IN PRIMO PIANO:

Rassegna Stampa Pubblicato il 25/03/2015

Fatturazione elettronica PA: obbligo dal 31 marzo

I fornitori della amministrazioni pubbliche dovranno gestire tutto il ciclo di fatturazione solo con modalità elettronica, compresa la fase di conservazione.

Commenta Stampa

Mancano pochi giorni all'avvio dell'obbligo di fatturazione elettronica nei confronti di tutte le amministrazioni pubbliche, previsto per il 31 marzo. Sono interessate al nuovo obbligo tutte le Amministrazioni pubbliche, non solo quelle riportate nell'elenco Istat, ma anche le autorità indipendenti e le amministrazioni di cui all'art. 1, comma 2 del D.lgs. 165/2001. La fatturaPa è un documento informatico, in formato xml, sottoscritto con firma elettronica qualificata o digitale, che garantisce l'origine e l'integrità del contenuto. La FatturaPA dovrà contenere le informazioni obbligatorie ai fini fiscali secondo la normativa vigente, e quelle necessarie per una corretta trasmissione della fattura attraverso il Sistema di Interscambio. La trasmissione delle fatture, infatti, dovrà avvenire escusivamente attraverso il sistema di interscambio -Sdi- in grado di: ricevere le fatture sotto forma di file, con le caratteristiche della FatturaPA, effettuare i controlli sui file ricevuti, inoltrare le fatture alle Amministrazioni destinatarie. Con l'avvio della nuova fase obbligatoria, le amministrazioni non potranno accettare le fatture emesse o trasmesse in forma cartacea, e trascorsi 3 mesi dalla data di decorrenza dell'obbligo, le PA non potranno nemmeno procedere al pagamento - neppure parziale- fino all'invio del documento in formato elettronico.

Fonte: Il Sole 24 Ore


Lascia un commento

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
Entra
 Miky Miky - 25/03/2015
Si può ben immaginare che i fornitori delle PA abbiano "DOVUTO" adeguare i loro sistemi informatici alle nuove norme. Il problema, non è tanto l'eventuale ritrosia verso il progresso informatico, il problema è che questi provvedimenti "OBBLIGANO" ad adottare una formalità. Lo Stato, secondo me, dovrebbe procedere al fianco dei cittadini, non indietro di secoli (come è stato fino a ieri, quando ci governavano le mummie della politica) o avanti dieci chilometri (come, di punto in bianco, è oggi, che siamo governati dalla generazione allevata a videogiochi e play-station). Il risultato, cioè il disagio che si crea nella popolazione, non cambia; il motivo ? Il motivo è che mummie o giocolieri, tutti sono completamente avulsi dal comparto produttivo, è tutta gente "allevata" nelle segreterie dei partiti, gente che sempre più ci appare di "un altro mondo".
Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
Entra

Seguici sui social

Iscriviti al PODCAST

Scarica le nostre APP!

fiscoetasse

Libreria FISCOeTASSE

Circolari ed e-book
app-ios-fiscoetasse app-android-fiscoetasse
app-fiscoetasse

FISCOeTASSE News

Tutte le notizie gratis
app-ios-fiscoetasse app-android-fiscoetasse

Tools Fiscali

Il Metodo dei Multipli 2021 - CINA
Scaricalo a 15,90 € + IVA
Il Metodo dei Multipli 2021 - GIAPPONE
Scaricalo a 15,90 € + IVA
Il Metodo dei Multipli 2021 - USA
Scaricalo a 15,90 € + IVA

Le nostre skill - ALEXA

FISCOeTASSE NOTIZIE

Skill FISCOeTASSE Notizie

FISCOeTASSE

Skill FISCOeTASSE