Normativa del 28/02/2018

Lavori gravosi: in Gazzetta il decreto

Ecco il decreto che specifica i nuovi lavori particolarmente gravosi che hanno diritto all'APE sociale e esclusi dall'adeguamento alla speranza di vita

Forma Giuridica: Normativa - Decreto Ministeriale
del 05/02/2018
Fonte: Gazzetta Ufficiale

E' stato pubblicato in Gazzetta ufficiale n.  47  del 26 febbraio 2018 il decreto del Ministero del lavoro  del 5.2.2018   in attuazione dell'art. 1, comma 153, della legge 27 dicembre 2017, n. 205 e ai fini di quanto disposto dai commi 147, 148 e 163 del  medesimo articolo, le professioni di cui all'allegato B della stessa legge .

Si tratta dell'elenco dettagliato delle specifiche attività che rientrano nei nuovi lavori gravosi con i quali i lavoratori, in presenza degli altri requisiti:

  • hanno diritto all'APE sociale,  
  • hanno diritto alle agevolazioni per l'anticipo pensionistico riservato ai lavoratori addetti a mansioni usuranti (L.67 2011)
  • saranno  anche  esclusi dall'adeguamento dell'età pensionabile alla speranza di vita , previsto per il 2019  (e poi successivamente ogni 2 anni).

Nel decreto il Ministero specifica , vista la particolare complessita' delle modalita' attuative  per la domanda di accesso al beneficio  e di verifica della sussistenza dei requisiti da parte dell'ente  previdenziale, rinvia a un successivo e separato  decreto, sempre adottato in base alle previsioni dell'art. 1, comma 153, della legge n. 205 del 2017, la disciplina delle modalita'  attuative dell'anticipo pensionistico previsto dai commi 147 e 148, con la definizione delle  procedure di presentazione della domanda di accesso al beneficio e di verifica della sussistenza dei requisiti da parte dell'ente  previdenziale.
 

Leggi qui Lavori usuranti e gravosi quali sono?

Segui il nostro Dossier gratuito Come cambiano le pensioni, le novità 2017-2018 per tutte le notizie e gli approfondimenti 





Prodotti per Lavoro Dipendente, La rubrica del lavoro , Leggi e Decreti

64,82 € + IVA
42,24 € + IVA
 
24,28 € + IVA

Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)