Normativa del 28/04/2009

Deducibili i contributi versati per conto del coniuge defunto

Agenzia delle Entrate - Comunicato Stampa del 28 Aprile 2009

Forma Giuridica: Prassi - Comunicato
del 28/04/2009
Fonte: Agenzia delle Entrate
Sono interamente deducibili dal reddito i contributi previdenziali che una vedova ha versato per conto del marito defunto al fine di percepire, lei stessa e i suoi quattro figli, la pensione di reversibilità.

È questa la risposta dell’Agenzia delle Entrate a un interpello posto sulla vicenda, contenuta nella risoluzione 114/E pubblicata in data 28/04/2009. I contributi previdenziali rientrano, tra gli oneri deducili che sono solo quelli tassativamente elencati e previsti dalla legge.

I funzionari dell’Agenzia rilevano che, nel caso in questione, viene soddisfatta la condizione di causa-effetto, secondo la quale se la signora non avesse versato, per conto del marito, i contributi dovuti, non avrebbe potuto beneficiare del trattamento pensionistico.

Unica condizione posta dall’Amministrazione finanziaria, considerato che il titolo di pagamento è intestato al de cuius, è che dalle ricevute di versamento risulti che l’onere è stato integralmente assolto dal coniuge superstite.

Roma, 28 aprile 2009

In Allegato Risoluzione del 28/04/2009 n. 114




Prodotti consigliati per te

54,00 € + IVA
45,90 € + IVA
24,00 € + IVA
20,40 € + IVA

Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)