HOME

/

FISCO

/

RIMBORSO IVA 2019 2020

/

RICHIESTE DI RIMBORSO IVA DA PARTE DELLE SOCIETÀ DI COMODO

1 minuto, Redazione , 26/07/2016

Richieste di rimborso Iva da parte delle Società di comodo

Le società di comodo possono sbloccare l’erogazione del rimborso Iva anche solo presentando una dichiarazione sostitutiva autonoma attestante la sussistenza di oggettive situazioni ai fini della disapplicazione della disciplina

Le società di comodo che intendono richiedere il rimborso IVA possono, attestare la presenza di “oggettive situazioni" che hanno reso impossibile il conseguimento dei ricavi, degli incrementi di rimanenze e dei proventi nonché del reddito (…)(comma 4-bis, art. 30 della legge 724/90), presentando una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà, mediante compilazione dell’apposito campo del quadro VX della dichiarazione IVA. La presenza della dichiarazione sostitutiva e l’assenza di ulteriori cause ostative consentono l’erogazione del rimborso in procedura semplificata o ordinaria.

In alternativa alla dichiarazione sostitutiva, le società hanno facoltà di presentare, prima della richiesta di rimborso, l’istanza di interpello ai fini della disapplicazione della disciplina delle società non operative e/o della disciplina delle società in perdita sistematica.

L'Agenzia delle Entrate con la circolare n. 33 pubblicata venerdì 22 luglio ha fornito chiarimenti in merito alle richieste di rimborso iva presentate dalle Società non operative e/o in perdita sistematica, precisando che nel caso in cui siano presentate preventivamente le istanze di interpello, sia in qualità di società non operative sia in qualità di società in perdita sistematica, il rimborso viene erogato o negato a seguito dell’esito degli interpelli.
I chiarimenti sono stati forniti alla luce delle modifiche introdotte dai decreti attuativi della riforma fiscale (dlgs  n. 156 e 158 del 2015), alla disciplina dei rimborsi IVA, più in generale, con il documento di prassi si sono fornite indicazioni sugli effetti, in materia di rimborsi Iva, delle novità introdotte dal D.Lgs. 156/2015, che ha revisionato la disciplina degli interpelli e del contenzioso tributario, e dal D.Lgs. 158/2015, che invece è intervenuto sul sistema sanzionatorio.

Ti segnaliamo il nostro foglio di calcolo per eseguire il test di operatività “società di comodo” e test sulle perdite sistematiche aggiornato con novità del decreto semplificazioni, in vendita sul Business Center e l'eBook La procedura di rimborso dell'Iva - II edizione 2016, dove viene fornito un quadro completo degli adempimenti e delle comunicazioni da intraprendere con gli Uffici, per il rimborso dell'IVA.

Per il rilascio del visto utilizza il foglio in excel: Visto di conformità IVA 2016 - check list

Segui tutte le novità nel Dossier Rimborso Iva 2016

Tag: RIMBORSO IVA 2019 2020 RIMBORSO IVA 2019 2020

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA
Commenti

Miky - 26/07/2016

La maggior parte degli interpelli vengono rogettati. Esperienza personale: il mancato raggiungimento dei volumi d'affari è stato determinato da un crollo dei prezzi di mercato, ampiamente documentato (quotazioni borsa). L'agenzia delle entrate ha comunque preteso il pagamento delle imposte relative ad un reddito inesistente calcolato sul valore dei beni strumentali in dotazione all'azienda, e, si badi bene (vergogna nella vergogna) il valore dei beni strumentali è al lordo delle quote di ammortamento. La normativa sulle società di comodo è un cappio al collo degli imprenditori, un deterrente agli investimenti, e si traduce in una estorsione illegale di imposte su redditi mai conseguiti. Le istanze di interpello si traducono in un testa-testa con funzionari dello Stato che applicano la norma in modo letterale senza valutare le situazioni che vanamente il contribuente documenta. Una esperienza defatigante che alla fine ti toglie ogni fiducia nello Stato, e ogni speranza per il futuro. Se esiste una giustizia, questa normativa un giorno verrà dichiarata ANTICOSTITUZIONALE perché fa pagare tasse su redditi mai percepiti.

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

RIMBORSO IVA 2019 2020 · 19/04/2021 Assonime chiede il rinvio del Modello IVA a giugno 2021 per sbloccare il credito congelato

La dichiarazione IVA 2021 recepisce i versamenti sospesi “Covid” congelando una parte del credito: Assonime, per evitare ciò, propone il rinvio della scadenza al 30 giugno 2021

Assonime chiede il rinvio del Modello IVA a giugno 2021 per sbloccare il credito congelato

La dichiarazione IVA 2021 recepisce i versamenti sospesi “Covid” congelando una parte del credito: Assonime, per evitare ciò, propone il rinvio della scadenza al 30 giugno 2021

Rimborso Iva versata in UK nel 2020: invio delle domande entro il 31 marzo

Le istanze di rimborso dell’Iva pagata nel Regno Unito nel corso del 2020 dovranno essere inviate entro il 31 marzo 2021

Rimborso IVA per cessazione attività: termine decennale di decadenza e prescrizione

La Corte di Cassazione ribadisce che, in caso di cessazione dell’attività, vige il termine decennale sia per la decadenza che per la prescrizione del credito IVA da Dichiarazione

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.