IN PRIMO PIANO:

Rassegna Stampa Pubblicato il 28/02/2014

Dal nuovo decreto salva Roma anche l'aumento dell'aliquota TASI dello 0,8 per mille

Il nuovo provvedimento "salva Roma" che oggi dovrebbe essere varato dal Cdm, potrebbe contenere anche la possibilità per i Comuni di aumentare l'aliquota TASI fino allo 0,8 per mille

Commenta Stampa

Entro oggi, data di scadenza del Decreto Salva Roma bis, dovrebbe essere presentato il nuovo provvedimento per scongiurare la bancarotta di Roma, dopo il ritiro giovedì 26 da parte del Governo del Decreto enti locali, noto come Decreto Salva Roma bis, il quale conteneva, tra le altre cose, proprio norme destinate alla capitale. La scelta di ritirare il decreto è stata dettata dalla volontà di Lega e Movimento 5 Stelle di proseguire nell'ostruzionismo alla Camera e ciò avrebbe comportato comunque la decadenza in quanto non sarebbe stato convertito in legge in tempo. Dallo stesso decreto in approvazione oggi, potrebbe arrivare anche la possibilità per i Comuni di alzare le aliquote 2014 della Tasi dello 0,8 per mille. I comuni potranno anche decidere dove e in che misura applicare tale incremento: se tutto sull'aliquota Tasi del 2,5 per mille sulla prima casa, che salirebbe così al 3,3; oppure tutto sull'aliquota per seconde abitazioni e altri immobili, che arriverebbe all'11,4 per mille inclusa l'Imu; oppure pro quota sulle due imposte precedenti.

Fonte: Il Sole 24 Ore


TAG: Attualità

Lascia un commento

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
Entra
 Miky Miky - 28/02/2014
E poi qualcuno ci deve spiegare perchè LA COLLETTIVITA' deve pagare i debiti di quell'ammasso di spreconi corrotti che si annida da sempre nel municipio romano. Senza distinzione di colore, partito o altro, lì è un magna-magna continuo a 360 gradi. Voto per il fallimento ! e il recupero del maltolto - chi ha rubato restituisca i soldi, compresi gli stipendi di tutti gli assunti, non per bisogno ma per politica clientelare.
Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
Entra
 Miky Miky - 28/02/2014
Insomma, quante tasse ci saranno da pagare ? Nell'articolo vengono nominate tutte, sia quelle ipotizzate, sia quelle che dovevano essere assorbite dalla IUC, sia quelle che hanno assorbito le eliminate. Tutte potranno essere aumentate portiamo le chiavi delle nostre case ai sindaci, a questo punto, piuttosto che farci ammazzare di tasse, meglio lasciargli le nostre proprietà e rimanere vivi, andiamo tutti alla caritas, nei dormitori pubblici, negli androni dei municipi, nelle stazioni. Se non abbiamo diritto alle nostre case, sarà lo Stato, che ce le sta espropriando, a darci un tetto sotto cui ripararci. E BASTA ! CON QUESTA FOLLIA !
Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
Entra

Seguici sui social

Iscriviti al PODCAST

Scarica le nostre APP!

fiscoetasse

Libreria FISCOeTASSE

Circolari ed e-book
app-ios-fiscoetasse app-android-fiscoetasse
app-fiscoetasse

FISCOeTASSE News

Tutte le notizie gratis
app-ios-fiscoetasse app-android-fiscoetasse

Tools Fiscali

Consolidato nazionale 2021 (excel)
In PROMOZIONE a 64,90 € + IVA invece di 74,90 € + IVA fino al 2021-03-02
Calcolo IRES e IRAP 2021 - Redditi Società di Capitali
In PROMOZIONE a 99,90 € + IVA invece di 129,90 € + IVA fino al 2021-03-31
Elementi contabili ISA 2021 (Excel)
In PROMOZIONE a 18,90 € + IVA invece di 19,90 € + IVA fino al 2021-03-31
Impairment test OIC 9 - perdite durevoli (Excel)
In PROMOZIONE a 49,90 € + IVA invece di 57,30 € + IVA fino al 2021-03-31

Le nostre skill - ALEXA

FISCOeTASSE NOTIZIE

Skill FISCOeTASSE Notizie

FISCOeTASSE

Skill FISCOeTASSE