La settimana del fisco dal 2 al 6 luglio 2018

di Dott. Ernesto Zamberlan CommentaIn Parliamo di ..., Settimana del Fisco

Cari amici benritrovati, vediamo insieme le novità fiscali di questa settimana, in primo luogo il Decreto dignità.

 Semplificazioni fiscali 2018 nel decreto dignità
Redditometro, spesometro, split payment: ecco le semplificazioni fiscali contenute nel cd. Decreto dignità approvato nel corso del Consiglio dei Ministri n.8 dello scorso 2 luglio:

¨     redditometro: previsto l’aggiornamento dello strumento di accertamento del reddito delle persone fisiche grazie ad un nuovo decreto MEF che individuerà gli elementi indicativi di capacità contributiva dopo aver sentito l’ISTAT e le associazioni maggiormente rappresentative dei consumatori.  La metodica di ricostruzione induttiva del reddito complessivo sarà in base alla capacità di spesa ed alla propensione al risparmio dei contribuenti;

¨     redditometro: sospesi i controlli da effettuare sull’anno di imposta 2016 e successivi;

¨     spesometro: con specifico riferimento alle comunicazioni dei dati delle fatture, il decreto dignità fissa  i termini rispettivamente al 30 settembre del medesimo anno per il primo semestre e al 28 febbraio dell’anno successivo per il secondo semestre;

¨     split payment: abolizione per le prestazioni di servizi rese alle PA i cui compensi sono assoggettati a ritenute.

Fatturazione elettronica 2018 2019: nuova Circolare delle Entrate
Pubblicata la Circolare 13/E/2018 dell’Agenzia delle Entrate con le risposte ai quesiti delle associazioni di categoria e dei contribuenti sulla fatturazione elettronica. Di seguito i principali chiarimenti forniti nel documento di prassi:

¨     le fatture elettroniche inviate al Sistema di Interscambio con un minimo ritardo non saranno soggette a sanzioni nel caso in cui l’invio non pregiudichi la corretta liquidazione dell’imposta;

¨     è possibile un nuovo inoltro nei cinque giorni successivi alla notifica di scarto;

¨     vanno documentate con fattura elettronica tutte le operazioni effettuate tra soggetti passivi d’imposta “residenti o stabiliti” nel territorio dello Stato;

¨     la numerazione e l’integrazione della fattura elettronica possono essere effettuate con la predisposizione di un altro documento da allegare al file della fattura;

¨     è obbligatorio emettere fattura tramite il Sistema di Interscambio solo per chi opera nei confronti di una stazione appaltante pubblica, per chi è titolare di contratti di subappalto o riveste la qualifica di subcontraente.

Pretese ipotecarie 2018: versamenti con F24. Istituiti i codici tributo
Dal 1° luglio 2018 il modello “F24” è utilizzato, a seguito di notifica di avvisi di liquidazione, atti di contestazione e irrogazione di sanzioni, correlati all’esecuzione di operazioni inerenti al servizio ipotecario, prodotti successivamente alla predetta data, per il pagamento di imposta ipotecaria  imposta di bollo; tasse ipotecarie; sanzioni amministrative tributarie e spese di notifica.

A stabilirlo il Provvedimento 127680/2018 del 26 giugno, che esclude la possibilità di utilizzare in compensazione eventuali crediti derivanti dai versamenti eccedenti in relazione alle predette somme. Restano ferme le modalità di pagamento telematico dei tributi dovuti dai soggetti di cui all’articolo 10, lettera b), del testo unico delle disposizioni concernenti l’imposta di registro approvato con DpR 131/86 in relazione agli adempimenti effettuati tramite le procedure telematiche.

Per consentire il versamento delle somme mediante il modello F24, la Risoluzione 48/E/2018 del 2 luglio 2018 ha istituito  i seguenti codici tributo:

“T020” denominato “Pubblicità Immobiliare – Imposta di bollo – avviso di liquidazione”;

“T021” denominato “Pubblicità Immobiliare – Imposta ipotecaria – avviso di liquidazione”;

“T022” denominato “Pubblicità Immobiliare – Tassa ipotecaria – avviso di liquidazione”;

“T023” denominato “Pubblicità Immobiliare – Sanzione art. 16 D.lgs. n. 472/1997 – atto di contestazione e irrogazione sanzioni”.

Esperti contabili e vincoli per diventare ausiliari del Giudice
Con il Pronto Ordini 101 del 22 giugno 2018, sono stati forniti chiarimenti sulle competenze degli iscritti nella sezione B dell’Albo dei Dottori Commercialisti e degli Esperti contabili. La massima del documento è la preclusione, per gli iscritti nella sezione B dell’albo, della possibilità di richiedere l’iscrizione nell’albo dei consulenti tecnici. Rimane ferma per tali soggetti la possibilità di svolgere l’incarico qualora siano stati nominati discrezionalmente dal giudice in ragione della loro speciale competenza.

Rottamazione : nuovo Servizio CONTITU

L’Agenzia delle Entrate-Riscossione nell’ambito della cd. Rottamazione delle cartelle, ha dato il via al servizio web ContiTu che consente di ottenere nuovi bollettini Rav per pagare in via agevolata soltanto alcuni degli avvisi/cartelle contenuti nella Comunicazione delle somme dovute, che contribuenti ricevono. Se la domanda di adesione alla Definizione agevolata è stata accolta e il contribuente non intende saldare tutto l’importo, può effettuare entro la scadenza della prima rata il pagamento soltanto di alcuni debiti (cartelle/avvisi) compresi nella Comunicazione ricevuta utilizzando il servizio ContiTu.

 

 


Autore dell'articolo
identicon

Dott. Ernesto Zamberlan

Iscritto all'Albo dei Dottori Commercialisti di Padova dal 1994 - Revisore Legale dei Conti. Svolge la propria attività dall'anno di iscrizione all'albo nei confronti di: società di persone e di capitali, artigiani, professionisti e associazioni di categoria. Fondatore del sito www.fiscoetasse.com assieme alla collega Rag. Luigia Lumia per promuovere nella professione i nuovi strumenti informatici di aggiornamento e comunicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *