Normativa del 15/06/2019

Modalita' di accesso alle prestazioni del Fondo indennizzo risparmiatori

Split payment e le istruzioni del Mef

Decreto MEF 10 maggio 2019 che fissa le Modalita' di accesso alle prestazioni del Fondo indennizzo risparmiatori (FIR) - (GU n.135 del 11-6-2019)

Forma Giuridica: Normativa - Decreto Ministeriale
del 10/05/2019
Fonte: Gazzetta Ufficiale

Pubblicato il  decreto che  disciplina  modalita'  di  presentazione dell'istanza di indennizzo e di accesso alle  prestazioni  del  Fondo indennizzo risparmiatori (FIR) in applicazione delle disposizioni  di cui all'art. 1, commi da 493 a 507, della legge 30 dicembre 2018,  n. 145, che hanno previsto l'erogazione degli indennizzi  a  favore  dei risparmiatori che hanno subito un pregiudizio ingiusto.

Gli indennizzi spettano ai risparmiatori, persone fisiche, imprenditori individuali, anche agricoli o coltivatori diretti, le organizzazioni di volontariato, le associazioni di promozione sociale e le microimprese che occupano meno di dieci persone e realizzano un fatturato annuo o un totale di bilancio annuo non superiori a 2 milioni di euro, in possesso delle azioni e delle obbligazioni subordinate delle banche poste in liquidazione coatta amministrativa dopo il 16 novembre 2015 e prima del 1° gennaio 2018, a causa delle numerose violazioni degli obblighi di informazione, diligenza, correttezza, buona fede oggettiva e trasparenza. Gli indennizzi spettano anche ai loro successori mortis causa o al coniuge, al convivente  more uxorio, ai parenti entro il secondo grado, in possesso di tali strumenti finanziari.

Sono esclusi dalle prestazioni del FIR, tra gli altri, gli strumenti finanziari in possesso di soggetti diversi dai precedenti (fra cui controparti qualificate e clienti professionali) alla data della messa in liquidazione della banca, quelli acquistati e in possesso di soggetti che abbiano avuto, al primo gennaio 2017, nelle banche o loro controllate incarichi quali componente del Cda o degli organi di controllo, membro del collegio sindacale, consigliere delegato, direttore e vice direttore generale, nonché parenti ed affini di primo e secondo grado.

Per approfondire ti potrebbe interessare l'ebook I rimborsi per i truffati dalle banche (eBook 2019)






Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)