Speciale Pubblicato il 28/04/2015

La disciplina delle triangolazioni Iva intra ed extra Ue

di Dott.ssa Fiammelli Matilde

triangolazioni iva intracomunitarie e extracomunitarie

Vediamo gli aspetti delle operazioni triangolari intracomunitarie ed extracomunitarie in questo breve speciale

Le operazioni triangolari con l’estero sono operazioni di cessione di beni in cui i beni stessi sono oggetto di due distinti contratti di cessione, ma per i quali si realizza un unico movimento di beni ed intervengono tre soggetti economici diversi, situati in più Stati.
In sostanza l’operazione si configura quando il cedente nazionale viene incaricato dal cessionario nazionale (o intracomunitario nel caso di triangolazioni UE) di consegnare i beni al cliente straniero (intracomunitario ed extracomunitario) del cessionario stesso per suo ordine e conto. Il rapporto di cessione tra i due soggetti residenti è considerato dal legislatore “cessione all’esportazione” e quindi non imponibile, o nel caso di triangolazioni intracomunitarie, una vendita rientrante nel regime del d.l. n. 331/1993.
Per approfondire il tema delle Triangolazioni Iva acquista il nostro E-Book in pdf "Le Triangolazioni Iva (E-Book 2015)" aggiornato con la più recente normativa IVA italiana ed estera e in offerta speciale.
 

Gli aspetti giuridici delle triangolazioni

La triangolazione, come detto nella sintesi, è un operazione nella quale concorrono tre soggetti ben distinti e legati fra loro da particolari rapporti giuridici.
La triangolazione è infatti inquadrabile giuridicamente nell’art. 1478 del Codice Civile – Vendita di cosa altrui.
L’art. 1478 c.c. dispone che:
”Se al momento del contratto la cosa venduta non era di proprietà del venditore, questi è obbligato a procurarne l’acquisto al compratore. Il compratore diventa proprietario nel momento in cui il venditore acquista la proprietà dal titolare di essa”.
All’interno dell’istituto della vendita di bene altrui si distingue tra vendita espressamente dichiarata di bene altrui e vendita non espressamente dichiarata di bene altrui.
In caso di vendita di bene altrui dichiarata, il venditore:
  • dichiara, in modo chiaro ed esplicito all’acquirente che il bene non è di sua proprietà, ma è di proprietà di un terzo e, contemporaneamente,
  • si obbliga ad acquisire la proprietà del bene dal proprietario reale per poi trasferire la proprietà del bene all’acquirente.
Nel caso di vendita di cosa altrui non dichiarata il venditore non esplicita la situazione in base alla quale il bene non è nella propria sfera giuridica.
Trasferendo tali aspetti giuridici all’ambito IVA si individuano nella normativa dell’Imposta sul Valore Aggiunto le seguenti operazioni:
Le operazioni triangolari possono essere di due tipi:
  • Extracomunitarie, nelle quali sono coinvolti soggetti non residenti nell’UE, oltre all’operatore italiano;
  • Intracomunitarie, nelle quali sono coinvolti soggetti residenti nell’UE, oltre ovviamente all’operatore italiano.

Le triangolazioni extracomunitarie

Le operazioni triangolari di cui al presente lavoro vengono trattate dall’art. 8, comma 1, d.P.R. 633/1972, al fine di comprendere meglio la loro natura, descriviamo prima brevemente tutte le operazioni contenute nell’art. 8 citato.
Art. 8, comma 1, d.P.R. 633/1972
Costituiscono cessioni all’esportazione non imponibili:
  1. le cessioni, anche tramite commissionari, eseguite mediante trasporto o spedizione di beni fuori del territorio della Comunità economica europea a cura o a nome dei cedenti o dei commissionari, anche per incarico dei propri cessionari o commissionari di questi. I beni possono essere sottoposti per conto del cessionario, ad opera del cedente stesso o di terzi, a lavorazione, trasformazione, montaggio, assiemaggio o adattamento ad altri beni. L’esportazione deve risultare da documento doganale, o da vidimazione apposta dall’ufficio doganale su un esemplare della fattura ovvero su un esemplare della bolla di accompagnamento emessa a norma dell’art. 2 del decreto del Presidente della Repubblica 6 ottobre 1978, n. 627, o, se questa non è prescritta, sul documento di cui all’articolo 21, quarto comma, secondo periodo. Nel caso in cui avvenga tramite servizio postale l’esportazione deve risultare nei modi stabiliti con decreto del Ministro delle finanze, di concerto con il Ministro delle poste e delle telecomunicazioni;
  2. le cessioni con trasporto o spedizione fuori del territorio della Comunità economica europea entro novanta giorni dalla consegna, a cura del cessionario non residente o per suo conto, ad eccezione dei beni destinati a dotazione o provvista di bordo di imbarcazioni o navi da diporto, di aeromobili da turismo o di qualsiasi altro mezzo di trasporto ad uso privato e dei beni da trasportarsi nei bagagli personali fuori del territorio della Comunità economica europea; l’esportazione deve risultare da vidimazione apposta dall’ufficio doganale o dall’ufficio postale su un esemplare della fattura;
  3. le cessioni, anche tramite commissionari, di beni diversi dai fabbricati e dalle aree edificabili, e le prestazioni di servizi rese a soggetti che, avendo effettuato cessioni all’esportazione od operazioni intracomunitarie, si avvalgono della facoltà di acquistare, anche tramite commissionari, o importare beni e servizi senza pagamento dell’imposta.
Come visto, l’art. 8, co.1, d.P.R. 633/1972 qualifica le cessioni all’esportazioni come non imponibili e ne illustra immediatamente al comma 1 le caratteristiche e le casistiche principali.
Da una prima analisi emerge che le cessioni all’esportazione riguardano:
  • essenzialmente beni ceduti (non servizi, trattati eventualmente per analogia nell’art. 9, d.P.R. 633/1972, oppure dagli artt. Da 7-ter a 7-septies d.P.R. 633/1972);
  • operazioni dove sono coinvolti, oltre all’operatore italiano, anche uno o più soggetti non residenti nel Territorio italiano.
Se vuoi approfondire il tema delle Triangolazioni Iva acquista il nostro E-Book in pdf "Le Triangolazioni Iva (E-Book 2015)" aggiornato con la più recente normativa IVA italiana ed estera e in offerta speciale.

Ecco la disciplina delle Triangolazioni Iva aggiornata con la più recente normativa IVA italiana ed estera

Riportiamo qui di seguito l'indice degli argomenti trattati nel nostro e-book "Le Triangolazioni Iva (E-Book 2015)"
Indice:
Sintesi
Premessa - Gli aspetti giuridici
1. Le triangolazioni extracomunitarie
1. L’art. 8, comma 1, d.P.R. 633/1972 – Aspetti generali delle operazioni non imponibili
2. Le esportazioni triangolari
2.1. La prova documentale
3. Esempio pratico e documentazione contabile/fiscale
2. Le triangolazioni intracomunitarie
1. Aspetti generali delle triangolazioni intracomunitarie
2. Casi particolari illustrati dalla circ. 13/1994
3. Un caso pratico: adempimenti fiscali e contabili
3. Operazioni triangolari e plafond
1. Definzioni e metodologie di calcolo del plafond
4. Operazioni triangolari e utilizzo del rappresentante fiscale
1. Aspetti generali della nomina del rappresentante fiscale
2. La circolare 36/E del 21 giugno 2012
5. I modelli Intrastat
1. Le regole generali relative agli scambi con San Marino
2. La compilazione del modello Intrastat
2.1. La ricevuta della presentazione
2.2. Documentazione da conservare
Appendice normativa
Giurisprudenza



Prodotti per Operazioni Extracomunitarie, Operazioni Intracomunitarie, Operazioni Intra ed extra comunitarie

12,90 € + IVA
10,90 € + IVA
 
4,90 € + IVA

Commenti

Salve premesse congratulazioni per il servizio chiaro e costante, ho un dubbio su cui non ho trovato risposta (mea culpa) data probabilmente l'assenza di richieste in merito. Il dropshipping si basa solo sulla gestione del magazzino se non ho capito male, dunque io vendo sulla base della loro disponibilità, tuttavia al cliente finale dovrò fatturare io, essendo io il ricevente pagamento (corretto?) A questo punto, se il dropshipper è cinese e io Italiano, vendo a cittadini Italiani, come applicherò la fatturazione, non avendo ricevuto fattura dal dropshipper cinese, ma solo una ricevuta esente IVA? A parte l'ovvio problema della garanzia (superabile) che è di un solo anno per gli extra UE, avrò il problema della tassazione che non riesco ancora a comprendere appieno. Grazie di cuore a chi risponderà

Commento di Gianluca (21:23 del 11/05/2017)

Nessuno disponibile ad aiutarmi a capirci qualcosa?

Risposta di Gianluca Sole (12:47 del 16/05/2017) al commento di Gianluca

Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)