HOME

/

FISCO

/

DETERMINAZIONE IMPOSTA IRAP

/

IRAP: LE REGIONI NON POSSONO VARIARE L'ALIQUOTA A MENO DI CASI ESPRESSAMENTE PREVISTI

2 minuti, Redazione , 19/02/2021

IRAP: le regioni non possono variare l'aliquota a meno di casi espressamente previsti

Il MEF chiarisce i casi in cui l'aliquota IRAP delle regioni può essere maggiorata nelle ipotesi in cui le maggiorazioni scattano automaticamente per legge

Con Risoluzione n 1 del 17 febbraio 2021 il Ministero dell'Economia e delle finanze risponde a quesiti relativi alla possibilità di maggiorare l'aliquota IRAP

In particolare si chiedeva se fosse possibile maggiorare l'aliquota nelle regioni Calabria e Molise, nelle quali vi è un piano di rientro dai deficit sanitari. 

Il MEF chiarisce che l’aliquota Irap relativa alle pubbliche amministrazioni è stabilita dalla legge e non è manovrabile dalle Regioni. 

Si chiedeva se fosse possibile maggiorare l'aliquota IRAP dello 0,15% rispetto alla aliquota applicabile alle Amministrazioni pubbliche pari all' 8,5%

Il MEF ha innanzitutto ripercorso la normativa specifica in materia ricordando che le aliquote IRAP sono individuate dall'art. 6 del Dlgs 446/1997 comma 1 che stabilisce che l'imposta è determinata applicando al valore della produzione netta l'aliquota ordinaria, attualmente del 3,9%, salvo quanto previsto dal comma 2 che fissa per le Amministrazioni pubbliche l'aliquota all'8,5%

Inoltre "La manovrabilità in aumento delle aliquote è disciplinata dal comma 3 dello stesso art. 16 del D.Lgs. n. 446 del 1997 che consente alle Regioni ed alle Province autonome di variare fino ad un massimo di 0,92 punti percentuali le sole aliquote “di cui al comma 1 e 1-bis”, eventualmente differenziandole per settori di attività e per categorie di soggetti passivi. 

Da ciò si evince che non è possibile per gli enti impositori aumentare le aliquote speciali di cui al comma 2 ossia quella dell'8.5%

Cosa peraltro confermata dalla Corte Costituzionale con sentenza n 357 del 2010  che ha chiarito che la facoltà di variazione è riferibile alla sola aliquota ordinaria e non a quelle speciali.

L'IRAP non è un tributo regionale ma è un tributo statale attribuito alle regioni perciò queste ultime possono effettuare manovre di variazione nell'ambito dei poteri consentiti dalla disciplina nazionale.

La Risoluzone n 1 effettua una ricognizione dei casi in cui le variazioni siano possibili e in particolare in riferimento agli automatismi fiscali richiamati dall'art 5 comma 4 Dlgs 68/2011 nel quale si evidenzia che “restano fermi gli automatismi fiscali previsti dalla vigente legislazione nel settore sanitario nei casi di squilibrio economico, nonché le disposizioni in materia di applicazione di incrementi delle aliquote fiscali per le regioni sottoposte ai Piani di rientro dai deficit sanitari”

Gli articoli seguenti:

  • articoli 1, comma 174, legge 311/2004 
  • articolo 2, comma 80, legge 191/2009
  • art 2 comma 86 legge 191/2009

fanno espresso riferimento ai casi in cui le maggiorazioni sono possibili, però secondo quanto chiarito le maggiorazioni si rendono applicabili nel caso del deficit sanitario, solo alle aliquote suscettibili di variazioni scattate automaticamente per legge.

Le due Regioni sottoposte ai piani di rientro dai deficit  sanitari non possono applicare la maggiorazione dello 0,15 % all'aliquota dell'8,5% perchè l'incremento può avvenire solo per le maggiorazioni scattate per legge.

Allegato

Risoluzione n 1 MEF IRAP Amministrazioni pubbliche 17 febbraio 2021

Tag: BASE IMPONIBILE BASE IMPONIBILE DETERMINAZIONE IMPOSTA IRAP DETERMINAZIONE IMPOSTA IRAP

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

LE RIFORME DEL GOVERNO DRAGHI · 11/10/2021 Riforma fiscale 2021: si va verso l'addio all'IRAP

Imposta Regionale Attività Produttive: la legge delega della riforma fiscale ne prevede il superamento

Riforma fiscale 2021: si va verso l'addio all'IRAP

Imposta Regionale Attività Produttive: la legge delega della riforma fiscale ne prevede il superamento

Riforma fiscale: novità per forfettari e IRPEF. Si va verso il superamento dell' IRAP

Riforma del fisco 2021: rimodulazione del regime forfettario, nuove aliquote IRPEF, eliminazione dell'IRAP, riduzioni dell'IRES. Oggi in discussione in Cdm

Esonero IRAP e mancata compilazione del quadro IS: come ravvedersi

Con Risoluzione le Entrate riportano istruzioni sulla compilazione del quadro IS per l'agevolazione IRAP di cui allart.24 DL34/2020 e come ravvedere con sanzioni

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.