Rassegna stampa Pubblicato il 05/07/2013

Contributi ai consorzi obbligatori deducibili

E' possibile dedurre dal reddito i contributi versati ai consorzi obbligatori per un immobile soggetto ad IMU, a condizione che l’importo del versamento non sia stato già considerato nella determinazione della rendita catastale

L’Agenzia delle Entrate, con la risoluzione n. 44/E pubblicata ieri 4 luglio 2013, ha fornito indicazioni sulla possibilità di deduzione dal reddito dei contributi versati a consorzi obbligatori in relazione ad un immobile soggetto ad Imu. Le Entrate ammettono tale possibilità a condizione che l’importo del versamento non sia stato già considerato nella determinazione della rendita catastale. Per gli immobili non locati e non affittati, infatti, l'IMU prende il posto dell’Irpef (effetto sostitutivo descritto dalla circolare n. 5/E/2013). La questione nasceva dal fatto che la modifica della disciplina ha portato con sé la domanda sull’applicabilità delle disposizioni dell’articolo 10, comma 1, lettera a), del Tuir, in base alle quali possono scomputarsi dal reddito complessivo i canoni, livelli, censi e altri oneri gravanti sui redditi degli immobili che concorrono a formare il reddito complessivo, compresi i contributi ai consorzi obbligatori per legge o in dipendenza di provvedimenti della pubblica amministrazione.

Ti potrebbe interessa l'ebook 730 e Dichiarazione dei redditi 2019 (eBook) - 100 voci di spesa da portare in detrazione nella dichiarazione dei redditi.

Vieni a scoprire i nostri fogli di calcolo per la precompilazione automatica dei quadri più complessi dei modelli di dichiarazione 2019 e tante altre utilità per la loro predisposizione nella sezione Speciale Dichiarazioni fiscali 2019 del Business Center.

Segui gratuitamente il Dossier Dichiarazione 730/2019 per aggiornamenti, news e approfondimenti.

Ti potrebbe interessare il nostro Pacchetto IMU e TASI - IVIE e IVAFE 2019 (2 eBook + excel) contenente 2 eBook in pdf  e 1 file excel per il calcolo dell'IMU 2019 venduti anche singolarmente:

 

Fonte: Fisco Oggi




Prodotti per Cooperative e Consorzi, IMU - Imposta Municipale Unica, Oneri deducibili e Detraibili, IMU-TASI-TARI (IUC) 2019

 
4,90 € + IVA
29,90 € + IVA
24,90 € + IVA

Commenti

Ormai per noi poveri cittadini italiani, citrulli che ci siamo indebitati per una vita per assicurarci un tetto sulla testa, la soluzione è una sola: vendere tutto ed andre ad occupare un immobile sfitto, così avremo finalmente riconosciuto il diritto ad avere una casa senza essere vessati da mille norme che si sovrappongono una all'altra, un ginepraio incomprensibile per districarci dal quale dobbiamo pagare una tassa sulla tassa: il compenso al commercialista o al CAF. Se decidessero di quanto ci vogliono defraudare dei nostri redditi,e facessero una "tassa UNICA" almeno ci risparmierebbero lo stres. Vi prego: diteci quanto volete, e poi spartitevi il malloppo, ma almeno risparmiateci la giungla di cavilli, che ormai non ne usciamo vivi !!!

Commento di Miky (12:03 del 05/07/2013)

gRADIREI UNA RISPOSTA AL SEGUENTE QUESITO:POSSEGO UN IMMOBILE NEL COMUNE DI MARANO DI NAPOLI(na)REGOLARMENTE LOCATO CON CONTRATTO REGISTRATO ED ABITO IN UN APPARTAMENTO IN LOCAZIONE A nAPOLI( PER MOTIVI DI SALUTE DI MIA MOGLIE HO DOVUTO CAMBIARE RESIDENZA)CON CONTRATTO REGOLARMENTE REGISTRATO.sull'IMMOBILE DI PROPRIETà IN FITTO A MARANO HO SEMPRE PAGATO CEDOLARE SECCA E QUANTALTRO E DICIOARATO NELLA DICHIARAZIONE DEI REDDITI ANNUALE, PAGO L'IMU COME SECONDA CASA:CHIEDO:1)POSSO DETRARRE IL FITTO PASSIVO DALLA MIA DICHIARAZIONE DEI REDDITI(950 EURO/MESE)?GRAZIE E CORDIALI SALUTI.

Commento di PIERRO GENNARO (18:01 del 08/07/2013)

Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)