HOME

/

PMI

/

AGEVOLAZIONI PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

/

CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO: GLI ASPETTI CONTABILI

Contributi a fondo perduto: gli aspetti contabili

Un'analisi degli aspetti contabili delle diverse tipologie di contributi a fondo perduto: come registrarli in contabilità con esempi di scritture in partita doppia

Gli Enti Pubblici (Stato, Regioni, Provincie, Camere di commercio, ecc.), avvalendosi di specifiche disposizioni di legge, possono erogare contributi a fondo perduto alle imprese allo scopo di concedere aiuti finanziari per diverse finalità.

È ciò che si sta verificando in questo anno 2020, con molte imprese che hanno subito un drastico calo del fatturato a causa della pandemia da coronavirus, e con i diversi decreti emanati dal legislatore per ristorare, almeno in parte, il danno finanziario sostenuto.

È possibile, nell’ambito dei contributi a fondo perduto, distinguere:

  • Contributi in conto impianti
    destinati alle imprese che effettuano investimenti in immobilizzazioni e commisurati al loro costo.
  • Contributi in conto capitale
    destinati all’incremento dei mezzi patrimoniali dell’impresa o alla loro ristrutturazione, in modo generico senza nessun riferimento ad eventuali investimenti specifici.
  • Contributi in conto esercizio
    destinati al finanziamento di spese di gestione o destinati ad integrare ricavi di un determinato esercizio. Si tratta dei contributi previsti per ristorare le aziende per le perdite di fatturato subite dalla pandemia di Covid-19. 

Analizziamo gli aspetti contabili delle diverse tipologie di contributi a fondo perduto.

L'articolo continua dopo la pubblicità

Gli esempi illustrati in questo articolo sono contenuti nelle schede del foglio di lavoro in excel "Partita Doppia 3: Casi pratici" un'utile raccolta sistematica di 201 scritture in partita doppia organizzate in 31 schede e 45 casi pratici, disponibile anche nel Pacchetto Contabilità generale in offerta promozionale.

1) Contributi in conto impianti

Il trattamento contabile di tali contributi può avvenire con 2 metodi:

  • Metodo indiretto: i contributi vengono imputati tra “Altri ricavi e proventi” e vengono rinviati per competenza agli esercizi successivi per tutta la durata dell’ammortamento del bene a cui si riferiscono.
  • Metodo diretto: i contributi sono portati a riduzione del costo delle immobilizzazioni a cui si riferiscono e le quote di ammortamento si calcolano sul valore netto dell’immobilizzazione.

Di seguito si analizzeranno gli aspetti contabili del Metodo diretto.

Ipotizzando una richiesta di contributo in conto impianti di euro 60.000,00, nel momento in cui l’Ente pubblico approva la domanda di contributo e stanzia l’importo prima, ed eroga il contributo poi, si rileva in contabilità:

Conti

Descrizione

Dare

Avere

CREDITI V/ENTI PUBBLICI

Delibera di  stanziamento 

€ 60.000,00 


SOPRAVVENIENZE ATTIVE

Delibera di  stanziamento 

 

€ 60.000,00 

 

 

 

 

BANCA C/C

Incasso del contributo

€ 60.000,00 

 

CREDITI V/ENTI PUBBLICI

Incasso del contributo

 

€ 60.000,00 

Si procede poi ad imputare l’importo del contributo a diretta diminuzione del costo dell’investimento effettuato:

Conti

Descrizione

Dare

Avere

SOPRAVVENIENZE ATTIVE

Imputazione dei contributi

€ 60.000,00 

 

IMPIANTI E MACCHINARI

Imputazione dei contributi

 

€ 60.000,00 

A questo punto il conto “Sopravvenienze attive” risulta spento, mentre il conto “Impianti e macchinari” avrà il valore al netto del contributo, valore sul quale si calcoleranno le quote di ammortamento.

2) Contributi in conto capitale

Ipotizzando la richiesta di un contributo in conto capitale di euro 100.000,00, all’atto della delibera di concessione del contributo e successivamente all’atto dell’erogazione dello stesso si rileva:

Conti

Descrizione

Dare

Avere

CREDITI PER CONTRIBUTI

Delibera dell'Ente pubblico

€ 100.000,00 

 

CONTRIBUTI IN C/CAPITALE

Delibera dell'Ente pubblico

 

€ 100.000,00 

 

Conti

Descrizione

Dare

Avere

BANCA C/C

Ricevuto contributo c/capitale

€ 96.000,00 

 

ERARIO C/RIT. SU CONTRIB.

Ricevuto contributo c/capitale

€ 4.000,00 

 

CREDITI PER CONTRIBUTI

Ricevuto contributo c/capitale

 

€ 100.000,00 

Il contributo ottenuto viene tassato per cassa e l’azienda potrà scegliere la rateazione della tassazione in 5 periodi d’imposta con il calcolo delle imposte differite relative ai 4/5 del contributo ottenuto. In contabilità si registrerà:

Conti

Descrizione

Dare

Avere

IMPOSTE DIFFERITE 

Accantonate imposte differite sui 4/5 del contributo

€ 19.200,00 

 

F.DO IMPOSTE DIFFERITE

Accantonate imposte differite sui 4/5 del contributo

 

€ 19.200,00 

Per i quattro anni successivi si imputeranno le imposte per competenza:

Conti

Descrizione

Dare

Avere

F.DO IMPOSTE DIFFERITE

Utilizzo imposte già accantonate

€ 4.800,00 

 

IMPOSTE DIFFERITE 

Utilizzo imposte già accantonate

 

€ 4.800,00 

3) Contributi in conto esercizio

I Contributi in conto esercizio vengono rilevati in base al principio della competenza e all’atto della delibera di concessione da parte dell’ente pubblico prima, e nel momento dell’incasso poi, ipotizzando un contributo di euro 10.000,00, si rileva:

Conti

Descrizione

Dare

Avere

CREDITI PER CONTRIBUTI

Delibera dell'Ente pubblico

€ 10.000,00 

 

CONTRIBUTI IN C/ESERCIZIO

Delibera dell'Ente pubblico

 

€ 10.000,00 

 

Conti

Descrizione

Dare

Avere

BANCA C/C

Ricevuto contributo c/esercizio

€ 9.600,00

 

ERARIO C/RIT. SU CONTRIB.

Ricevuto contributo c/esercizio

€ 400,00


CREDITI PER CONTRIBUTI

Ricevuto contributo c/esercizio

 

€ 10.000,00

Per quanto riguarda i contributi a fondo perduto previsti dal legislatore per la crisi delle aziende causa coronavirus, si tratta di “Contributi in conto esercizio” in quanto hanno lo scopo di finanziare le spese di gestione o per integrare la perdita di fatturato. Il Decreto rilancio ne ha previsto l’esenzione dalla ritenuta d’acconto, pertanto l’incasso del contributo verrà così rilevato:

Conti

Descrizione

Dare

Avere

BANCA C/C

Ricevuto contributo c/esercizio

€ 10.000,00

 

CREDITI PER CONTRIBUTI

Ricevuto contributo c/esercizio

 

€ 10.000,00

Il Principio contabile OIC 12 inoltre prevede le modalità di classificazione del contributo in conto esercizio all’interno del Conto Economico in base alla sua natura come di seguito indicato:

Natura del contributo

Voce del Conto Economico

Integrazione di ricavi della gestione caratteristica o della gestione accessoria o riduzione dei relativi costi

A5) Altri ricavi e proventi

Riduzione di costi di natura finanziaria di competenza dell’esercizio (-)

C17) Interessi e altri oneri finanziari

Riduzione di costi di natura finanziaria di competenza di esercizi precedenti (-)

C16) Altri proventi finanziari

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA
Commenti

Pasquale Stefanizzi - 13/04/2021

Buona sera, vorrei avere un vs parere in merito ad un contributo in conto esercizio percepito da un'azienda. In particolare, mi riferisco al contributo Titolo II Capo 3 Circolante (art. 22 dell’Avviso) - Regione Puglia - che, come si legge sul sito, ha avuto l'obiettivo di aiutare le impresa colpite da COVID nel corso del 2020 (anno in cui si sono ottenuti i finanziamenti rispetto ai quali la Regione ha offerto un contributo a fondo perduto, anno in cui è stata effettuata la domanda). Nel contesto del Titolo II Capo 3, è stato integrato l’articolo 22 dell’Avviso pubblico, adottato per far fronte alle esigenze delle imprese derivanti dalle ripercussioni economiche causate dall’emergenza epidemiologia Covid-19. La misura Titolo II Capo 3 Circolante (art. 22 dell’Avviso) vuole garantire la continuità dell’operatività aziendale e la salvaguardia dell’occupazione ed è finalizzata all’attivazione di nuova finanza da destinare alle immediate necessità derivanti dall’esigenza di assicurare la ripresa delle attività economiche a seguito del fermo imposto dalla condizione emergenziale. La domanda è: ad aprile 2021 si è venuti a sapere di essere destinatari del contributo e sempre ad aprile 2021 si è ottenuta l'erogazione. E' possibile PER COMPETENZA registrare il contributo nel bilancio 2020? Considerato che il medesimo bilancio non è stato ancora approvato? GRAZIE

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

AGEVOLAZIONI PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE · 05/10/2022 Credito d'imposta investimenti beni strumentali 4.0: la compilazione del Quadro RU

Come si compila il Quadro RU della dichiarazione dei redditi per acquisto di bene strumentale nuovo "transizione 4.0" entrato in funzione nel 2021 e interconnesso nel 2022?

Credito d'imposta investimenti beni strumentali 4.0: la compilazione del Quadro RU

Come si compila il Quadro RU della dichiarazione dei redditi per acquisto di bene strumentale nuovo "transizione 4.0" entrato in funzione nel 2021 e interconnesso nel 2022?

Fondo di Garanzia PMI Turismo: dal 10 ottobre domande di agevolazioni

Alberghi, stabilimenti balneari, parchi tematici e altri del comparto turismo potranno richiedere dal 10 ottobre garanzie dello Stato per finanziamenti per il rilancio del settore

Imprese economia sociale: le domande dal 13 ottobre

Economia sociale: incentivi per le imprese artistiche, creative e con occupazione di soggetti svantaggiati. Beneficiari e spese agevolabili. Dal 13 ottobre 2022 le domande

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.