La settimana del fisco dal 30 aprile al 4 maggio 2018

di Dott. Ernesto Zamberlan CommentaIn Parliamo di ..., Settimana del Fisco

Cari amici buongiorno  ben trovati eccoci alle  novità della settimana , dominata dai provvedimenti sulla Fattura elettronica.
Il 30 aprile 2018 l’Agenzia delle Entrate ha pubblicato il Provvedimento e le Specifiche tecniche per le modalità di emissione della fattura elettronica, e la Circolare 8/E con i chiarimenti per la e-fattura nel caso di cessioni di carburanti.  Com’è noto infatti la fattura elettronica entrerà in vigore per tutti i contribuenti privati dal 1° gennaio 2019 ma per le cessioni di carburanti e subappalti PA la data è anticipata al 1° luglio 2018. La fattura non potrà quindi piu’ essere manuale ma viaggerà solo elettronicamente  La fattura elettronica sarà gestita dal sistema SDI   interscambio certificato, e sarà recapitata previo controllo della presenZa dei dati minimi – entro 5 giorni – mentre  al soggetto che l’ha inviata verrà fornita una “ricevuta di consegna” del file e solo in quel momento si considererà emessa.

Dichiarazione dei redditi 2018: guida delle Entrate
Pubblicata dall’Agenzia delle Entrate la corposa guida sulle dichiarazioni dei redditi 2018 delle persone fisiche. In particolare nelle 360 pagine della Circolare 7/E del 27 aprile 2018 vengono forniti chiarimenti sugli oneri detraibili, gli oneri deducibili, i crediti d’imposta e altri elementi rilevanti per la compilazione della dichiarazione e per l’apposizione del visto di conformità. Già lo scorso anno, con la Circolare n. 7/E del 4 aprile 2017 era stata pubblicata la prima “Guida alla dichiarazione dei redditi delle persone fisiche”. La Circolare 7/2018 aggiorna quella dell’anno precedente tenendo conto delle novità normative ed interpretative intervenute relativamente all’anno d’imposta 2017. La Circolare contiene, inoltre, l’elencazione della documentazione che i contribuenti devono esibire al CAF o al professionista abilitato al fine dell’apposizione del visto di conformità e che possono essere richiesti in sede di controllo documentale.

 Studi di Settore e Parametri 2018: online i software GERICO e Parametri
Sono disponibili sul sito dell’Agenzia delle Entrate, nella versione del 30.04.2018, i software “Gerico 2018” e “Parametri 2018”. In particolare, il Software

¨         GERICO 2018 consente il calcolo della congruità, tenuto conto della normalità economica, della coerenza economica e dell’effetto dei correttivi “crisi”, per i 193 studi di settore applicabili per il periodo d’imposta 2017 .

¨        Parametri 2018 consente di determinare sulla base di parametri contabili ricavi o compensi realizzabili da parte dei contribuenti esercenti attività d’impresa o arti e professioni per le quali non risultano approvati gli studi di settore (oppure operano condizioni di inapplicabilità non estensibili ai parametri).

IMU e TASI 2018: pubblicati i coefficienti per il gruppo catastale D
Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 99 del 30 aprile 2018 il decreto del MEF con l’aggiornamento dei coefficienti, per i fabbricati appartenenti al gruppo catastale D ai fini del calcolo dell’Imposta municipale propria e del Tributo per i servizi indivisibili. In particolare, ai fini IMU e TASI per l’anno 2018, la determinazione del valore dei fabbricati censiti nel gruppo catastale D ha come coefficiente di aggiornamento 1, 01.

Bonus quotazione: firmato il decreto per le PMI
Bonus quotazione per le PMI che decidono di quotarsi in borsa, emanato il decreto del Mise di concerto col Mef relativo alle disposizioni attuative dell’agevolazione. Il credito d’imposta è stato introdotto dalla Legge di stabilità 2018 e prevede per le PMI che iniziano una procedura di ammissione alla quotazione in un mercato regolamentato o in sistemi multilaterali di negoziazione dopo il 1° gennaio 2018 con ammissione entro il 31 dicembre 2020 in uno stato membro dell’unione europea o dello spazio economico europeo, un credito d’imposta fino a un importo massimo del credito di 500.000 euro, pari al 50% dei costi di consulenza sostenuti fino al 2020 per la predetta finalità.

 Tax credit librerie 2018: firmato il decreto che dà il via all’agevolazione
Il Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo e il Ministro dell’Economia e delle Finanze, hanno firmato il decreto attuativo delle misure di agevolazione fiscale per le librerie (D.I. 215 del 24/04/2018) previste dalla Legge di bilancio 2018. In particolare, a decorrere dall’anno 2018, agli esercenti di attività commerciali che operano nel settore della vendita al dettaglio di libri in esercizi specializzati è riconosciuto un credito d’imposta parametrato agli importi pagati a titolo di IMU, TASI e TARI con riferimento ai locali dove si svolge la medesima attività di vendita di libri al dettaglio, nonché alle eventuali spese di locazione o ad altre spese individuate con il decreto anche in relazione all’assenza di librerie nel territorio comunale.

Passando alla recente giurisprudenza, nell’ordinanza 10006 del 24 aprile 2018, la Corte di Cassazione ha ribadito il principio unionale per cui “la mancata iscrizione al VIES non è un ostacolo al fine dell’applicazione del regime di non imponibilità IVA nelle cessioni intracomunitarie”. Nel caso di specie, la mancata iscrizione al registro VIES di un’impresa estera non è stata riconosciuta come prova dell’inesistenza dell’operazione di cessione tra le parti.
Concludiamo informando che il Consiglio dei Ministri n. 81 ha approvato il Documento di economia e finanza (DEF) 2018. Come chiarito nel comunicato stampa, “in ragione dell’attuale momento di transizione caratterizzato dall’avvio dei lavori della XVIII legislatura, il DEF approvato non contempla alcun impegno per il futuro, ma evidenzia il percorso di risanamento delle finanze pubbliche operato nel corso della passata legislatura.



Autore dell'articolo
identicon

Dott. Ernesto Zamberlan

Iscritto all'Albo dei Dottori Commercialisti di Padova dal 1994 - Revisore Legale dei Conti. Svolge la propria attività dall'anno di iscrizione all'albo nei confronti di: società di persone e di capitali, artigiani, professionisti e associazioni di categoria. Fondatore del sito www.fiscoetasse.com assieme alla collega Rag. Luigia Lumia per promuovere nella professione i nuovi strumenti informatici di aggiornamento e comunicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *