HOME

/

FISCO

/

ANTIRICICLAGGIO E USO CONTANTE 2022

/

C'È UN LIMITE PER IL TRASFERIMENTO DI DENARO CONTANTE ALL’ESTERO?

C'è un limite per il trasferimento di denaro contante all’estero?

Trasferimenti di contante all'estero senza comunicazione all'Agenzia delle Dogane solo sotto i 10 mila euro.

SI,  anche se il trasferimento di contante all'estero è sempre  possibile, c'è il limite di 9.999,99 euro oltre il quale  la somma va dichiarata all'Agenzia delle Dogane. In base all'art. 3, comma 1 del D.lgs 195 del 2008, infatti, tutti i soggetti che trasportano fuori dal territorio nazionale una somma pari o superiore a 10mila euro  sono tenuti a comunicarlo ai funzionari delle Dogane con una autodichiarazione (come da modello disponibile sul sito dell’agenzia delle Dogane).

Oltre a banconote e monete  sono  inclusi travellers' cheques e assegni firmati ma privi del nome del beneficiario .

Sono invece esclusi , e quindi trasferibili senza essere dichiarati :

  • i  vaglia postali o cambiari, 
  • gli assegni postali, bancari o circolari che riportino il nome del beneficiario e la clausola di non trasferibilita.

La comunicazione deve riportare:
• le generalità del contribuente che effettua il trasferimento e di chi eventualmente lo riceve,
• la provenienza dei fondi trasferiti,
• il possibile utilizzo  .

La dichiarazione può essere consegnata in forma scritta, al momento del passaggio presso gli uffici doganali, oppure può essere trasmessa telematicamente all’Agenzia delle Dogane, prima di attraversare la frontiera. In questo caso si dovrà tenerne una copia con se con il numero di registrazione attribuito dal servizio telematico.

 In caso di trasferimenti di contante effettuati a mezzo posta la dichiarazione viene consegnata alle Poste (o altro fornitori del servizio) all`atto della spedizione, questi ultimi devono rilasciare una ricevuta e trasmettere la dichiarazione in via telematica all` Agenzia delle Dogane entro sette giorni.

Attenzione anche agli obblighi dichiarativi delle somme detenute all'estero. Se la somma detenuta all'estero supera 15000 euro occorre indicarli nel quadro RW della dichiarazione dei redditi ai fini del monitoraggio. Se la giacenza media all'estero è almeno pari a 5000 euro è dovuta anche l'imposta patrimoniale IVAFE.

Ti consigliamo per approfondire la Guida alla compilazione del Quadro RW 2019 (eBook)

puo esserti utile anche l'ebook Guida operativa antiriciclaggio (eBook 2019)

Tag: ANTIRICICLAGGIO E USO CONTANTE 2022 ANTIRICICLAGGIO E USO CONTANTE 2022

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA
Commenti

giuseppe - 10/12/2013

Trasferimenti di contante all'estero senza comunicazione all'Agenzia delle Dogane solo sotto i 10 mila euro vedi all'art. 3, comma 1 del D.lgs 195 : gli assegni emessi all'estero che recano il nome del beneficiario e sono inviati al dopo incasso dalla banca italiana del beneficiario vanno dichiaratio in dogana? grazie

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

ANTIRICICLAGGIO E USO CONTANTE 2022 · 29/06/2022 Controlli sul denaro contante: Trasferimenti in oro e disciplina valutaria

Con l’attuazione del Regolamento UE relativo ai controlli sul denaro contante, in arrivo modifiche alla disciplina nazionale in materia di oro (Legge n° 7/2000)

Controlli sul denaro contante: Trasferimenti in oro e disciplina valutaria

Con l’attuazione del Regolamento UE relativo ai controlli sul denaro contante, in arrivo modifiche alla disciplina nazionale in materia di oro (Legge n° 7/2000)

Antiriciclaggio: le regole per i consulenti del lavoro

Il Consiglio nazionale dei consulenti del lavoro detta le regole tecniche in materia di verifiche antiriciclaggio e lotta al terrorismo ( decreto legisl. 231 2007) Ecco il testo

Antiriciclaggio e registro titolari effettivi: in Gazzetta il decreto MEF

Prosegue l’attuazione delle Direttive europee in tema di contrasto dei fenomeni di riciclaggio e finanziamento del terrorismo.

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.