: quando sono commercio elettronico indiretto?

Le Entrate forniscono un chiarimento sul commercio elettronico indiretto nel caso delle cessioni di beni tramite incaricati alla vendita effettuati on line e tracciabili

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.