HOME

/

FISCO

/

PACE FISCALE 2023

/

RAVVEDIMENTO SPECIALE: VERSO LA PROROGA AL 20.12.2023

Ravvedimento speciale: verso la proroga al 20.12.2023

Un esempio di ravvedimento speciale che mostra la complessità della procedura: possibile proroga al 20 dicembre in arrivo con pagamento unico

Ascolta la versione audio dell'articolo

Il 14 novembre la Commissione Finanze del Senato ha approvato un emendamento al DDL di conversione del DL n 132/2023 che posticipa i termini per beneficiare del ravvedimento operoso speciale, introdotto dalla L. 197/2022.  

Il testo dell'emendamento recita precisamente: "I soggetti che, entro il termine del 30 settembre 2023, non hanno perfezionato la procedura di regolarizzazione di cui all'articolo 1, commi da 174 a 178, della legge 29 dicembre 2022, n. 197, possono comunque procedere alla predetta regolarizzazione, fermo restando il rispetto delle altre condizioni e modalità ivi previste, se versano le somme dovute in un'unica soluzione entro il 20 dicembre 2023 e rimuovono le irregolarità od omissioni entro la medesima data.".

Si attende l'approvazione definitiva.

Ricordiamo che il Ravvedimento speciale previsto dall' art. 1commi da 174 a 178 della L. di bilancio 2023 è una sottospecie del ravvedimento operoso e serve, solo nel caso di tributi amministrati dall'Agenzia delle Entrate, per definire una violazione sostanziale, ad es. una Dichiarazione dei redditi presentata ma infedele

E' il caso di coloro i quali, ad es., hanno dimenticato un affitto, un reddito e non hanno naturalmente pagato le relative imposte.

In questi casi occorrera' presentare una Dichiarazione integrativa entro il 31.3.2023.

Attenzione, il termine è stato prorogato al 30 settembre che cadendo di sabato slitta ulteriormente al 2 ottobre.

Ora si attende la conferma dell'emendamento che rimetterebbe in pista tanti contribuenti che non hanno finalizzato per tempo la procedura.

In sintesi il ravvedimento speciale: 

riguarda le dichiarazioni presentate sino al periodo d’imposta in corso al 31.12.2021 e precedenti;

  • può riguardare solo le dichiarazioni validamente presentate, anche se tardivamente ma nei 90 giorni;
  • non può riguardare le dichiarazioni omesse (quindi sono escluse quelle trasmesse oltre 90 giorni dall’ordinario termine perché da considerare comunque omesse), né il quadro RW;
  • consente di regolarizzare le violazioni sostanziali e quelle prodromiche (es. l'omessa fatturazione) non assorbite dalla regolarizzazione della dichiarazione, sempreché non siano già state contestate dall’Ufficio
  • può riguardare anche errate deduzioni/detrazioni di imposta;
  • può riguardare irregolarita' commesse nel 770.

1) Benefici del Ravvedimento speciale rispetto all'ordinario

Il ravvedimento comporterà il pagamento delle imposte, degli interessi legali e delle sanzioni, queste ultime pero' ridotte ad 1/18 del minimo; in generale la sanzione minima per dichiarazione infedele è del 90%, pertanto (90% : 18)= 5%. 

Bisogna calcolare anche le eventuali altre sanzioni sulle violazioni prodromiche (es.: fatturazione omessa o infedele, detrazione indebita dell'Iva, ecc.) sulle quali sanzioni opera sempre la riduzione ad 1/18esimo ma senza potersi avvalere del cumulo giuridico (ad es.: piu' violazioni uguali hanno ciascuna una autonoma sanzione).

Il termine di versamento è il 31 marzo 2023, prorogato al 30 settembre ossia 2 ottobre, oppure mediante rateazione in 8 rate trimestrali (sono tutte slittate per la proroga al 30 settembre) all'interesse del 2% annuo; si può pagare facendo ricorso alla compensazione

Sempre entro il, 31 marzo 2023 termine prorogato al 30 settembre ossia 2 ottobre,è necessario rimuovere l’inadempimento quindi, ad esempio, presentare la dichiarazione integrativa.

Il ravvedimento speciale non opera per le violazioni formali e per la Sanatoria Avvisi bonari, ed è consentito a condizione che alla data di versamento di quanto dovuto o della prima rata (entro il 31 marzo 2023 prorogata al 2 ottobre) le violazioni non risultino contestate con atti di accertamento o di recupero, di liquidazione, compresi gli atti di irrogazione delle penalità e quelli di contestazione, nonché attraverso gli avvisi bonari (o direttamente la cartella di pagamento) relativi alle somme dovute.

Ti potrebbe interessare:


2) Un esempio di Ravvedimento speciale

Non e' così semplice predisporre il Ravvedimento speciale.  Vediamolo in dettaglio.

L'ipotesi di partenza è:

  • redazione di una Dichiarazione dei redditi per l'anno 2018 di un privato nei termini;
  • a posteriori ci si è accorti che la Dichiarazione è infedele nel quadro RB Fabbricati, avendo omesso € 20.000 di una locazione abitativa soggetta a cedolare secca al 10%.

Cosa occorre fare?

1 occorre predisporre la Dichiarazione integrativa contenente il maggior reddito di fabbricati per € 20.000, maggiore imposta 10% = € 2.000;

2 entro il 31.3.23 (termine prorogato al 2 ottobre) presentare l'integrativa e predisporre e pagare l'F24;

3 F24: oltre ai 2.000 euro, cod. tributo 1842,  occorre versare sanzioni e interessi; la sanzione, normalmente la minima, e' del 90%, ma in caso di cedolare secca e' del doppio, il 180%,  ridotta ad 1/18 diventa del 10%, cioe' € 200, codice tributo TF49;

4 poi occorre calcolare gli interessi a giorni, sulla base dei tassi legali a partire dal 30.6.2019 fino al 31.3.2023 (2 ottobre 2023), sono 5 calcoli diversi, importo € 58,88 (se calcolato fino al 31.03), cod. tributo 1992; Il totale F24 da pagare al 31.3.2023 sarebbe pertanto € 2.258,88.

5 se si opta per la rateazione trimestrale in 8 rate occorre dividere per 8 il totale di 2.258,88, maggiorare le rate, a cominciare dalla seconda, degli interessi a giorni al tasso del 2%.

Ti potrebbe interessare:


La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

PACE FISCALE 2023 · 01/03/2024 Rottamazione quater e disapplicazione del divieto di compensazione: chiarimenti ADE

Le Entrate chiariscono perchè non opera il divieto di compensazione dei crediti relativamente ai ruoli inclusi nella rottamazione quater

Rottamazione quater e disapplicazione del divieto di compensazione: chiarimenti ADE

Le Entrate chiariscono perchè non opera il divieto di compensazione dei crediti relativamente ai ruoli inclusi nella rottamazione quater

Rottamazione quater: il nuovo calendario dei pagamenti

Le prime tre rate della Rottamazione quater al 15 marzo. La Riscossione specifica che valgono anche i 5 gg di tolleranza, quindi pagamenti validi entro il 20 marzo

Rottamazione quater: quando scade la terza rata?

La terza rata della Rottamazione quater scade il 28 febbraio ma è arrivata una mini proroga al 15 marzo che con i 5 giorni di tolleranza va al 20 marzo. I dettagli

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2024 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.