Normativa del 19/10/2017

Mutuo per ristrutturazione: il coniuge superstite detrae il 100%

mutuo ristrutturazione abitazione principale

Il coniuge superstite che ha provvedduto ad accollarsi il contratto di mutuo stipulato per la ristrutturazione dell'abitazione principale, può fruire della detrazione degli interessi passivi

Forma Giuridica: Prassi - Risoluzione
Numero 129 del 18/10/2017

Il coniuge superstite può beneficiare della detrazione degli interessi passivi e relativi oneri accessori sul mutuo ipotecario contratto per la ristrutturazione dell’abitazione principale, di cui è contitolare insieme al coniuge deceduto, a condizione che provveda alla regolarizzazione dell’accollo del mutuo.

Questi i chiarimenti forniti dall'Agenzia delle Entrate con Risoluzione del 18 ottobre 2017 n. 129/E.

Ricordiamo che già a suo tempo l'Agenzia aveva chiarito che il coniuge superstite può usufruire della detrazione per gli interessi passivi e oneri accessori relativi al mutuo ipotecario contratto per l'acquisto dell'abitazione principale, di cui è contitolare insieme al coniuge deceduto, a condizione che provveda a regolarizzare l'accollo del mutuo, per motivi di coerenza e sistematicità, lo stesso principio si può quindi applicare nel caso in cui il contratto sia stato stipulato per ristrutturare l'abitazione principale.

Nel caso di specie, pertanto, l'istante, in qualità di coniuge superstite cointestatario - insieme alla moglie - del mutuo ipotecario stipulato per la ristrutturazione della propria abitazione, avendo anche provveduto ad accollarsi l'intero mutuo, potrà usufruire della detrazione sul 100% dei relativi interessi passivi sostenuti, sempreché ricorrano tutte le altre condizioni richieste dalla norma agevolativa.

Il legislatore, infatti, vincola detta detrazione ad alcune condizioni:

1. l'unità immobiliare che si costruisce sia quella nella quale il contribuente o i suoi familiari intendono dimorare abitualmente;
2. l'immobile venga adibito ad abitazione principale entro sei mesi dal termine dei lavori di costruzione;
3. il contratto di mutuo sia stipulato dal soggetto che avrà il possesso dell'unità immobiliare a titolo di proprietà o di altro diritto reale;
4. i lavori di costruzione debbano essere ultimati entro il termine previsto dal titolo abilitativo, salvo possibilità di proroga;
5. il mutuo venga stipulato nei sei mesi antecedenti all'inizio dei lavori di costruzione ovvero nei diciotto mesi successivi.

Ti segnaliamo il nostro pacchetto Ristrutturazioni e risparmio energetico (eBook + excel) contenente un file excel per calcolare le detrazioni e i benefici fiscali derivanti da interventi di ristrutturazione edilizia + ebook in pdf sulle ristrutturazioni e Bonus mobili.

Potrebbe interessarti l'e-book Nuovi mutui casa e prestiti garantiti da ipoteca sulla disciplina del credito immobiliare e ordinario ai consumatori e del prestito vitalizio ipotecario.

Per rimanere sempre aggiornato segui gratuitamente il dossier Agevolazioni prima casa 2017 con aggiornamenti, approfondimenti e news.





Prodotti per Agevolazioni prima casa 2019, Ristrutturazioni Edilizie 2019, Oneri deducibili e Detraibili, Circolari - Risoluzioni e risposte a Istanze

10,48 € + IVA
8,90 € + IVA
 

GRATIS


Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)