Rassegna stampa Pubblicato il 29/10/2015

Rimborso IVA: sempre possibile la dichiarazione integrativa

Sia se è stato omesso o sbagliato il visto di conformità, sia se il contribuente vuole cambiare la modalità di utilizzo del credito Iva, è possibile presentare una dichiarazione integrativa

Nella recente Circolare n. 35/E/2015 sulle nuove regole dei rimborsi IVA, le Entrate hanno precisato che, sia nel caso in cui è stato omesso o sbagliato il visto di conformità, sia in quello dove il contribuente vuole cambiare la modalità di utilizzo del credito Iva, è possibile presentare una dichiarazione integrativa entro il termine di trasmissione della dichiarazione relativa al periodo d'imposta successivo. Per quanto riguarda, invece, i rimborsi ancora in corso, chiesti prima dell’entrata in vigore delle modifiche (13 dicembre 2014) e per i quali è scaduto anche il termine per la rettifica della dichiarazione, la conformità può essere garantita da un’autonoma attestazione dell’interessato. In tal modo, si può anche regolarizzare la mancata apposizione del visto di conformità alla dichiarazione relativa all’anno d’imposta 2013, i cui termini di rettifica sono scaduti il 30 settembre 2015.

Per saperne di più segui il Dossier sul Rimborso IVA con tanti approfondimenti, notizie e aggiornamenti.

Fonte: Fisco Oggi




Prodotti per Rimborso IVA 2019 2020

 
15,00 € + IVA
99,00 € + IVA
84,15 € + IVA

Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)