La settimana fiscale dal 14 al 18 Maggio 2012

di Dott. Ernesto Zamberlan CommentaIn Parliamo di ..., Settimana del Fisco

Amici e Colleghi, ben ritrovati! Ecco come al solito le principali novità fiscali della settimana.

 L’Agenzia delle Entrate ha reso disponibile dal 10 maggio scorso sul proprio sito Internet il pacchetto informatico che i sostituti d’imposta dovranno utilizzare per compilare e controllare i modelli 770/2012 ordinario e semplificato.  L’invio dei modelli dovrà avvenire entro il 31 luglio 2012. Il 770 deve essere presentato anche dai condomini, dalle persone fisiche che hanno imprese commerciali o agricole, dagli artigiani e dai professionisti, dai curatori fallimentari, dai commissari liquidatori, dagli eredi che non proseguono l’attività del sostituto d’imposta deceduto.

Da lunedì 14 maggio sono anche disponibili, sempre sul sito dell’Agenzia delle Entrate, gli elenchi dei possibili beneficiari della ripartizione del 5 per mille relativo all’anno d’imposta 2011. Gli elenchi pubblicati riguardano enti del volontariato, enti della ricerca scientifica e dell’Università, enti della ricerca sanitaria, associazioni sportive dilettantistiche riconosciute dal Coni a fini sportivi che svolgono una rilevante attività di carattere sociale.

Assonime ha pubblicato la Circolare n. 11/2012, che illustra le novità introdotte dal Decreto fiscale (D.L. n. 16/2012) esul limite di € 500 a partire dal quale è dovuta la comunicazione delle operazioni con Paesi black list,  l’associazione precisa che tale limite va verificato con riferimento ad ogni singola operazione, ma comunque non si applica alcuna sanzione se si indicano anche operazioni al di sotto della soglia di € 500.

Importante la sentenza  n. 7344 della Corte di Cassazione depositata l’11 maggio 2012, lche ha affermato che, nonostante l’elenco tassativo degli atti impugnabili di cui all’art. 19, D. Lgs. n. 546/1992, il contribuente può impugnare anche atti diversi da quelli indicati in tale elenco, purché esprimano una compiuta pretesa tributaria, quindi anche gli avvisi bonari, senza necessità di attendere che la stessa si vesta della forma autoritativa propria di uno degli atti elencati. La sentenza della Cassazione si contrappone al parere espresso più volte dall’Agenzia delle Entrate, per la quale gli avvisi bonari non sono impugnabili, in quanto, come spiega nella Risoluzione n. 110/E del 22.10.2010, non contengono una pretesa tributaria definita, ma sono solo un semplice invito a fornire chiarimenti in via preventiva.

Con un’altra sentenza, invece, la n. 7679 depositata il 16 maggio 2012, la Cassazione ha affermato che, se nel corso di un contenzioso tributario, una società si estingue, il contenzioso può proseguire nei confronti del socio, ma a condizione e nei limiti in cui egli abbia percepito somme dalla liquidazione. L’onere della prova è in capo all’Amministrazione finanziaria.

 Entro il mese di maggio il Fisco invierà a circa un milione di contribuenti le lettere con la richiesta della documentazione relativa alle dichiarazioni dei redditi del periodo d’imposta 2009, per effetto dei controlli formali sulle dichiarazioni ex art. 36-ter del D.P.R. n. 600/1973. Il controllo formale, infatti, avviene entro il 31.12 del secondo anno successivo alla presentazione della dichiarazione.

Con il Decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze del 4 maggio 2012, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 12 maggio, è stata prevista la possibilità per gli Ordini di essere interfaccia dei propri iscritti nel ricevere le indicazioni di anomalia a fini antiriciclaggio riscontrate dai professionisti. In tal modo, le segnalazioni antiriciclaggio all’Uif (Unità di informazione finanziaria) diventano , di fatto , anonime .

Con Provvedimento del direttore dell’Agenzia delle Entrate pubblicato il 14 maggio 2012, sono state integrate le Avvertenze di ruoli e cartelle dell’Agenzia delle Dogane, aggiornandole alle ultime novità sul processo tributario. In particolare, sono ora riportate le informazioni sul nuovo obbligo di pagamento del contributo unificato per i ricorsi notificati dal 7 luglio 2011, in sostituzione dell’imposta di bollo.

Approvato nel frattempo in via definitiva il Decreto “salva commissioni bancarie”. Il testo prevede la non applicazione delle commissioni d’istruttoria veloce ai conti corrente in rosso delle famiglie, purchè lo sconfinamento non sia superiore a € 500 e non permanga per più di una settimana. Lo sconfinamento deve, inoltre, avvenire una sola volta nel trimestre. L’esenzione non si applica a società professionisti e imprenditori.

Sempre in merito ai conti correnti,  la bozza di Decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze che sta per essere emanato prevede che l’imposta di bollo di € 34,20 sul conto titoli e sui conti correnti non si applica se il conto è in rosso. Si applica, invece, se si hanno più rapporti sotto i € 5.000 e la somma di tali rapporti supera detta soglia. La soglia di giacenza vale, però, solo per le persone fisiche.

Ancora: dal 17 maggio  finalmente è online il software  per Unico PF e Irap 2012. Grazie alla tecnologia utilizzata dall’Agenzia delle Entrate i software per la compilazione di Unico PF e Irap 2012 garantiscono applicazioni sempre aggiornate.

Per finire un’anticipazione: sono in arrivo arrivo incentivi fiscali per le polizze anticalamità. Nel decreto di riforma della protezione civile  approvato il 15 maggio e apporvato ieri in Gazzetta si annuncia  un decreto dai ministeri competenti entro il 15 agosto per favorire con agevolazioni fiscali l’ampliamento delle coperture sui rischi di calamità naturali nelle polizze casa.

 

Autore dell'articolo
identicon

Dott. Ernesto Zamberlan

Iscritto all'Albo dei Dottori Commercialisti di Padova dal 1994 - Revisore Legale dei Conti. Svolge la propria attività dall'anno di iscrizione all'albo nei confronti di: società di persone e di capitali, artigiani, professionisti e associazioni di categoria. Fondatore del sito www.fiscoetasse.com assieme alla collega Rag. Luigia Lumia per promuovere nella professione i nuovi strumenti informatici di aggiornamento e comunicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *