Rassegna stampa Pubblicato il 22/09/2015

Rimborso IVA pagata all'estero: istanza entro il 30 settembre

Scade il prossimo 30 settembre il termine per chiedere il rimborso dell'IVA assolta in un altro Stato

I soggetti passivi IVA stabiliti in Italia che nel 2014 hanno acquistato beni e servizi in uno Stato Ue, hanno tempo fino al 30 settembre per inoltrare la domanda di rimborso della relativa Iva pagata. La scadenza interessa anche i contribuenti stabiliti in un Paese comunitario o extra-Ue ma, in questi casi, le modalità di richiesta sono diverse. Per le imprese stabilite in Italia, infatti, la richiesta è presentata all'Agenzia delle Entrate tramite l'apposito portale elettronico; per quelle stabilite in altro Stato membro della Comunità europea l'istanza va trasmessa all'amministrazione finanziaria italiana tramite il Paese estero. Per presentare la domanda, il richiedente non deve avere la sede della propria attività o una stabile organizzazione nel Paese di assolvimento dell'imposta.
Per saperne di più segui il Dossier sul Rimborso IVA con tanti approfondimenti, notizie e aggiornamenti.

Fonte: Fisco Oggi




Prodotti per Rimborso IVA 2019 2020

 
15,00 € + IVA
99,00 € + IVA
84,15 € + IVA

Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)