Rassegna stampa Pubblicato il 13/03/2015

Fattura elettronica: niente obbligo per gli enti no profit

Tempo di lettura: 0 minuti

Le Onlus senza partita IVA possono continuare ad emettere ricevute cartacee verso gli enti pubblici anche dopo l'entrata in vigore della fatturazione elettronica il 31 marzo 2015

In una risposta durante il question time di ieri 12 marzo, in Commissione Finanze alla Camera, è stato chiarito che per gli enti no profit privi di partita IVA non vi è alcun obbligo di fatturazione elettronica verso la Pubblica amministrazione. Essendo esclusi dalla soggettività passiva possono continuare ad emettere ricevute e  note di debito in formato cartaceo con indicazione del codice fiscale. Ricordiamo che l'obbligo di fatturazione elettronica già in vigore dal 6 giugno 2014 verso Ministeri, agenzie fiscali ed enti previdenziali si applica a tutte le amministrazioni anche locali dal 31 marzo prossimo.
Un altro quesito riguardava la possibilità di evitare il meccanismo dello split payment per i soggetti tenuti alla fatturazione elettronica in caso di maturazione di cospicui crediti IVA ma la risposta è negativa .
 
 
Accedendo alla piattaforma FelPA (piattaforma tecnologica in cloud) dovrai semplicemente:
  • Caricare le fatture elettroniche già prodotte dal tuo gestionale, nel caso in cui questo sia in grado di produrre la fattura elettronica in formato XML.
  • Oppure creare la fattura elettronica direttamente dalla piattaforma.

Fonte: Il Sole 24 Ore





Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)