HOME

/

LAVORO

/

LA BUSTA PAGA 2022

/

BONUS 150 EURO DIPENDENTI: GUIDA E FACSIMILI

Bonus 150 euro dipendenti: guida e facsimili

Istruzioni, autodichiarazione, informativa ai lavoratori dipendenti sul bonus 150 euro da erogare a novembre in busta paga

il c.d. Decreto Aiuti-ter ha introdotto, quale misura a sostegno dei lavoratori, una ulteriore indennità una tantum di 150 euro da riconoscere, da parte dei datori di lavoro, ai lavoratori dipendenti con la retribuzione di competenza  del mese di novembre 2022  (anche se corrisposta a dicembre 2022).

L’indennità è riconosciuta automaticamente dal datore di lavoro in busta paga, previa acquisizione di una dichiarazione da parte del lavoratore in cui  attesti la non titolarità di trattamenti pensionistici o la non appartenenza a nucleo familiare percettore di reddito di cittadinanza.  

L’indennità di 150 euro non costituisce un costo per il datore di lavoro in quanto verrà conguagliata nell’F.24 dello  stesso mese di novembre 2022.

 Di seguito si fornisce un riepilogo delle istruzioni per i datori di lavoro, una informativa per  i dipendenti e il fac-simile della dichiarazione da consegnare ai lavoratorii  da  farsi restituire con congruo anticipo per  permettere l'elaborazione dei cedolini paga. 

Un utile guida su come compilare la busta paga, e lettura di tutti gli elementi da indicare sul cedolino aggiornata al 2022 è l'e-book "La Busta paga 2022: guida operativa (eBook)di Prudente Dott.ssa Maria Cristina.

In tema di LAVORO DOMESTICO disponibile il pacchetto completo "Colf e badanti 2022 (eBook + Foglio excel)" composto da un Foglio excel per il calcolo del prospetto paga + E-Book a in pdf sul rapporto di lavoro. Acquistabili anche separatamente.

Per il SETTORE EDILE è disponibile anche lo specifico " La busta paga in edilizia" di M.C. Prudente.

Ti puo interessare anche "Fringe benefits e rimborsi spese" di R. Braga - e book 2022  e il 

completo e nuovissimo Paghe e contributi 2022 di A Gerbaldi  - Libro di carta 424 pagine

 

1) Istruzioni per il Bonus 150 euro dipendenti

L’art. 18, comma 1, del D.L. n. 144/2022 c.d. Decreto Aiuti-ter, introduce, quale misura a sostegno dei consumatori, un’ulteriore indennità una tantum di 150 euro da riconoscere, a cura dei datori di lavoro, ai lavoratori dipendenti, con la retribuzione di competenza del mese di novembre 2022, anche se erogata a dicembre 2022.

Ai fini dell’erogazione dell’indennità una tantum di 150 euro, il rapporto di lavoro, a tempo determinato o indeterminato, deve risultare in essere nel mese di novembre 2022. 

Beneficiari dell’indennità una tantum di 150 euro sono i lavoratori dipendenti titolari di rapporto di lavoro a tempo determinato o indeterminato, a condizione che:

  •     nel mese di novembre 2022 abbiano un imponibile previdenziale non eccedente l’importo di 1.538 euro.  

Il bonus di 150 euro è riconosciuto in via automatica dal datore di lavoro, previa dichiarazione del lavoratore, di cui si allega fac-simile, in cui attesti:

    di non essere titolare di trattamenti pensionistici a carico di qualsiasi forma previdenziale  obbligatoria, di pensione o assegno sociale, di pensione o assegno per invalidi civili ciechi e sordomuti, nonché trattamenti di accompagnamento alla pensione con decorrenza entro il 1° ottobre 2022;

    di non essere componente di nucleo familiare beneficiario di reddito di cittadinanza. (vedi il facsimile all'ultimo paragrafo)

I datori di lavoro dovranno, in automatico, pagare l’indennità una tantum di 150 euro anche  ai lavoratori stagionali, a tempo determinato  e intermittenti purché:

  •   in forza nel mese di novembre 2022;
  •   dichiarino di non essere titolari di trattamenti pensionistici e di non essere componente di nucleo familiare beneficiario di reddito di cittadinanza.

L’indennità di 150 euro spetta ai lavoratori dipendenti una sola volta anche nel caso in cui siano titolari di più rapporti di lavoro e dovranno presentare la dichiarazione in oggetto al solo datore di lavoro che provvederà al pagamento dell’indennità. Nell’ipotesi in cui dovesse risultare, per il medesimo lavoratore dipendente, che più datori di lavoro abbiano riconosciuto la predetta indennità di 150 euro, l’INPS provvederà al recupero di quanto corrisposto in più per il tramite dei datori di lavoro interessati. 

L’indennità spetta nella misura di 150 euro anche nel caso di lavoratore con contratto part-time, inoltre:

    non è cedibile, né sequestrabile, né pignorabile;

    non costituisce reddito né ai fini fiscali, né ai fini della corresponsione di prestazioni.

Il riconoscimento del bonus da parte dei datori di lavoro genererà un credito che gli stessi potranno compensare in sede di denuncia contributiva nello stesso mese di novembre 2022.   

  L’erogazione dei 150 euro, per il tramite dei datori di lavoro, è esclusa :

  1. per i titolari di rapporti di lavoro domestico e 
  2. per gli operai agricoli a tempo determinato.

Ti puo interessare Bonus 150 euro dipendenti istruzioni INPS  Uniemens

2) Bonus 150 euro informativa ai lavoratori

INFORMATIVA PER I LAVORATORI

INDENNITA’ UNA TANTUM  €. 150,00

Il DL 144/2022 – c.d. decreto “AIUTI-TER” – ha previsto una indennità una-tantum di €. 150,00= per i lavoratori dipendenti, da erogarsi con gli stipendi in liquidazione nel mese di NOVEMBRE 2022.

Il lavoratore beneficiario deve rispondere alle seguenti condizioni:

1.    sussistenza del rapporto di lavoro nel mese di novembre 2022;

2.    retribuzione mensile imponibile ai fini previdenziali non superiore a €. 1.538,00;

3.    NON deve essere titolare di un trattamento pensionistico, di pensione o assegno sociale, di pensione o assegno per invalidi civili, ciechi e sordomuti, nonché di trattamenti di accompagnamento alla pensione; 

4.    NON deve essere componente di nucleo familiare beneficiario di reddito di cittadinanza;

5.    ai lavoratori part-time o assunti nel corso del mese di novembre 2022, l’indennità spetta per intero, una sola volta, anche nel caso in cui il lavoratore sia titolare di più rapporti di lavoro;

6.    l’indennità non è cedibile, né sequestrabile, né pignorabile;

7.    l’indennità non costituisce reddito né ai fini fiscali, né ai fini della corresponsione di prestazioni previdenziali e assistenziali;

8.    il lavoratore deve dichiarare di non essere titolare delle prestazioni indicate ai punti 1 (pensione) e 2 (RdC) attraverso l’allegata dichiarazione, da restituire alla scrivente, opportunamente compilata e sottoscritta, entro e non oltre il 18/11 p.v.; in mancanza, l’indennità NON sarà erogata.


3) Bonsu 150 euro Autodichiarazione sui requisiti

INDENNITA’ UNA TANTUM PER I LAVORATORI DIPENDENTI (150 euro)               SCARICA QUI IL DOCUMENTO IN FORMATO WORD

(articolo 18, comma 1, del DL 23/09/2022, n. 144)

Dichiarazione di non essere titolare delle prestazioni di cui all’art. 19, commi 1 e 16, del DL 23 settembre 2022, n.144

Il/La sottoscritto/a

Cognome       ____________                 Nome __________________________

C.F.: ____________________________ nato/a a     __________________    ___   prov.  _____

il  ¬___________________  cittadinanza________________________________________________

residente  in      __________________________________________________________ prov.  _____

via       _________________________________________________ N°__________

tel/cell _________________________________ e-mail ___________________________________     

con riferimento a quanto previsto dall’articolo 18 del D.L. n. 144/2022

DICHIARA

    di NON essere titolare di trattamenti pensionistici a carico di qualsiasi forma previdenziale obbligatoria, di pensione o assegno sociale, di pensione o assegno per invalidi civili, ciechi e sordomuti, nonché di trattamenti di accompagnamento alla pensione, con decorrenza entro il 01/10/2022;

    che il proprio nucleo familiare NON è destinatario del reddito di cittadinanza (Legge 28/03/2019 n. 26);

    di rendere la presente dichiarazione al SOLO datore di lavoro che provvederà al pagamento dell’indennità, in quanto consapevole che l’indennità spetta una sola volta;

    che le dichiarazioni rese e i documenti allegati, sotto la propria responsabilità, rispondono a verità;

    di essere consapevole che, in caso di dichiarazioni non rispondenti a verità, oltre a incorrere nelle sanzioni stabilite dalla legge, l’indennità non spettante sarà recuperata.

In fede.

data   _____________   

DICHIARANTE

 _________________            


La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

LA BUSTA PAGA 2022 · 20/01/2023 TFR coefficiente dicembre 2022 - calcolo e tabelle

I coefficienti di rivalutazione del TFR in vigore fino a dicembre 2022 e tabelle dal 2017. Regole di calcolo con esempi. La tassazione del trattamento di fine rapporto.

TFR  coefficiente dicembre 2022 - calcolo e tabelle

I coefficienti di rivalutazione del TFR in vigore fino a dicembre 2022 e tabelle dal 2017. Regole di calcolo con esempi. La tassazione del trattamento di fine rapporto.

Premi produttività 2023, l'imposta scende al 5%

In legge di bilancio 2023 il taglio fiscale sui premi di produttività fino a 3mila euro scende al 5%. Un riepilogo della norma vigente

Busta paga le istruzioni sui conguagli 2022

Istruzioni operative, scadenze e dettagli sui flussi Uniemens di dicembre, gennaio, febbraio 2023 per i conguagli contributivi di fine anno. Testo della Circolare INPS 139 2022

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.