Domanda e Risposta Pubblicato il 04/10/2019

In che misura sono dovute le imposte ipotecarie e catastali?

Monete

Le imposte ipotecarie e catastali sono sempre dovute quando nell'attivo ereditario ci sono beni immobili

Quando nell’attivo ereditario ci sono beni immobili o diritti reali immobiliari, oltre all’imposta di successione sono dovute anche le imposte ipotecaria e catastale.
Queste, sono pari, rispettivamente, al 2 per cento e all’1 per cento del valore degli immobili, con un versamento minimo di 200 euro.

Se il valore è dichiarato in misura non inferiore a quello determinato su base catastale, l’Ufficio non può procedere alla rettifica di valore. Se all’interno dell’asse ereditario vi è un immobile (non di lusso) che andrà destinato come “prima casa”, è previsto il pagamento dell’imposta ipotecaria e catastale in misura fissa (200 euro per ciascuna imposta).
L’agevolazione spetta se il beneficiario (ovvero, nel caso di immobili trasferiti a più beneficiari, almeno uno di essi), ha i requisiti necessari per fruire dell’agevolazione cd. “prima casa”.

Riepilogando:

TIPOLOGIA DEL BENE

IMPOSTA DI TRASCRIZIONE
IMPOSTA CATASTALE
PRIMA CASA

€ 200,00

€ 200,00

ALTRI IMMOBILI
2%
(versamento minimo 200,00 euro)
1%
(versamento minimo 200,00 euro)
ALTRI BENI
-
-



Prodotti consigliati per te

54,00 € + IVA
45,90 € + IVA
24,00 € + IVA
20,40 € + IVA

Commenti

Se la legge recita "Quando nell'attivo ereditario ci sono beni immobili ... ecc." vuol dire che se nell'attivo ereditario non ci sono beni immobili ... ecc. le imposte ipotecarie e catastali non sono dovute?

Commento di Paola (11:47 del 03/03/2016)

Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)