HOME

/

PMI

/

CONTABILITÀ E BILANCIO PMI

/

CONFERIMENTI IN NATURA NELLE SOCIETÀ DI CAPITALI: GLI ASPETTI CONTABILI

Conferimenti in natura nelle società di capitali: gli aspetti contabili

Gli aspetti contabili dei conferimenti iniziali dei soci nelle società di capitali, effettuati in natura o tramite apporto di crediti

Nelle società di capitali i conferimenti iniziali dei soci possono essere oltre che in denaro, anche in natura o crediti. Per i conferimenti in denaro non vi sono particolari problemi contabili da affrontare, mentre per il conferimento dei beni in natura vi sono delle norme civilistiche che hanno un diretto riflesso nelle rilevazioni contabili.

Le fonti normative sono le seguenti:

Chi conferisce beni in natura (o crediti) deve presentare una relazione giurata di un esperto designato dal tribunale (per le s.p.a.) o di un revisore legale (per le s.r.l.) dalla quale risulti il valore del bene conferito e i criteri di valutazione adottati. Tale relazione va allegata all’atto costitutivo.

Inoltre l’art. 2343 del c.c. al comma 3 stabilisce che gli amministratori devono, entro 180 giorni dall’iscrizione della società, controllare tali valutazioni e, se ci sono fondati motivi, procedere alla revisione della stima.

Analizziamone ora gli aspetti contabili.

L'articolo continua dopo la pubblicità

Ti potrebbe interessare il nostro Pacchetto completo con Guida alla contabilità generale, eserciziario e raccolta sistematica delle scritture contabili in partita doppia dalle scritture di esercizio alle scritture di assestamento, chiusura e riapertura.

Se hai bisogno di un Software moderno e completo, vieni a scoprire le varie configurazioni del nostro SOFTWARE CONTABILITÀ per:

1) Conferimento di un fabbricato e successivo controllo: le registrazioni contabili

Ipotizziamo la costituzione di una società con un capitale sociale di euro 300.000,00 e uno dei soci conferisce un fabbricato valutato in euro 150.000,00 dalla perizia di stima.

CREDITI V/SOCI

Sottoscritto capitale

 €   300.000,00

CAPITALE SOCIALE

Sottoscritto capitale

 €   300.000,00

TERRENI E FABBRICATI

Conferimento in natura

 €   150.000,00

CREDITI V/SOCI

Conferimento in natura

 €   150.000,00

Come disposto dall’art. 2343 co. 3, gli amministratori procedono al controllo della valutazione del fabbricato e ipotizziamo che effettuano una revisione motivata della stima per euro 30.000,00.

Contabilmente si rileva:

SVALUTAZIONE FABBRICATI

Revisione della valutazione

 €     30.000,00

TERRENI E FABBRICATI

Revisione della valutazione

 €     30.000,00

A questo punto tre sono le opzioni possibili da parte del socio che ha conferito il bene:

  1. Reintegro in denaro della differenza;
  2. Riduzione del valore delle quote/azioni;
  3. Recesso dalla società.

Contabilmente si avrà, in ognuna delle ipotesi:

1 - REINTEGRO

     

SOCIO C/REINTEGRO

Credito per reintegro del socio

 €     30.000,00

SVALUTAZIONE FABBRICATI

Credito per reintegro del socio

 €     30.000,00

BANCA C/C

Versamento per reintegro

 €     30.000,00

SOCIO C/REINTEGRO

Versamento per reintegro

 €     30.000,00

2 - RIDUZIONE QUOTE SOTTOSCRITTE

   

CAPITALE SOCIALE

Riduzione del capitale sociale

 €     30.000,00

SVALUTAZIONE FABBRICATI

Riduzione del capitale sociale

 €     30.000,00

3 - RECESSO

     

CAPITALE SOCIALE

Riduzione del capitale sociale

 €   150.000,00

SOCIO C/RECESSO

Riduzione del capitale sociale

 €   150.000,00

SOCIO C/RECESSO

Restituzione del conferimento

 €   150.000,00

TERRENI E FABBRICATI

Restituzione del conferimento

 €     120.000,00

SVALUTAZIONE FABBRICATI

Restituzione del conferimento

 €     30.000,00

In Bilancio la collocazione delle principali voci interessate è la seguente:

 

Stato Patrimoniale

Conto Economico

 

Attivo

Passivo

CREDITI V/SOCI

A)

CAPITALE SOCIALE

A) I

TERRENI E FABBRICATI

B) II 1)

SVALUTAZIONE FABBRICATI

B) 10) c)

SOCIO C/REINTEGRO

A)

SOCIO C/RECESSO

D) 14)

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA
Commenti

Angelo Petrella - 18/01/2018

Una cortesia: Conferiamo un impianto in una società - si segue tutta la prassi (valutazione -atto notarile di conferimento ecc) ma per il passaggio della proprietà del bene tra due soggetti IVA bisogna emettere fattura con IVA? Grazie anticipatamente della risposta

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

CONTABILITÀ E BILANCIO PMI · 11/04/2022 Acquisti e vendite in valuta estera

Il tasso di cambio determinato dalla dogana non coincide con quello da utilizzare per la registrazione della fattura. Vediamo le regole per l'esatta determinazione del cambio

Acquisti e vendite in valuta estera

Il tasso di cambio determinato dalla dogana non coincide con quello da utilizzare per la registrazione della fattura. Vediamo le regole per l'esatta determinazione del cambio

L’applicazione del principio di continuità nel bilancio 2021

Lo speciale è tratto dall'e-book Bilanci 2021 Guida pratica per società revisori sindaci che offre esempi pratici per la redazione della nota integrativa

Fondi rischi e oneri: aspetti contabili degli accantonamenti

Scritture di assestamento: aspetti contabili degli accantonamenti ai fondi per rischi e oneri

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.