La settimana del fisco dal 19 al 23 febbraio 2018

di Dott. Ernesto Zamberlan CommentaIn Attualità, Parliamo di ..., Settimana del Fisco

Amici e Colleghi,Ben ritrovati! Vediamo insieme la carrellata delle principali notizie fiscali della settimana, con un nuovo documento sull’INTRASTAT 2018

INTRASTAT 2018: nuova nota dalle Dogane
In merito ai modelli INTRASTAT 2018 l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli ha pubblicato il 20 febbraio 2018 una nota di riepilogo delle novità e delle semplificazioni degli elenchi presentati per finalità statistiche (Nota 18588/RU). Si ricorda che le novità sui modelli INTRA si applicano agli elenchi riepilogativi i cui periodi di riferimento decorrono dal 1° gennaio 2018.

Comunicazione Liquidazione Iva quarto trimestre 2017: scadenza il 28 Febbraio
Entro il 28 febbraio 2018 deve essere trasmessa la comunicazione dei dati riepilogativi delle liquidazioni IVA relative al 4° trimestre 2017 (ottobre, novembre, dicembre). Tale obbligo grava sui soggetti passivi Iva (vale a dire le imprese individuali, i professionisti, gli studi associati, le società di persone, di capitali, i soggetti esteri che si sono identificati direttamente in Italia o che operano in tale ambito mediante il rappresentante fiscale, le stabili organizzazioni). Si ricorda che tra i destinatari vi sono anche le società aderenti alla procedura di liquidazione dell’Iva di gruppo.
Biglietto spettacoli dinamico: IVA in base al prezzo massimo
Con la risoluzione 15 del 15 febbraio 2018 l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti sul cd. “biglietto dinamico” nel mondo dello spettacolo. Infatti, sempre più spesso per la vendita dei biglietti si utilizza il principio del dynamic ticket pricing, assimilabile a quello già utilizzato nel settore dei trasporti aerei. L’Agenzia ha chiarito che nel caso dei biglietti dinamici per ragioni di certezza e di uniformità, ai fini IVA è corretto far riferimento al prezzo intero massimo praticato durante il periodo di vendita per la categoria di posti cui i biglietti omaggio danno diritto ad accedere.

Indennizzi contratti di prossimità: tassati se sostituiscono il reddito
Le indennità che abbiano la finalità di ristorare il lavoratore per la riduzione del salario, risultando sostitutive di reddito di lavoro dipendente, e pertanto sono da assoggettare a tassazione con conseguente obbligo da parte del soggetto erogante di operare le ritenute. E’ questo il fulcro della Risoluzione dell’Agenzia delle Entrate 16 del 15.2.2018.

Cessione del credito: l’imposta sostitutiva non dipende dal cessionario
Con la Risoluzione 17/e del 16.2.2018 l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti sull’ambito soggettivo dell’imposta sostitutiva. In particolare, è stato chiarito che l’atto di cessione del credito derivante da un finanziamento soggetto ad imposta sostitutiva, e di trasferimento della relativa garanzia ipotecaria può beneficiare dell’effetto sostitutivo.

Legge di stabilità 2018: ecco il codice tributo per le novità sui carburanti
La legge di stabilità 2018 ha introdotto delle norme antifrode per i carburanti prevedendo il pagamento con F24 dell’IVA dei carburanti estratti da un deposito fiscale. Per tale versamento, con la risoluzione di Agenzia delle Entrate 18/E del 20.2.2018, è stato istituito il codice tributo “6044”, da indicare nel modello F24 ELIDE unitamente

¨        al codice fiscale del gestore del deposito;

¨        al relativo codice accisa.

Agevolazioni per le zone della Lombardia colpite dal sisma: aggiornato l’elenco
Il Mise con decreto 7 febbraio 2018, ha approvato l’elenco delle micro imprese localizzate nel perimetro della zona franca dei Comuni della Lombardia, colpiti dal terremoto del 20 e 29 maggio 2012, ammesse ai benefici previsti dalla legge in forma di esenzioni fiscali e prorogate dalla Legge di stabilità 2018 (L. 205/2017).

Passando alla recente giurisprudenza segnaliamo la sentenza della CTP di Milano che ha ribadito che il partner di una società di revisione non è tenuto al versamento dell’IRAP. In particolare, l’esercizio di un’attività professionale nell’ambito dell’organizzazione costituita da una società di cui il professionista è socio o dipendente non realizza il presupposto impositivo dell’autonoma organizzazione. (sentenza 504/23/2018 del 6 febbraio 2018).
Concludiamo informando che il CNDCEC ha firmato il protocollo con Alleanza delle cooperative  per condividere tra i professionisti studi, ricerche e modelli interpretativi della disciplina delle società cooperative e per sviluppare ogni altra iniziativa utile per migliorare la conoscenza e la cultura degli operatori impegnati nel settore cooperativo.


Autore dell'articolo
identicon

Dott. Ernesto Zamberlan

Iscritto all'Albo dei Dottori Commercialisti di Padova dal 1994 - Revisore Legale dei Conti. Svolge la propria attività dall'anno di iscrizione all'albo nei confronti di: società di persone e di capitali, artigiani, professionisti e associazioni di categoria. Fondatore del sito www.fiscoetasse.com assieme alla collega Rag. Luigia Lumia per promuovere nella professione i nuovi strumenti informatici di aggiornamento e comunicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *