Incentivi per la formazione professionale nel settore dell'autotrasporto

Autotrasporto e gli incentivi per la formazione professionale

di Dott. Giovanni Barra 1 CommentoIn Attualità, Parliamo di ...

Il Decreto del 31/07/2015 del Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti, pubblicato in G.U. n. 211 dell’11/09/2015, disciplina le modalità di erogazione di contributi a favore delle iniziative di formazione professionale nel settore autotrasporto.

Gli incentivi in esame sono erogati nell’ambito degli interventi previsti dall’art. 83-bis del D.L. 112/2008 (L. 133/2008), recante misure per la tutela della sicurezza stradale e della regolarità del mercato dell’autotrasporto di cose per conto terzi.

La L. 190/2014 ha previsto per il settore autotrasporto una dotazione finanziaria di euro 250 milioni annui, con decorrenza 2015, da destinare all’aumento della competitività e razionalizzazione del sistema dell’autotrasporto. Le risorse destinate a iniziative di formazione professionale ammontano a 10 milioni di euro.

Le risorse destinate al settore hanno subito una significativa riduzione negli anni in quanto il budget a loro disposizione era di gran lunga superiore a quello attuale.

L’unica consolazione, allo stato attuale, rimane quella di aver reso strutturale tale intervento per il triennio successivo salvo non aspettarsi ulteriori tagli imposti dalla revisione della spesa che negli anni ha coinvolto molti settori.

 

Destinatari e Finalità
Destinatari degli incentivi
sono le imprese di autotrasporto di merci per conto di terzi, iscritte al Registro Elettronico Nazionale, quelle che esercitano la professione esclusivamente con veicoli di massa complessiva fino a 1,5 tonnellate, iscritte all’Albo nazionale degli autotrasportatori di cose per conto di terzi, nonché le strutture societarie iscritte nella sezione speciale dell’albo degli autotrasportatori, i cui titolari, soci, amministratori, nonché dipendenti, partecipano ad iniziative di formazione o aggiornamento professionale rivolte all’acquisizione di competenze adeguate alla gestione d’impresa ed alle nuove tecnologie.

I corsi di formazione previsti per l’accesso alla professione sono esclusi dagli incentivi in esame che hanno invece la finalità di accrescere la competitività e il livello di sicurezza stradale e di sicurezza sul lavoro.

La realizzazione delle iniziative avviene mediante piani formativi aziendali, oppure interaziendali, territoriali o strutturati per filiere; in questo caso sono previsti specifici adempimenti da parte delle imprese coinvolte nelle attività da realizzare previste dal decreto ministeriale 6 novembre 2009.

Il decreto ministeriale rinvia all’art. 31 del Regolamento (CE) n. 651/2014 l’intensità del contributo, le relative maggiorazioni ed i costi ammissibili.
Il contributo massimo erogabile per l’attività formativa è fissato in euro 150.000 per impresa, salvo diversa ripartizione in presenza di raggruppamento di imprese e diversa proporzione in caso di esaurimento delle risorse disponibili

 

Avvio dell’attività formativa e Termine di presentazione delle domande

L’avvio dell’attività formativa è previsto dal 1° dicembre 2015 e deve terminare entro il 31 maggio 2016.
La presentazione delle domande avviene a partire dal 28 settembre 2015 ed entro il termine perentorio del 30 ottobre 2015, in base alle modalità che saranno pubblicate, a partire dal 14 settembre 2015, sul sito del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti nella sezione Autotrasporto Contributi ed Incentivi.

 

Spese ammissibili ed erogazione del contributo
I costi ammessi sono specificati nell’art. 2 del decreto e in particolare si tratta dei costi della docenza, di materiali e forniture, di ammortamento degli strumenti e delle attrezzature,  di consulenza e spese generali indirette.
Tra i costi agevolabili emergono anche quelli di preparazione ed elaborazione del piano formativo sostenuti prima della data di inizio ma successivamente alla data dell’11/09/2015.

Il contributo verrà erogato al termine della realizzazione del progetto di formazione previo invio entro il 10/06/2016 di apposita rendicontazione dei costi sostenuti.

Autore dell'articolo
identicon

Dott. Giovanni Barra

Giovanni Barra nato ad Angri (Sa) il 21 novembre 1974, esercita la professione di Dottore Commercialista e Revisore Legale dei Conti, ed è iscritto all'Albo dei Dottori Commercialisti. Laureato in Economia e Commercio presso l'Università degli Studi di Salerno. Esperto in consulenza tributaria e fiscale, nella redazione di pareri fiscali e di agevolazioni fiscali e finanziarie, nazionali e comunitarie.

Comments 1

  1. Pingback: Settore autotrasporto: fase operativa degli incentivi - FISCOeTASSE.com Blog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *