HOME

/

LAVORO

/

LA RUBRICA DEL LAVORO

/

LAVORO STAGIONALE: PUBBLICATO IL DECRETO

1 minuto, 14/11/2016

Lavoro stagionale: pubblicato il decreto

Nel D.Lgs 203/2016 le nuove modalità per i permessi per lavoro stagionale dei cittadini extracomunitari

Forma Giuridica: Normativa - Decreto Legislativo
Numero 203 del 29/10/2016
Fonte: Gazzetta Ufficiale

Nella Gazzetta Ufficiale n. 262 del 9 novembre 2016  è stato pubblicato il D.Lgs. n. 203 del 29 ottobre 2016, recante le "disposizioni sulle condizioni di ingresso e di soggiorno dei cittadini di Paesi terzi per motivi di impiego in qualità di lavoratori stagionali," in attuazione della direttiva 2014/36/UE. Il decreto, che introduce modifiche  al D.Lgs. 286/1998 (T.U. delle disposizioni concernenti la disciplina dell’immigrazione e norme sulla condizione dello straniero), entrerà  in vigore  il 24 novembre 2016.

In particolare, il decreto prevede che il datore di lavoro o le associazioni di categoria  che intendono instaurare in Italia un rapporto di lavoro subordinato a carattere stagionale nei settori agricolo e turistico/alberghiero con uno straniero, devono presentare richiesta nominativa allo sportello unico per l'immigrazione della provincia di residenza. Lo sportello rilascia il nulla osta al lavoro stagionale, anche pluriennale, per la durata corrispondente a quella del lavoro stagionale richiesto, non oltre venti giorni dalla data di ricezione della richiesta del datore di lavoro. Relativamente alla sistemazione alloggiativa, se il datore di lavoro fornisce l'alloggio, esibisce al momento della sottoscrizione del contratto di soggiorno, un titolo idoneo a provarne l'effettiva disponibilità. L'eventuale canone di locazione non può essere eccessivo rispetto alla qualità dell'alloggio e  non puo essere  superiore ad un terzo della  retribuzione e  non può essere decurtato automaticamente dalla retribuzione del lavoratore.

Il nulla osta al lavoro stagionale a più datori di lavoro che impiegano lo stesso lavoratore straniero per periodi di lavoro complessivamente compresi nei limiti temporali, deve essere unico, su richiesta, anche cumulativa, dei datori di lavoro.
Qualora lo sportello unico per l'immigrazione, non comunichi al datore di lavoro il proprio diniego nei tempi previsti , la richiesta si intende accolta, nei casi seguenti:
a) la richiesta riguarda uno straniero già autorizzato almeno una volta nei cinque anni precedenti a prestare lavoro stagionale presso lo stesso datore di lavoro richiedente;
b) il lavoratore è stato regolarmente assunto dal datore di lavoro e ha rispettato le condizioni indicate nel precedente permesso di soggiorno.
Il nulla osta  autorizza lo svolgimento di attività lavorativa  fino ad un massimo di nove mesi in un periodo di dodici mesi.

 

Scopri tutti i contenuti e utilità presenti nell'abbonamento alla Banca dati Utility - centinaia di tools pronti per aiutarti nel tuo lavoro

Per i singoli prodotti visita la pagina delle PROMOZIONI SPECIALI

Tag: STRANIERI IN ITALIA STRANIERI IN ITALIA COLLABORAZIONI, VOUCHER E LAVORO OCCASIONALE COLLABORAZIONI, VOUCHER E LAVORO OCCASIONALE LA RUBRICA DEL LAVORO LA RUBRICA DEL LAVORO

Allegato

Decreto lgs. 203 2016 lavoro stagionale
La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

LA RUBRICA DEL LAVORO · 05/08/2021 Esenzione quote TFR le novità del dl 103 2021

Ulteriori agevolazioni per le aziende in crisi nel decreto-legge 103 2021: oltre allo stop alle grandi navi a Venezia c'è l 'esenzione per il 2022 da quote TFR e NASPI

Esenzione quote TFR le novità del dl 103 2021

Ulteriori agevolazioni per le aziende in crisi nel decreto-legge 103 2021: oltre allo stop alle grandi navi a Venezia c'è l 'esenzione per il 2022 da quote TFR e NASPI

CCNL Cartai e cartotecnici industria: firmato il rinnovo

Rinnovo del CCNL cartai cartotecnici, industria (carta e cartone, della cellulosa, pasta legno, fibra vulcanizzata e presfibra) Nuova classificazione e aumento 80 euro totlali

Green pass, anche senza l'obbligo il dipendente può essere sospeso

OK alla sospensione senza retribuzione di lavoratori no vax se mettono a rischio i colleghi. Prime pronunce dei Tribunali in assenza di norme su green pass aziendale

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.