HOME

/

FISCO

/

ANTIRICICLAGGIO E USO CONTANTE 2023

/

ANTIRICICLAGGIO: MEF, BANKITALIA E UIF PUBBLICANO LE FAQ SUI TITOLARI EFFETTIVI

Antiriciclaggio: Mef, Bankitalia e Uif pubblicano le faq sui titolari effettivi

Nuovi chiarimenti sui criteri di individuazione della titolarità effettiva nelle società di capitali

Ascolta la versione audio dell'articolo

Nell’ipotesi in cui vi sia una situazione di proprietà diretta o indiretta da parte di una o più persone fisiche, la stessa o le stesse sono da qualificarsi come titolari effettivi

Al c.d. “criterio del controllo”, invece, si fa ricorso esclusivamente in via subordinata, nelle ipotesi in cui l’esame dall’assetto proprietario non consenta di individuare i soggetti a cui è attribuibile la proprietà diretta o indiretta dell’ente

È quanto si apprende dalle nuove FAQ pubblicate dal MEF, Bankitalia e UIF, recanti una raccolta di chiarimenti in materia di titolarità effettiva, che hanno fornito, tra gli altri punti, alcune delucidazioni sull’ordine di successione nell’applicazione dei criteri definiti dal D.lgs n° 231/07 ai fini dell’individuazione dei titolari effettivi di società di capitali.

In vista della prossima scadenza dei termini per la comunicazione dei dati sulla titolarità effettiva (obbligo sancito dal D.lgs n° 231/07 e dal D.M. n° 55 dell’11 marzo 2022), quindi, i vari soggetti obbligati possono consultare le nuove FAQ in materia che si aggiungono alle informazioni di supporto disponibili, già da tempo, sul portale “Titolare Effettivo” del Registro Imprese.

Ti potrebbero interessare le schede: Antiriciclaggio Studio - Schede di lavoro (excel)

Notizie di Fisco e Tasse gratis. Vai al canale WhatsApp di FISCOeTASSE.com

1) Individuazione dei titolari effettivi di società di capitali

Come avanti accennato, uno dei punti chiariti dalle FAQ a cura delle suddette Istituzioni, riguarda l’applicazione dei criteri da adottare per l’individuazione dei titolari effettivi delle società di capitali; aspetto che, a livello normativo, è disciplinato dall’articolo 20 del D.lgs n° 231/07. 

Nello specifico, il comma 1 del richiamato articolo stabilisce che il titolare effettivo di “clienti” diversi dalle persone fisiche coincide con la persona fisica o le persone fisiche cui, in ultima istanza, è attribuibile la proprietà diretta o indiretta dell’ente ovvero il relativo controllo.

In riferimento a tale aspetto, occorre specificare che ai sensi del comma 2, art. 20, del D.lgs n° 231/07:

  • costituisce indicazione di proprietà diretta, la titolarità di una partecipazione superiore al 25% del capitale del cliente, detenuta da una persona fisica;
  • costituisce indicazione di proprietà indiretta, la titolarità di una percentuale di partecipazioni superiore al 25% del capitale del cliente, posseduto per il tramite di società controllate, società fiduciarie o per interposta persona.

Secondo il comma 3 del medesimo articolo, invece, il controllo rilevante ai fini dell’individuazione della titolarità effettiva è riconducibile:

  • al controllo della maggioranza dei voti esercitabili in assemblea;
  • al controllo dei voti sufficienti per esercitare un’influenza dominante in assemblea
  • all’esistenza di particolari vincoli contrattuali che consentano di esercitare un’influenza dominante.
Ti potrebbero interessare:

2) Titolare effettivo società di capitali: criterio di proprietà e criterio del controllo

Ciò detto, le FAQ de quo specificano che il c.d. criterio della proprietà e il c.d. criterio del controllo di cui ai commi 2 e 3 dell’art. 20 del d.lgs. 21 novembre 2007, n. 231 trovano applicazione secondo l’ordine indicato dalla norma. 

Pertanto, nel caso in cui la società di capitali presenti una situazione di proprietà rilevante (diretta o indiretta) da parte di una o più persone fisiche, queste sono da qualificarsi come titolari effettivi (comma 2). 

Al “criterio del controllo”, invece, si farà ricorso soltanto in via subordinata, “nelle ipotesi in cui l’esame dell’assetto proprietario non consenta di individuare in maniera univoca la persona fisica o le persone fisiche cui è attribuibile la proprietà diretta o indiretta dell’ente” (comma 3).

Non sfugga, inoltre, che in ultima istanza e nel caso in cui l’applicazione di entrambi i precedenti criteri non abbia consentito di identificare il titolare effettivo, bisogna applicare il c.d. “criterio residuale” di cui al comma 5 del medesimo articolo 20. Secondo tale comma il titolare effettivo coincide con la persona fisica o le persone fisiche titolari, conformemente ai rispettivi assetti organizzativi o statutari, di poteri di rappresentanza legale, amministrazione o direzione della società o del cliente comunque diverso dalla persona fisica.

Ti potrebbero interessare:
Fonte immagine: Foto di Steve Buissinne da Pixabay
La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

ANTIRICICLAGGIO E USO CONTANTE 2023 · 18/05/2024 Antiriciclaggio: dal Consiglio di Stato nuovo stop al registro dei titolari effettivi

Rinviata al 19 settembre 2024 l’udienza per la discussione di merito sulla legittimità delle misure in materia di Registro dei Titolari Effettivi

Antiriciclaggio: dal Consiglio di Stato nuovo stop al registro dei titolari effettivi

Rinviata al 19 settembre 2024 l’udienza per la discussione di merito sulla legittimità delle misure in materia di Registro dei Titolari Effettivi

Registro Titolare Effettivo: il Consiglio di Stato ne sospende l'operatività

Registro titolari effettivi: Assofiduciaria ricorre al Consiglio di Stato per sospensione dell'adempimento. Accolta la sospensione fino a settembre

Comunicazione Titolare effettivo: calendario degli adempimenti

Invio Dati Titolare effettivo riepilogo delle regole: i dati vanno confermati entro 12 mesi dalla prima comunicazione e comunicati entro 30 giorni se variano in corso d'anno

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2024 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.