IN PRIMO PIANO:

Rassegna Stampa Pubblicato il 23/01/2009

Acconto Iva, ultimi giorni per rimediare agli errori

Omesso versamento dell’acconto Iva sanabile con sanzioni ridotte

Commenta Stampa

Il contribuente che non ha versato l’acconto Iva entro il 29 Dicembre 2008, può rimediare all’omesso versamento mediante ricorso all’istituto del ravvedimento operoso. A partire dal 29 Novembre 2008, il ravvedimento prevede una diminuzione delle sanzioni; infatti, se il versamento avviene entro trenta giorni dalla scadenza originaria, la sanzione sarà pari ad un dodicesimo del minimo, mentre se si superano i trenta giorni la sanzione sarà pari ad un decimo del minimo.

Fonte: Il Sole 24 Ore


Lascia un commento

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
Entra

Seguici sui social

Iscriviti al PODCAST

Scarica le nostre APP!

fiscoetasse

Libreria FISCOeTASSE

Circolari ed e-book
app-ios-fiscoetasse app-android-fiscoetasse
app-fiscoetasse

FISCOeTASSE News

Tutte le notizie gratis
app-ios-fiscoetasse app-android-fiscoetasse

Tools Fiscali

Credito imposta R&S: certificazione costi del revisore
In PROMOZIONE a 36,90 € + IVA invece di 42,90 € + IVA fino al 2021-06-30
Rivalutazione beni ammortizzabili DL 104/2020 (Excel)
In PROMOZIONE a 99,90 € + IVA invece di 129,00 € + IVA fino al 2022-01-06
Prestito Extra 2021 - Verifica della regolarità
In PROMOZIONE a 54,90 € + IVA invece di 64,90 € + IVA fino al 2060-12-31
Gestione fiscale del fondo svalutazione crediti (excel)
In PROMOZIONE a 22,90 € + IVA invece di 24,90 € + IVA fino al 2022-12-31

Le nostre skill - ALEXA

FISCOeTASSE NOTIZIE

Skill FISCOeTASSE Notizie

FISCOeTASSE

Skill FISCOeTASSE