HOME

/

FISCO

/

REDDITI PERSONE FISICHE 2021

/

SPESE SPORTIVE RAGAZZI: REGOLE DI DETRAZIONE 2021

Spese sportive ragazzi: regole di detrazione 2021

Dichiarazione dei redditi 2021: detraibili le spese sostenute per lo sport praticato dai ragazzi nel 730 o nel modello RedditiPF. Ecco come funziona.

Con la dichiarazione dei redditi 2021 (730 o Redditi PF riferite all'anno di imposta 2020) è possibile portare in detrazione al 19% le spese sostenute per la pratica sportiva svolta dai ragazzi, di età compresa tra i 5 e i 18 anni, presso associazioni sportive e impianti sportivi. L'importo massimo detraibile è pari a 210 Euro per ciascun ragazzo, da ripartire tra i genitori.

Attenzione va prestata al fatto che dall’anno d’imposta 2020 la detrazione d’imposta per tali spese varia in base all’importo del reddito complessivo. In particolare, essa spetta per intero ai titolari di reddito complessivo fino a 120.000 euro. In caso di superamento del predetto limite, il credito decresce fino ad azzerarsi al raggiungimento di un reddito complessivo pari a 240.000 euro. Per la verifica del limite reddituale si tiene conto anche dei redditi assoggettati a cedolare secca.

Ecco un breve riepilogo delle regole di detrazione, in vista della scadenza della compilazione della dichiarazione dei redditi e del calcolo delle imposte.

1) Spese sportive 2021: le strutture che consentono la detrazione

In base alle indicazioni fornite dall'Agenzia delle Entrate le strutture sportive che danno diritto alla detrazione sono:

  • associazioni sportive,
  • palestre,
  • piscine
  • altre strutture e impianti sportivi destinati alla pratica sportiva dilettantistica.

In particolare, le modalità attuative dell’agevolazione in esame sono state fissate dal citato d.m. 28 marzo 2007 che ha definito: 

  • per associazioni sportive si intendono le società ed associazioni di cui all’art. 90 commi 17 e seguenti, della legge 27 dicembre 2002, n. 289, che riportino espressamente nella propria denominazione la dicitura delle finalità sportive e della natura dilettantistica. 
  • per palestre, piscine, altre attrezzature ed impianti sportivi destinati alla pratica sportiva dilettantistica si intendono gli impianti, comunque, organizzati
    • destinati all’esercizio della pratica sportiva non professionale, agonistica e non, compresi gli impianti polisportivi; 
    • gestiti da soggetti giuridici diversi dalle associazioni/società sportive dilettantistiche, sia pubblici che privati anche in forma di impresa (individuale o societaria).

Attenzione va quindi prestata al fatto che la detrazione, pertanto, non spetta per le spese sostenute, ad esempio, per l’attività sportiva praticata presso: 

  • le associazioni che non rientrano nella definizione di “sportiva dilettantistica”, quali quelle che non hanno ottenuto il riconoscimento del Coni o delle rispettive Federazioni sportive nazionali o enti di promozione sportiva; 
  • le società di capitali di cui alla legge 23 marzo 1981, n. 91 (sport professionistico);
  • le associazioni non sportive (ad esempio, associazioni culturali) che organizzano corsi di attività motoria non in palestra. 

2) Detrazione spese sportive 2021: età dei ragazzi

In generale la detrazione spetta per le spese sostenute durante tutto il periodo d'imposta in cui il ragazzo ha tra i 5 e i 18 anni. Come chiarito dall'Agenzia delle Entrate il requisito dell'età ricorre anche se sussiste per una sola parte del periodo d’imposta.

Si ritiene, pertanto, che la detrazione spetti anche per tutto il periodo d'imposta in cui il ragazzo compie i 18 o i 5 anni, indipendentemente dal fatto che le spese sportive siano state sostenute prima o dopo il compimento.

3) Spese sportive: limite di detrazione

La detrazione è calcolata su un ammontare massimo di spesa di 210 Euro per:

  • il contribuente, se in possesso dei requisiti (minore emancipato o minore che percepisce redditi non soggetti all'usufrutto legale dei genitori);
  • ogni soggetto fiscalmente a carico. Il limite di 210 Euro è il limite massimo riferito alla spesa complessivamente sostenuta da entrambi i genitori, per lo svolgimento della pratica sportiva dei figli.

Nell'importo devono essere comprese anche le spese indicate nella CU 2021 (punti da 341 a 352), con il codice 16.

4) Spese sportive: documenti da conservare ai fini della detrazione

Per beneficiare della detrazione occorre dimostrare il sostenimento della spesa tramite un bollettino bancario o postale, o con fattura, ricevuta o quietanza di pagamento rilasciata dalle associazioni o impianti sportivi.

In questi documenti devono essere indicati i seguenti elementi:

  • ditta, denominazione o ragione sociale, sede legale (o se persona fisica: nome, cognome, residenza, codice fiscale);
  • causale del pagamento;
  • attività sportiva esercitata;
  • importo corrisposto per la prestazione resa;
  • dati anagrafici del ragazzo che pratica l'attività sportiva, e codice fiscale del soggetto che effettua il pagamento.

Ricordiamo che dal 1 gennaio 2020 i pagamenti devono essere tracciabili. Leggi Spese detraibili 2021 in dichiarazione: tutte le regole della tracciabilità

5) Spese sportive: indicazione nel 730 o Redditi PF

La spesa sostenuta, nel limite di 210 Euro per ragazzo, va indicata:

  • nei righi E8-E10 del modello 730;
  • nei righi RP8-RP13 del modello Redditi cod. 16

Se il soggetto ha sostenute spese per più di un ragazzo, compilerà più righi, indicando in ognuno di essi il codice 16, e riportando separatamente la spesa sostenuta per ciascun ragazzo.

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA
Commenti

Fabio Carpinato - 16/05/2020

Buongiorno, quindi l'obbligo della tracciabilità è in vigore per le spese sostenute da gennaio 2020? Per quelle sostenute nel 2019 anche tramite contanti è sufficiente dimostrarle tramite ricevuta indicante tutti gli estremi della Scuola Calcio? Grazie

Patrick - 31/10/2019

Salve, vorrei sapere se si ha diritto alla detrazione nel caso in cui la struttura sportiva si trovi in un altro paese della comunità europea.

Claudia Zanotti - 18/06/2019

Buongiorno chiedevo se le mie due figlie praticano pi sport e io ho gi indicato nel mio 730 i 210 euro da detrarre per ciascuna figlia sport nuoto mio marito nel suo precompilato pu indicare anche lui le due spese da 210 euro per lo sci...le figlie le abbiamo in carico al 50

Cinzia - 19/10/2018

Salve se il pagamento è stato effettuato per rimessa diretta o bancomat e si possiede ricevuta è possibile detrarre? Il mio commercialista mi ha detto che è necessario pagare con bonifico. Grazie

serena - 22/07/2018

se i genitori hanno il figlio in carico al 50% la spesa la carica solo uno dei genitori o la devono caricare tutti e 2 i genitori?

Silvia - 17/06/2018

Buongiorno mia figlia compie 5 anni il 29 dicembre 2018....posso scaricare tutto l'anno 2018 oppure solo a partire dal 2019?

Laura - 16/05/2018

Buongiorno, mio figlio ha compiuto 5 anni a novembre 2017, pertanto non capisco se posso detrarre le spese sportive solo di novembre e dicembre oppure come per chi compie 18 anni, anche quelli sostenute in tutto il periodo d'imposta (nel mio caso febbraio e maggio 2017)?

Elisabetta - 16/05/2018

Buongiorno Laura, credo che valga lo stesso anche per il compimento del 5°anno, quindi che lei possa detrarre la spesa in tutto il periodo d'imposta in cui il ragazzo compie 5 anni. Mi sembrerebbe assurdo che non fosse così. Saluti

oliviero - 03/05/2018

Se ho già percepito la dote sport della regione lombardia posso chiedere anche il rimborso del 19% sul 730?

Elisabetta - 09/05/2018

Buongiorno Oliviero, personalmente ritengo che possa detrarre la spesa in dichiarazione dei redditi, al netto di quanto ricevuto dalla dote sport. Ad avallare la mia opinione anche una faq (la n. 39), pubblicata sul sito della regione Lombardia, aggiornata al 18.10.2017, con riferimento alla dote sport 2017. Saluti

oliviero - 09/05/2018

Scusi , ma se io ho ricevuto una dote sport dalla regione Lombardia di 200 euro, e come dice lei posso detrarre dal mio 730 un importo al netto di tale dote , non mi rimane da dichiarare niente visto che al massimo posso detrarre 210 euro. Inoltre ho beneficiato della dote sport dell'anno 2016, invece per quanto riguarda il 2017 sono risultato idoneo ma non vincitore di tale dote.Grazie

Elisabetta - 10/05/2018

Se nel 2017 non ha ricevuto nulla il problema non si pone, può detrarre. Saluti

Oliviero Galati - 10/05/2018

OK grazie, gentilissima

dan - 05/05/2017

Saluti, e se uno ha due o più figli che vanno a scuola e praticano sport (nel migliore dei casi servono due righi ognuno) come fa? sto compilando il 730 online e per queste spese ci sono solo 3 righi a disposizione. Va aggiunto un secondo foglio?

susi - 18/05/2017

stesso probelma. Hai risolto? L'anno scorso si usavano due righi sommando i favori fino all'eccedenza di 210€ per lo sport, quindi permetteva di inserire 420€

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

REDDITI PERSONE FISICHE 2021 · 21/10/2021 Avvisi bonari: le regole per la definizione agevolata

A chi spetta la definizione agevolata: il pagamento delle somme contenute nelle dichiarazioni di irregolarità è senza sanzioni. Ecco il provvedimento delle Entrate

Avvisi bonari: le regole per la definizione agevolata

A chi spetta la definizione agevolata: il pagamento delle somme contenute nelle dichiarazioni di irregolarità è senza sanzioni. Ecco il provvedimento delle Entrate

La dichiarazione dei redditi dei figli minori non emancipati

I redditi dei figli minori possono derivare da beni soggetti a usufrutto legale oppure no: a seconda dei casi, la predisposizione della dichiarazione dei Redditi PF sarà diversa

Invio dichiarazione: sanzioni per violazioni plurime per il commercialista intermediario

Con Ordinanza della Cassazione si chiarisce che a più violazioni di trasmissione delle dichiarazioni al commercialista intermediario si applica il cumulo giuridico delle sanzioni.

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.