Speciale Pubblicato il 22/02/2016

730/2016 precompilato: invio dati oneri detraibili entro il 29.02

di Erario Anna Eleonora

168x126 Dichiarazione 730/2013

Entro il 29.02.2016 l'invio alle Entrate dei dati relativi a spese universitarie, spese funebri e interventi edilizi, ai fini del 730/2016 precompilato

Con Decreto del Ministero dell'Economia e delle Finanze del 13 gennaio 2016, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 17 del 22 gennaio, sono stati definiti termini e modalità di trasmissione all'Agenzia delle Entrate dei dati relativi a:

  • le spese universitarie;
  • le spese funebri;
  • le spese per interventi di recupero del patrimonio edilizio e di riqualificazione energetica degli edifici;

ai fini della predisposizione della dichiarazione 730 precompilata, che sarà resa disponibile ai contribuenti entro il prossimo15 aprile.

In tal modo, viene data attuazione a quanto previsto dal Decreto semplificazioni fiscali in merito alla raccolta dei dati da parte dell'Agenzia delle Entrate ai fini della precompilata.

L'invio dei dati deve essere effettuato entro il 28 febbraio di ciascun anno, anche se quest'anno l'invio va effettuato entro il 29 febbraio 2016.

Le nuove comunicazioni di oneri detraibili previste dal decreto MEF del 13.01.2016 si aggiungono a quelle per i quali già dallo scorso anno è stato previsto l'obbligo di invio (sempre entro il 28.02) cioè, quelle relative a:

  • i dati degli interessi passivi dei mutui e relativi oneri accessori (che devono essere inviati da banche e istituti di credito che erogano mutui);
  • i dati dei premi di assicurazione sulla vita, causa morte e contro gli infortuni (che devono essere inviati dalle imprese di assicurazione);
  • i dati dei contributi previdenziali ed assistenziali (che devono essere inviati dagli enti previdenziali e dalle forme pensionistiche complementari).

Si ricorda che da quest'anno, a questi dati, si sono aggiunti anche i dati delle spese sanitarie registrate tramite il Sistema Tessera Sanitaria, i quali dovevano essere trasmessi alle Entrate entro il 9 febbraio 2016 da farmacie, strutture ospedaliere e di cura, medici e odontoiatri iscritti all'Albo.

730/2016 precompilato: invio dati spese universitarie

A partire dai dati relativi al 2015, le università statali e non statali devono trasmettere all'Agenzia delle entrate in via telematica, entro il 28 febbraio di ciascun anno, con riferimento a ciascuno studente, una comunicazione contenente i seguenti dati riferiti all'anno precedente:

  • spese per la frequenza di corsi di istruzione universitaria;
  • spese per la frequenza di corsi universitari di specializzazione;
  • spese per la frequenza di corsi di perfezionamento;
  • spese per la frequenza di master che per durata e struttura dell'insegnamento siano assimilabili a corsi universitari o di specializzazione;
  • spese di iscrizione a corsi di dottorato di ricerca.

In particolare, va comunicato l'ammontare delle spese relative all'anno d'imposta precedente (al netto dei relativi rimborsi e contributi) con l'indicazione dei soggetti che hanno sostenuto le spese e dell'anno accademico di riferimento.

I rimborsi erogati nell'anno, ma riferiti a spese sostenute in anni precedenti devono essere indicati separatamente.

730/2016 precompilato: invio dati spese funebri

A partire dai dati relativi al 2015, i soggetti che emettono fatture relative a spese funebri (imprese di pompe funbri e attività affini) trasmettono all'Agenzia delle entrate in via telematica, entro il 28 febbraio di ciascun anno, una comunicazione contenente:

  • l'ammontare delle spese funebri sostenute in dipendenza della morte di persone nell'anno precedente, con riferimento a ciascun decesso;
  • l'indicazione dei dati del soggetto deceduto;
  • i dati dei soggetti intestatari del documento fiscale.

730/2016 precompilato: invio dati recupero edilizio e risparmio energetico

Con il Decreto MEF 13.01.2016 è stato stabilito che i dati dei bonifici per spese relative a interventi di recupero del patrimonio edilizio e di riqualificazione energetica degli edifici, attualmente già trasmessi alle Entrate da banche e Poste Italiane S.p.A. per finalità di controllo, devono essere trasmessi entro il 28 febbraio di ciascun anno, a partire dai dati relativi al 2015, anche ai fini dell'elaborazione della dichiarazione dei redditi precompilata. In particolare, la comunicazione deve riportare:

  • l'ammontare delle spese per interventi di recupero del patrimonio edilizio e di riqualificazione energetica sostenute nell'anno d'imposta precedente;
  • i dati identificativi del mittente;
  • i dati identificativi dei beneficiari della detrazione;
  • i dati identificativi dei destinatari dei pagamenti.

730/2016 precompilato e invio dati oneri detraibili: correzioni possibili fino al 7 marzo

L'Agenzia delle Entrate ha pubblicato il 19 febbraio scorso, sul proprio sito, le versioni definitive delle specifiche tecniche e delle modalità di invio per la trasmissione dei dati delle spese detraibili.

In particolare, le comunicazioni devono essere effettuate (anche tramite intermediari) utilizzando il servizio telematico Entratel o Fisconline, a seconda dei requisiti posseduti per la trasmissione telematica delle dichiarazioni. Per la trasmissione devono essere utilizzati i prodotti software di controllo e di predisposizione dei file resi disponibili sul sito dell'Agenzia delle Entrate.

Si precisa che quest'anno i dati dovranno essere trasmessi entro il 29 febbraio (il 28 cade di domenica), ma le bozze pubblicate confermano quanto previsto dall'articolo 78, comma 26, della Legge n. 413/1991 e cioè che i soggetti obbligati all’invio dei dati necessari per la dichiarazione precompilata hanno 5 ulteriori giorni di tempo per correggere il modulo di trasmissione dei dati, quindi fino al 5 marzo, che però, essendo sabato, slitta di fatto a lunedì 7 marzo.




Prodotti per Dichiarazione 730/2019, Oneri deducibili e Detraibili, Comunicazione spese sanitarie 2019

prodotto_fiscoetasse
38,37 € + IVA

IN PROMOZIONE A

19,13 € + IVA

prodotto_fiscoetasse
18,17 € + IVA

IN PROMOZIONE A

16,25 € + IVA

fino al 12/05/2019


Commenti

Non sono riuscita a capire come si dovevano comunicare le spese per ristrutturazione... nei servizi al cittadino del portale inps non ho trovato la sezione dedicata... Mi potete spiegare per le prossime volte come si deve fare la comunicazione? Grazie. Adesso devo rivolgermi per forza al caaf, non posso più arrangiarmi via telematica?

Commento di Laura Gobbato (06:05 del 20/03/2016)

La comunicazione riguardava il soggetto che ha emesso la fattura, non l'utilizzatore del servizio. Se lei si riferisce alla presentazione del 730 precompilato è ampiamente in tempo (penso verranno resi disponibili dal 15 aprile) e potra accedervi direttamente senza l'intervento di un caf. Legga questo articolo Dichiarazione 730/2016 precompilata: ecco come accedere

Risposta di Luigia Lumia (20:24 del 20/03/2016) al commento di Laura Gobbato

Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)