HOME

/

NORME

/

GIURISPRUDENZA

/

DISATTENDERE LA TESI DEL CTU NECESSITA DI ADEGUATE MOTIVAZIONI

Disattendere la tesi del CTU necessita di adeguate motivazioni

La posizione della Cassazione sull'applicazione delle conclusioni della consulenza tecnica d'ufficio nel contenzioso tributar. Cassazione 6210/2018

Nel caso i cui vengano sollevate critiche puntuali e dettagliate nei confronti di una consulenza tecnica d’ufficio da un consulente di parte, il Giudice che ritiene di doverle disattendere ha l’obbligo di rappresentare, nella motivazione della sentenza, le ragioni della sua decisone, non potendosi limitare a un dogmatico richiamo delle conclusioni del proprio consulente tecnico, nel caso in cui quest’ultimo non si sia fatto carico di esaminare e confutare i rilievi di parte.

A tale conclusione è giunta la Corte di Cassazione attraverso la sentenza n. 6210/2018 depositata in cancelleria il 14 marzo 2018.

1) Consulenza tecnica d'ufficio e conclusioni nel giudizio tributario

L'Agenzia delle Entrate ha impugnato per Cassazione la pronuncia della Commissione Tributaria Regionale della Toscana la quale, in sede di rinvio, ha dichiarato competere a un ex dirigente l'importo di Euro 168.094,47 per rimborso di ritenute indebite sulle prestazioni erogate dal relativo fondo di previdenza integrativa.
Il primo motivo di ricorso ha denunciato la nullità della sentenza per la natura apparente della sua motivazione, avendo il giudice di rinvio recepito acriticamente le risultanze della consulenza tecnica d'ufficio in ordine all'entità del debito restitutorio.

A parere del Collegio di Legittimità il primo motivo di ricorso è risultato essere fondato in quanto, qualora vengano mosse alla consulenza tecnica d'ufficio critiche puntuali e dettagliate da un consulente di parte, il Giudice che intenda disattenderle ha l'obbligo di indicare nella motivazione della sentenza le ragioni della scelta, non potendosi limitare a un acritico richiamo delle conclusioni del proprio consulente, ove questi a sua volta non si sia fatto carico di esaminare e confutare i rilievi di parte (Cass. sent. n. 4797/2007, Cass. sent. n. 10688/2008, Cass. sent. n. 25862/2011, Cass. sent. n. 23637/2016).

Nel caso di specie, pur dando atto che l'Agenzia delle Entrate avesse contestato tramite apposita memoria le risultanze peritali con specifico riguardo all'effettivo investimento di mercato degli accantonamenti del fondo (punto centrale della lite), il Giudice del rinvio si è limitato a recepire incondizionatamente le conclusioni del proprio tecnico e, per questo motivo, il dispositivo è risultato essere sorretto esclusivamente da una mera parvenza di motivazione.

Sono pertanto risultati assorbiti gli ulteriori tre motivi di ricorso i quali, denunciando inosservanza del principio di rinvio e l’omesso esame del fatto decisivo, replicavano le critiche mosse alla consulenza tecnica d'ufficio e ignorate dal giudice a quo.

I Giudici del Palazzaccio hanno di conseguenza accolto il primo motivo di ricorso, considerando assorbiti gli altri, cassando la sentenza in relazione alla motivazione condivisa, con rinvio per nuovo esame alla Commissione Tributaria Regionale della Toscana in diversa composizione e conseguente regolamento delle spese, comprese quelle afferenti il giudizio di legittimità.

Allegato

Cassazione 6210-2018 CTU
La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

GIURISPRUDENZA · 05/08/2022 Processo penale: riforma della giustizia. Ecco cosa cambia

Attuazione della legge 27 settembre 2021, n. 134, recante delega al Governo per l'efficienza del processo penale nonché in materia di processo penale nonché in materia di giustizia

Processo penale: riforma della giustizia. Ecco cosa cambia

Attuazione della legge 27 settembre 2021, n. 134, recante delega al Governo per l'efficienza del processo penale nonché in materia di processo penale nonché in materia di giustizia

Atti giudiziari di valore fino a 1.033 euro: esenzione dall'imposta di registro

Cause di valore modesto che non eccedono la somma di euro 1.033,00 e atti e provvedimenti ad esse relativi: guida dell'Agenzia delle Entrate all'esenzione dall’imposta di registro

Reversibilità pensione al nipote a carico: Corte Cost. n. 88-2022

Sentenza della Corte costituzionale: pensione di reversibilità anche al nipote maggiorenne inabile, come già previsto per i nipoti minori a carico

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.