La settimana fiscale dal 16 al 20 aprile 2012

di Dott. Ernesto Zamberlan 1 CommentoIn IUC (Imu - Tasi - Tari), Parliamo di ..., Settimana del Fisco

Amici e Colleghi,

ben ritrovati! Vediamo insieme le principali novità fiscali di questa settimana.

Il Decreto fiscale (D.L. n. 16/2012) ha incassato l’ok della Camera ed ora è tornato all’esame del Senato, che dovrà ratificare il testo entro una settimana. Tra le ultime misure approvate alla Camera degne di nota sono sicuramente quelle relative all’IMU. L’IMU, infatti, si potrà pagare in 3 rate (18 giugno, 17 settembre e, a saldo, 17 dicembre) anziché in 2 a scelta del contribuente, ma solo per la prima casa, mentre per le altre case il pagamento resta in 2 rate. In alternativa al modello F24, inoltre, si potranno utilizzare anche i bollettini postali, ma solo per la rata di dicembre, in quanto il bollettino potrà entra in campo solo dal 1° dicembre prossimo. Ci potrà essere una sola detrazione di € 200 per nucleo familiare per l’abitazione principale.
In caso di separazione, l’IMU dovrà essere pagata da chi continua ad abitare nella casa, indipendentemente da chi ne è il proprietario. La dichiarazione IMU dovrà essere presentata entro il 30 settembre 2012 da parte dei soggetti che hanno acquistato un immobile dal 1° gennaio 2012 in poi.
Per le case degli anziani che ora abitano in istituti di riposo, se non locate sono considerate alla stregua di abitazioni principali, se locate lo Stato rinuncia alla propria quota di IMU.
E’ stata prevista, poi, l’esenzione dei fabbricati rurali strumentali situati nei Comuni montani o parzialmente montani, anche se il Governo potrà rivedere l’elenco dei Comuni in modo da riservare l’esenzione solo a quelli che si trovano in zone realmente disagiate. Le aliquote di riferimento per il calcolo dell’IMU potranno essere adeguate fino a dicembre in base al gettito derivante dall’acconto ed ai risultati del processo di accatastamento dei fabbricati.
E’ stata approvato anche la proposta di una nuova proroga dal 16 maggio al 16 luglio 2012 del termine per il versamento dell’imposta di bollo sui capitali già scudati. Si tratterebbe della seconda proroga, essendo l’adempimento già stato fatto slittare dal 16 febbraio al 16 maggio 2012 dal Decreto fiscale stesso.

Il 16 aprile 2012 il Consiglio dei Ministri ha approvato il testo del Disegno di legge della Delega fiscale, con cui intende attuare una riforma del fisco che garantisca maggiore equità. L’Ires potrà essere sostituito dalla nuova Iri, Imposta sul Reddito Imprenditoriale, la quale si applicherebbe a tutte le attività di impresa e professionali. Il reddito che l’imprenditore o il professionista ritrae dall’impresa o dalla studio professionale come remunerazione del proprio contributo lavorativo verrà tassato come reddito ordinario Irpef. La scelta se tassare il reddito aziendale separatamente da quello personale spetterà all’imprenditore (o professionista).

Nel testo del Ddl sulla Delega fiscale approvato ieri dal Consiglio dei Ministri è contenuta anche la riforma del Catasto, che prenderà a riferimento i metri quadrati anziché i vani dell’immobile. Il valore unitario specifico del metro quadrato sarà definito, attraverso un algoritmo, in base al valore di mercato tenendo conto di vari fattori.

Il Ministro dello Sviluppo Economico ha predisposto la bozza di uno schema di Decreto legge denominato “Misure urgenti in materia di riordino degli incentivi per la crescita e lo sviluppo sostenibile”. Il decreto, composto da 14 articoli più un allegato, sarà uno dei primi provvedimenti del “piano crescita” ad essere varato, sicuramente entro giugno. Il testo contiene la previsione di un nuovo credito d’imposta per la ricerca nel triennio 2012-2014, un bonus fiscale del 30% per le imposizioni Ires e Irap fino ad un credito d’imposta massimo di € 450.000, un Progetto di riconversione e riqualificazione industriale, l’abrogazione di 40 norme e lo spostamento delle risorse che dovessero emergere verso obiettivi selezionati.

E’ stato approvato in prima lettura alla Camera un Disegno di legge che disciplina le professioni non ordinistiche (o non protette), ovvero quelle attività non riservate per legge a soggetti iscritti in albi o elenchi. Per tutelare i consumatori e garantire la trasparenza sul mercato, le associazioni professionali potranno rilasciare agli iscritti attestazioni che certifichino l’iscrizione del professionista all’associazione, gli standard qualitativi, le garanzie fornite all’utente (attivazione di uno sportello e possesso di polizza assicurativa per la responsabilità professionale). La certificazione sarà affidata a norme tecniche UNI.

Con provvedimento del 13 aprile 2012, pubblicato però il 16 aprile, l’Agenzia delle Entrate ha prorogato dal 30 aprile al 15 ottobre 2012 la scadenza per lo spesometro relativo agli acquisti di importo pari o superiore a € 3.600 effettuati dal 6 luglio al 31 dicembre 2011 e pagati mediante dispositivi Pos (carte di credito, bancomat, carte prepagate). Resta, invece, ferma la scadenza del 30 aprile 2012 per gli altri soggetti tenuti alla comunicazione delle operazioni 2011.

Con un augurio di buon lavoro

Autore dell'articolo
identicon

Dott. Ernesto Zamberlan

Iscritto all'Albo dei Dottori Commercialisti di Padova dal 1994 - Revisore Legale dei Conti. Svolge la propria attività dall'anno di iscrizione all'albo nei confronti di: società di persone e di capitali, artigiani, professionisti e associazioni di categoria. Fondatore del sito www.fiscoetasse.com assieme alla collega Rag. Luigia Lumia per promuovere nella professione i nuovi strumenti informatici di aggiornamento e comunicazione.

Comments 1

  1. CONSIDERATO CHE LA CAMERA DEI DEPUTATI HA POCO LAVORO NONSI CAPISCE PERCHE’ NON SI APPROVA DEFINITIVAMENTE LA NUOVA LEGGE SUL CONDOMIONIO .TANTO NECESSARIA ED A COSTO ZERO . SOLLECITARE CON UNA VASTA CAMPAGNA GIORNALISTICA E DEI MEDIA SE SI PUO’-GRAZIE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *