Speciale Pubblicato il 21/05/2018

Danimarca: il piano di attività del 2018 delle autorità fiscali danesi

di Ascheri Rag. Guido

Danimarca piano attività SKAT 2018

Ogni anno le autorità fiscali danesi pubblicano un piano di attività per le principali aree di interesse per l’anno corrente

Ogni anno le autorità fiscali danesi pubblicano un piano di attività dove evidenziano quelle che saranno le principali aree di interesse per l’anno corrente.

Secondo il piano di attività realizzato recentemente dalle autorità fiscali danesi (SKAT), le stesse intendono intensificare gli sforzi e aumentare le risorse impiegate in specifici settori tra i qual:

  • il transfer pricing,
  • il leasing di auto,
  • la distribuzione di dividendi.

Anche l’osservanza della normativa da parte delle grandi aziende e dei gruppi internazionali resterà un’area di interesse.

Il 13 aprile 2018, le autorità SKAT hanno pubblicato il loro piano di attività per il 2018.
Il piano di attività si contraddistingue per il fatto di includere solo una descrizione sintetica delle misure di controllo delle SKAT al contrario dei dettagliati piani di attività pubblicati negli anni precedenti.

Il piano di attività di quest’anno non fornisce invece motivazioni dettagliate per le singole misure di controllo fiscale.

Ti segnaliamo l'ebook in pdf Iva estero 2018 (eBook) utile guida alle operazioni intra ed extra UE dopo con normativa di riferimento e modalità di operare nelle diverse operazioni; ebook di 100 pagine.

Segui inoltre il Dossier gratuito Imprese e Lavoro nel mondo

Imprese di medie e grandi dimensioni

Nel 2018, le autorità’ fiscali continueranno a monitorare le imprese di medie e grandi dimensioni, vale a dire le imprese che generano entrate tra i 14 milioni e i 500 milioni di DKK o i cui costi complessivi annuali del personale sono superiori a 4 milioni di DKK.

Nel 2018, le SKAT focalizzeranno la propria attenzione, tra le altre cose, sulle imprese consolidate, sul rispetto della normativa da parte degli azionisti principali e delle imprese che hanno entrate superiori a 100 milioni di DKK, nonché presteranno maggiore attenzione ai problemi relativi all'IVA, con riferimento sia alle medie che alle grandi imprese. Ciò include controlli mirati, monitoraggio e analisi di determinati settori.

Le iniziative in ambito IVA si concentrano sulle industrie che, secondo studi empirici, spesso comportano perdite di gettito IVA le quali, a causa della nuova legislazione e di alcune circostanze complesse, superano le perdite medie.

Le società più grandi

Nel 2018, l'attenzione delle SKAT relativa alle imprese si baserà ampiamente sull’industria.

Il piano di attività copre vari settori specifici, come l'industria petrolifera, le imprese soggette all'imposta sul tonnellaggio danese e il settore finanziario, che subiranno maggiori misure di controllo.

La collaborazione tra le SKAT e i maggiori gruppi in Danimarca deve essere ulteriormente rafforzata al fine di migliorare generalmente la conformità e ridurre il rischio di errori. Questa collaborazione aiuta ad identificare le ragioni degli errori, tra le altre cose, in modo che possano essere avviate misure adeguate.
Dato che il divario complessivo dell'IVA (la differenza tra le entrate IVA previste e l'IVA effettivamente riscossa) per le maggiori società non è stato ancora quantificato, le attività delle SKAT nel 2018 includeranno l'analisi della conformità tra queste società.

La quantificazione sarà effettuata sulla base di un controllo di conformità.

Nel loro piano di attività, le SKAT affermano che l'attenzione rimarrà anche sulla ritenuta alla fonte su dividendi, interessi e royalties. Questo settore di interesse costituisce un proseguimento delle attività degli ultimi anni, a cui le SKAT hanno deciso di attribuire maggiore priorità, in particolare a seguito dell'incidente nel 2015 relativo ai rimborsi delle imposte sui dividendi per un importo di 12,4 miliardi di DKK - con tutta probabilità concesso sulla base di presupposti sbagliati.

Transfer pricing

Nel 2018, le SKAT continueranno a concentrarsi sui prezzi di trasferimento, in quanto il numero di tali casi è aumentato costantemente negli ultimi anni.

Le SKAT hanno lanciato un progetto per il 2018, che è noto come "Project Transfer Pricing". Il suo obiettivo è quello di ridurre il rischio che il principio di libera concorrenza non venga applicato alle transazioni infragruppo. Per riuscire a raggiungere questo obiettivo, le SKAT intendono analizzare, supportare e guidare le imprese soggette a misure di controllo.

Inoltre, le SKAT si impegneranno per porre rimedio alla doppia imposizione dei prezzi di trasferimento delle imprese attraverso negoziati con le autorità fiscali nei paesi interessati.

Imprese basate su Internet

Nel 2018, le SKAT si concentreranno per garantire che le imprese non danesi basate su Internet che offrono beni e / o servizi elettronici ai consumatori danesi riportino l'IVA corretta alla Danimarca.
Il progetto sarà incentrato particolarmente sulle vendite a distanza e sui servizi elettronici, compreso il regime IVA One Stop (One Stop Moms ordningen).

Car Leasing

Le SKAT continueranno a considerare le automobili come area di interesse anche nel 2018. Saranno prese delle misure volte a garantire maggiore controllo per assicurare la corretta registrazione e tassazione delle autovetture.

L'attenzione sarà rivolta principalmente alle formalità di registrazione, seguita subito dopo dalla valutazione delle autovetture in quanto quest'ultima costituisce la base per il calcolo delle tasse di registrazione.

Per garantire la conformità, le SKAT intendono continuare ad analizzare i rimborsi della quota di iscrizione effettuati per le auto da esportare e registrarsi all'estero.

Secondo il piano di attività del 2018, l’obiettivo delle SKAT e’ quello di continuare a concentrarsi su società con grandi entrate e su gruppi multinazionali, comprese le imprese danesi di proprietà di fondi azionari.

Tali società sono disciplinate dalla parte più complessa della legislazione fiscale danese e, per di più, le norme fiscali danesi sono generalmente considerate tra le più complesse a livello globale.

Inoltre, l'attenzione alle questioni fiscali transfrontaliere si intensifica sempre più e qualsiasi futura regolamentazione internazionale aggiungerà un ulteriore elemento al livello di complessità.

Infine, i principali azionisti delle società di medie e grandi dimensioni dovrebbero considerare in particolare se i rapporti tra le imprese e i loro rispettivi azionisti principali siano conformi alla legislazione fiscale vigente.




Prodotti per Imprese e Lavoro nel Mondo, Fiscalità Internazionale PMI

14,90 € + IVA
13,90 € + IVA
 
9,90 € + IVA

Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)