168x126 imposta di bollo

Speciale Pubblicato il 28/02/2017

Marca da bollo sulle fatture 2017: ecco come si applica

di Gorgoglione dott. Antonio

Ricevute, note di credito, fatture con reverse, fatture per le esportazioni, fatture esenti: ecco come applicare la marca da bollo nel 2017

La marca da bollo è un tributo alternativo all’iva e va applicata esclusivamente per le fatture emesse senza l’addebito dell’iva. Il meccanismo generale è il seguente:
  • sulle fatture con importi superiori ad € 77.47 la marca da bollo va applicata sia se sono in formato cartaceo che elettronico.
  • Sulle fatture con importi inferiori a € 77.47 la marca da bollo non va mai applicata,
  • se le fatture presentano contemporaneamente importi soggetti ad IVA ed importi non soggetti, la marca da bollo va applicata solo qualora gli importi non soggetti ad IVA siano superiori a € 77.47.

In ogni caso l'importo della marca da bollo,qualora sia dovuta, è di € 2.00.

Oltre a questa regola generale, ci sono molte casistiche specifiche: in questo approfondimento l'autore ne presenta una carellata facendo sempre riferimento alla normativa.

Sei un professionista? Abbonati alla Circolare del giorno quasi 300 approfondimenti all'anno sulle novità fiscali e gli adempimenti del momento!

Marche da bollo 2017: il principio di alternatività imposta di bollo e Iva

Con il principio di alternatività sono sempre esenti dalla marca da bollo:
 
• Fatture, note di credito e addebito e documenti simili che riguardano operazioni soggette ad IVA;
• Fatture riguardanti operazioni non imponibili relative ad esportazioni di merci (Art. 8 lett. a) e b) DPR 633/1972) ed a cessioni intracomunitarie di beni (Art. 41, 42 e 58 DL 331/1993);
• Fatture soggette al reverse charge (Art. 17, comma 6 lett. a), a-bis) e a-ter) DPR 633/1972) e cessione dei rottami (Art. 74 comma 7 e 8 DPR 633/1972).
 
Sono soggette alla marca da bollo, invece le fatture di importo superiore ad € 77.47 riguardanti:
• Operazioni fuori campo IVA per mancanza del presupposto soggettivo o oggettivo (Art. 2, 3, 4 e 5 DPR 633/1972), territoriale (Art. da 7 a 7-septies DPR 633/1972);
• Operazioni escluse dalla base imponibile dell’ IVA (Art. 15 DPR 633/1972);
• Operazioni esenti da IVA (Art. 10 DPR 633/1972);
• Operazioni non imponibili perché effettuate in operazioni assimilate alle esportazioni, servizi internazionali e connessi agli scambi internazionali, cessioni ad esportatori abituali (esportazioni indirette Art. 8 lett. c) DPR 633/1972);
• Operazioni effettuate dai soggetti passivi che usufruiscono del nuovo regime dei minimi e del regime forfettario.
 
 

Marca da bollo 2017: chi la deve applicare?

La marca da bollo sulla fattura è a carico del debitore come stabilito dall’art 1199 c.c., sebbene per il pagamento dell’imposta e per eventuali sanzioni amministrative sono obbligatamente solidali entrambi le parti, cioè, sia chi emette la fattura e sia chi la riceve senza la corretta applicazione della marca da bollo. Se nella fattura manca la marca da bollo, chi la riceve è esente da responsabilità solo se la presenta entro 15 giorni all’Agenzia delle Entrate e provvede a pagare la sola imposta. In questo caso la sanzione colpisce solo chi doveva applicare l’imposta.
La marca da bollo deve essere affrancata sulla copia originale della fattura consegnata al cliente. Sulle altre copie sarà necessario riportare la dicitura “ imposta di bollo assolta sull’originale”.
Quando il costo della marca da bollo è a carico del cliente, l’importo deve essere indicato in fattura tra le operazioni escluse dalla base imponibile dell’IVA (Art. 15 DPR 633/1972). Se invece il costo grava sul fornitore, l’importo della marca da bollo non deve essere specificato in fattura.
 

Marca da bollo 2017: quali sono le sanzioni?

L’omissione della marca da bollo o l’apposizione del contrassegno telematico di assolvimento della marca da bollo con data posteriore a quella della fattura prevede una sanzione amministrativa, per ogni singola fattura considerata irregolare, di importo pari al doppio o al quintuplo dell’imposta o della maggiore imposta evasa.
La marca da bollo è deducibile o detraibile ai fini IRPEF sempre se si può considerare accessoria al costo principale.
La marca da bollo sulle fatture cartacee va assolta tramite l’acquisto del contrassegno telematico acquistato dal tabaccaio mentre per le fatture elettroniche la marca da bollo va assolta in modo virtuale mediante il versamento con il modello F24.
I contribuenti che assolvono in maniera virtuale la marca da bollo su fatture elettroniche, sono tenuti a versarla in maniera cumulativa entro 120 giorni dalla chiusura dell’esercizio, cioè entro e non oltre il 30 aprile dell’anno successivo d’imposta.
Le copie conformi delle fatture rilasciate ad esempio per causa di smarrimento dell’originale da parte del cliente, seguono il medesimo trattamento ai fini della marca da bollo prevista per le fatture originali.
 

Marca da bollo 2017: le fattispecie

La tabella seguente riporta le principali fattispecie di applicazione della marca da bollo:

ambito IVA

operazioni

fattispecie

Normativa IVA DPR 633/1972

> € 77,47

         
 

Imponibili

Reverse charge

Art. 74 comma 7 e 8

esente da bollo

     

Art. 17, comma 6 lett. a), a-bis) e a-ter)

esente da bollo

Operazioni nel campo IVA

   

Art. 74 comma 1

esente da bollo

 

Esenti

 

Art. 10

marca da bollo

   

Esportazioni

Art. 8 lett. a) e b)

esente da bollo

   

Cessioni intraUE

Art. 41, 42 e 58 DL 331/1993

esente da bollo

         
 

Non imponibili

Ser. Internaz.

Art. 9

esente da bollo

   

Esportatori abit.

Art. 8 lett. c)

marca da bollo

   

Esportazioni ass.

Art. 8-bis

marca da bollo

         
 

Escluse

 

Art. 15

marca da bollo

         

Operazioni fuori campo IVA

   

Art. 2, 3, 4, 5

marca da bollo

 

Reg. minimi

DL 98/2011

marca da bollo

   

Reg. forfettario

Legge stabilità 2015

marca da bollo

 

La fattura emessa in applicazione del reverse charge è esente da marca da bollo perché risulta comunque assoggettata ad IVA, anche per il reverse charge interno. (CM 29/12/2006 n37/E).

La  non imponibilità IVA riconosciuta alla fattura emessa con Art. 8-bis, a favore delle cessioni di navi e aeromobili effettuate nello stato, ha carattere autonomo e non generale, perciò la fattura deve essere assoggettata alla marca da bollo, fatta eccezione alla fattura emessa per l’imbarco di provviste e dotazioni di bordo in quanto inerenti alle esportazioni di merci.

La fattura emessa per servizi internazionali godono delle esenzione assoluta purchè tali servizi siano diretti alla esportazione di merci con esclusione ai servizi relativi a beni intransito doganale, trasporti di persone, ecc. (RM 6/6/1978, n. 290586).


Commenti

Il bollo sulle fatture è dovuto anche dalle cooperative sociali Onlus di diritto?

Commento di Mary (16:59 del 30/01/2015)

Ogni tanto faccio delle prestazioni occasionali, non ho partita Iva. Vedo che qui si parla solo di fatture, quindi nel mio caso devo apporre la marca all'origine o no? C'è il modo di farlo virtualmente? Altrimenti dovrei spedire per raccomandata tutte le notule senza poi avere nessun rimborso, non ne vale la pena. Grazie

Commento di Fabiana (09:32 del 24/02/2015)

Buonasera Fabiana. Non so se ti è già stata data risposta; io voglio comunque darti la mia. Per le prestazioni occasionali serve la marca da bollo per importi superiori ai Euro 77,47. Puoi scegliere di sostenere tu la spesa oppure di addebitarla al cliente. La puoi inserire nel modulo di prestazione occasionale con l'art.15 e quindi il tuo committente ti dovrà fare il bonifico comprensivo dell'importo di Euro 2,00.

Risposta di Ragioniere In Affitto (21:09 del 06/03/2016) al commento di Fabiana

La maggioranza di chi emette le ricevute o le fatture soggette a bollo non applica il bollo riversando così anche sul cliente la responsabilità del mancato pagamento del bollo. Dovrebbero applicare pene più severe su chi emette i documenti anche perchè la maggioranza della gente non può conoscere se ci va il bollo oppure no.

Commento di gian claudio lecchini (13:24 del 08/05/2015)

Anche a me capita di ricevere da qualche medico ricevute irregolari, dove cioè le marche da bollo non sono applicate , e a volte la ricevuta mi viene consegnata non in tempo utile per applicare la marca con la data del giorno della fattura ( ho ricevuto per posta fatture irregolari più di 20 gg dopo la loro emissione oppure mi sono state compilate alle ore 20,00, quando i tabaccai sono chiusi! ) .Io credo che non tutti i medici conoscano queste regole e che siano in buona fede .Ma ultimamente ho dovuto spedire proprio al Fondo Previdenza del Ministero Finanzem( di cui sono dipendente) alcune ricevute per chiedere un rimborso si spese sanitarie e adesso mi arriverà pure una sanzione da pagare perchè due di queste sono irregolari per marca da bollo apposta in ritardo dal medico. Inoltre lsu queste due ricevute le marche da bollo non sono state esposte in fattura , perche questo medico non le fa mai pagare ai clienti. Ho sempre pensato che fosse molto gentile da parte sua, ma adesso come faccio a dimostrare che è lui che le ha applicate e che quindi la responsabilità è sua ? Sono proprio arrabbiata !! Mi trovo qualche volta a dover far notare io ai medici che la fattura è irregolare e mi rendo conto che cascano dalle nuvole, non agiscono per malafede : qualche tempo fa uno non sapeva neanche che sulla marca da bollo è presente la data di emissione !!!!!!

Risposta di Donatella (13:43 del 29/08/2015) al commento di gian claudio lecchini

Io a volte mi trovo impossibilitato a consegnare a clienti la fattura originale con applicata la marca da bollo se non dovendola inviare per posta. E' possibile semplicemente inviare per mail la fattura con il numero identificativo della marca?

Commento di Giuseppe (11:22 del 13/05/2015)

In una fattura del 2014 posso mettere la marca da bollo del 2015 per fare 730?? Se no,ora ci sa succederà??

Commento di Monica (11:00 del 24/06/2015)

buongiorno, ho avanzato 2 marche da bollo da € 1.81 è possibile applicarle su una fttura al posto di una da €2.00 ? o devo buttarle vi ' grazie Gianni

Commento di Gianni (00:20 del 11/07/2015)

Buonasera Gianni. Non so se ti è già stata inviata una risposta. Io comunque ti invio la mia. Ora le marche da bollo si acquistano dai tabaccai che te le stampano al momento. Quindi scegli tu l'importo che ti serve. Basta che dici al negoziante: "Mi servono due marche da bollo da 0,19 centesimi."

Risposta di Ragioniere In Affitto (20:38 del 06/03/2016) al commento di Gianni

Vorrei sapere se affitto una stanza di una casa che abito con contratto di comodato ma che è di proprietà di mio padre come devo comportarmi per la ricevuta fiscale? devo mettere la marca da bollo? Grazie

Commento di Rosa (19:03 del 11/08/2015)

Devi scrivere sulla fattura che mandi via mail la dicitura "Marca da bollo applicata sulla copia del mittente" ed applicare la marca sulla tua copia.

Commento di Evelyne (09:27 del 27/08/2015)

Se esporto un bene in regime forfettario la fattura sopra 77.47 è esente perchè l'esportazione è imponibile operazione non imponibile, oppure è non esente perchè il regime è forfettario? Grazie

Commento di Marco (19:42 del 09/10/2015)

buongiorno, ho una onlus neocostituita, a natale faremo i classici banchetti per promuovere le iniziative con gadget in questo caso devo apporre marca da bollo? e in caso di donazione?

Commento di Sonia (08:58 del 11/10/2015)

Il bollo su fatture mediche (superiore a € 77,47) non è più obbligatorio dal 14.01.2014 risoluzione 9/E Agenz. Entrate

Commento di Pasquale (20:34 del 24/10/2015)

Non è dovuto per i ticket e per le visiste specialiste in regime di convenzione, dire che la risoluzione da lei citata si riferisce solo a queste e non alle visite specialistiche svolte da medici in regime di libera professione. Vedi il testo della circolare Ticket sanitari senza imposta di bollo

Risposta di Luigia Lumia (22:18 del 25/10/2015) al commento di Pasquale

Salve, ma se io ho una fattura fuori campo IVA art. 2 da 500 Euro, devo applicare la marca da bollo perché > a 77.47Euro. se la stessa prestazione la divido in due fatture quindi una da 300 Euro e una da 200 Euro secondo voi devo applicare marca da bollo su ognuna oppure basta una per entrambe ? trattasi di due fatture per la stessa prestazione. grazie

Commento di Valentina (11:46 del 22/11/2015)

volevo chiedere , se ho una nota di credito con importi esenti superiori a 77,47 €, il bollo deve essere applicato? deve essere addebitato all'utente

Commento di daniela (17:02 del 14/12/2015)

una volta attaccata, devo annullare la marca da bollo sulla fattura originale? Se si', come?

Commento di GIUSEPPE (14:29 del 30/12/2015)

Buonasera Giuseppe no, adesso le marche da bollo hanno la data stampata sopra, non serve più annullarle.

Risposta di Ragioniere In Affitto (20:55 del 06/03/2016) al commento di GIUSEPPE

Salve, io sono un professionista iscritto alla gestione separata inps. Emetterò le nuove fatture 2016 con esenzione iva (forfettario) e spedirò le fatture come sempre fatto via email direttamente al cliente finale tramite il gestionale. Come posso applicare il bollo da 2 euro senza dover per forza inviare anche la copia cartacea ?

Commento di Fabio (22:05 del 11/01/2016)

Devi richiedere all'Ag.Entrate l'autorizzazione al versamento e applicazione imposta di 'bollo virtuale' (pratica abbastanza complicata e autorizzazione non semplice da ottenere se non hai un minino di fatture all'anno). Ti conviene stamparle e applicarla

Risposta di Lisa (15:43 del 25/01/2016) al commento di Fabio

Buonasera Fabio. Puoi anche optare per una più semplice soluzione: applichi la marca da bollo sulla copia che rimane a te e, sulla copia che invii via e-mail al cliente, apponi la scritta: "Marca da bollo assolta sulla copia del mittente" e di seguito il numero di protocollo della marca.

Risposta di Ragioniere In Affitto (20:53 del 06/03/2016) al commento di Fabio

Avrei questo quesito da proporre : la data della marca da bollo deve essere uguale alla data di emissione fattura? Grazie per le risposte.

Commento di KOBRA 1956 (18:19 del 31/01/2016)

Uguale o precedente

Risposta di dany (11:27 del 08/02/2016) al commento di KOBRA 1956

Da tutte le parti si parla di FATTURE quindi documenti relativi a un interscambio con utente commerciale. Quindi mi domando se la RICEVUTA verso i privati ne fosse esente. vero? falso? Se qualcuno risponde sarebbe apprezzato.

Commento di Leonardo (17:08 del 08/02/2016)

Buonasera Leonardo. Devi partire dal presupposto che stiamo parlando di un soggetto che "emette" una fattura. Quindi obbligatoriamente ha la Partita IVA. Non importa verso chi la emette, sia privato o ditta: è il suo status di impresa o professionista che gli impone di applicare la marca da bollo.

Risposta di Ragioniere In Affitto (20:43 del 06/03/2016) al commento di Leonardo

Io ho una struttura ricettiva, cosa devo mettere un bollo su tutti i documenti fiscali sopra i 77.47 Euro che siano ricevute o fatture? Perché il mio commercialista sostiene che le devo mettere solo sulle fatture.

Risposta di Leonardo (15:46 del 08/03/2016) al commento di Ragioniere In Affitto

Salve sono titolare di un'agenzia pratiche auto e sono entrata quest'anno nel regime forfettario, se emetto una fattura di 100 euro composta da 80 euro di spese (documentati con i rispettivi versamenti) e 20 euro di imponibile ( mio guadagno lordo cioè competenze agenzia per l'espletamento della pratica) va messa la marca da bollo da 2 euro?

Commento di Mirella (13:42 del 12/03/2016)

se devo apporre una marca da bollo da 16 euro, posso metterne 8 da 2 euro? grazie

Commento di arianna (11:20 del 14/03/2016)

Buongiorno sono un intermediario di assicurazioni volevo sapere se sulle fatture provvigionali che faccio all'agenzia generale devo applicare la marca da bollo

grazie roberto

Commento di roberto (17:22 del 16/03/2016)

In calce alla fattura dovra' essere riportata la dicitura Esente I.V.A. ai sensi dell'art. 10, comma 1, numeri 2) e 9) DPR 633/72

Esente da imposta di bollo ai sensi dell'art. 16, Legge n. 1216/61

Risposta di Massimiliano (10:18 del 09/03/2017) al commento di roberto

In calce alla fattura indica:

Esente I.V.A. ai sensi dell'art. 10, comma 1, numeri 2) e 9) DPR 633/72

Esente da imposta di bollo ai sensi dell'art. 16, Legge n. 1216/61

http://www.dkpost.it/2013/07/19/applicazione-dellimposta-di-bollo-sulle-fatture/

Risposta di Massimiliano (11:21 del 09/03/2017) al commento di roberto

buongiorno, avrei bisogno di sapere da quando è stato istituito il limite minimo di € 77,47. grazie

Commento di giovanna (14:30 del 17/03/2016)

Credo sia così da molto, molto tempo. E' l'equivalente delle vecchie 150.000 lire, quindi sicuramente antecedente al 2002.

Risposta di dawnraptor (09:36 del 18/03/2016) al commento di giovanna

Salve oggi controllando tutti i documenti mi sono accorta che su tre fatture mediche di cui ( mammografia 60.00,prelievi quasi 70.00 e un ecografia 59.00) non c'è la marca da bollo il tutto dell'anno 2015. Sono valide x fare il mod 730 oppure no? Sono le fatture quelle stampate da pc e no scritte a penna

Commento di Agnese (15:53 del 17/03/2016)

posto che una fattura da bollare non sia stata sia stata bollata in tempo, volendola bollare adesso con circa 6 mesi di ritardo senza aver subito accertamenti da nessuno, quanto e come posso regolarizzare?

Commento di Massimo (12:52 del 01/04/2016)

Buongiorno. Potrei dover emettere fatturr superiori ai 77.47€ ma senza avere la possibilità di fare la fotocopia della fattura con la marca da Bollo apposta. In questo caso ho letto che si può scrivere "Imposta di bollo assolta in originale"indicando l 'identificativo della marca da bollo. Ma anche sulla mia copia ovviamente dovranno risultare i 2 € che il cliente mi ha pagato...giusto? Altra domanda:la marca da bollo apposta in originale va annullata?grazie

Commento di Nic (08:38 del 02/04/2016)

Salve, sono un contribuente forfettario e quindi applico il bollo in fattura (superiore ad €77,47) che faccio pagare ai miei clienti. Quando registro la medesima fattura qual'è l'importo del documento che devo indicare? al netto del bollo o compreso il bollo?

Commento di Fabio (19:43 del 05/04/2016)

Buonasera, dove posso trovare le sanzioni x calcolare l'importo da aggiungere ad una marca da bollo recante data posteriore alla ricevuta/fattura emessa? Grazie

Commento di Emanuela (23:34 del 05/04/2016)

buongiorno dovrei far pagare l acqua consumata a l affittuario di un immobile adibito ad attivita' commerciale,.posso addebitargli l importo dovuto con emissione di una fattura senza iva con marca da bollo e qual e' la dicitura che devo usare. .. grazie

Commento di sandro (19:05 del 06/04/2016)

Salve, io devo emettere delle certificazioni riguardanti le spese per la mensa scolastica. Devo richiedere al genitore una marca da bollo da € 2,00 per certificazioni con importo superiore ai 77,46? Grazie

Commento di ALICE (09:22 del 13/04/2016)

Salve, mi chiamo Gaetano e sono titolare di un'attività commerciale, desideravo sapere se devo porre qualche marca da bollo sulla dicitura di un foglio A4 che recita " Per motivi fiscali Non si fa credito a nessuno". Se si da quanto? Grazie

Commento di Gaetano (01:57 del 14/04/2016)

La marca da bollo che io applico sulle mie fatture emesse in regime dei minimi mi fanno reddito se io le inserisco come costo esente art 15 per il mio cliente? Ovvero qi fini della contabilizzazione del mio incasso come dovrei comportarmi? Per me é un ricavo che mi verrebbe tassato giusto?

Commento di alessandro (22:50 del 12/05/2016)

Buongiorno. Per fatture fatte in pdf e poi inviate al cliente., posso pagare il bollo virtualmente entro 120 gioni/fine anno senza avere l.autorizzazione, oppure è obbligatoria?

Commento di Stefano (08:46 del 13/05/2016)

Buongiorno,ho due fatture del mese di aprile e non mi è stato detto di applicare la marca da bollo da 2 euro. Appena l'ho saputo le ho messe ma con quasi due mesi di ritardo. Secondo voi l'anno prossimo quando farò il 730 e scaricherò queste due fatture avrò delle sanzioni? E se si potrei sapere cosa o quanto? Grazie mille

Commento di Fabio (16:58 del 17/05/2016)

Salve. A mia moglie la ginecologa ha emesso una fattura di euro 122 di cui totale 120 e 2 bollo o Iva, da pagare 122. La segretaria ha detto che devo applicare la marca da bollo da 2 euro. E' giusto cosi'? Grazie a chi vorrà rispondere.

Commento di Salvatore (18:33 del 10/06/2016)

Salve, sono una freelance che lavora da casa. Solitamente, ho ricevuto pagamenti attraverso notule o bonifici bancari, molti di cifre anche superiori alle famose 77,47€. Nessun datore di lavoro mi ha mai chiesto la marca da bollo. Fino ad oggi! Come fare? Così mi hanno risposto: "La marca da bollo è a carico di chi emette la ricevuta, come da circolare dell'agenzia delle entrate." Mi mi intendo molto di queste cose. Già ho la ritenuta d'acconto. Devo procurarmi la marca da bollo? Grazie

Commento di Irene (16:35 del 19/08/2016)

Buongiorno, il fisioterapista, mi ha rilasciato una fattura comulativa in data 16/09/2016 ma la fattura mi è stata rilasciata in data 03/10/2016,spettava a lui applicare la marca da bollo? Ho applicato in questa data la marca da bollo da € 2 , vado incontro a sanzione

Commento di Giuseppe (17:31 del 03/10/2016)

Devo applicare la marca da bollo sulla fattura (ho la P IVA come medico) per un cliente istituzionale (una Università) all'estero (Regno Unito)?

Commento di roberto (13:14 del 14/10/2016)

Ho delle fatture x prestano mediche relative i e all'anno in corso su cui ho dimenticato di apporre la relativa marca da bollo di € 2,00 . Cosa devo fare x mettermi in regola ( anche pagando una mora) ? X favore rispondetemi! Mille grazie

Commento di Biagio (12:58 del 11/12/2016)

Buongiorno, mi chiamo Sergio e sono in regime dei minimi e volevo sapere, io fatture del 2016 senza marca da bollo de 2 euro, perche non sapevo che ce bisogno, prego se qualcuno mi po dire cosa succedera, e che si po fare ora.

Commento di sergio (21:37 del 16/02/2017)

Buongiorno, sono un agente di commercio in regime dei minimi. La mia preponente ha avuto un controllo da parte della Guardia di Finanza. Hanno rilevato che le fatture che emesso alla preponente mancano le marche da bollo, come in effetti è, visto che io non le ho apposte. In cosa incorro?

Commento di Luca (13:49 del 21/02/2017)

Buongiorno, quando c'è una triangolazione: -2 soggetti italiani e 1 extra ue; il promotore italiano fattura ad cliente italiano art. 7-bis, devo applicare marca da bollo?? -1 soggetto italiano promotore- 1 ue - 1extraue: italiano fattura art. 7 bis a cliente extraue, anche qui art. 7 bis bisogna applicare marca da bollo? devo applicarle in questi casi di triangolazioni?

Commento di Martina (12:12 del 01/03/2017)

Grazie per la pazienza e le risposte gentilmente fornite. Avrei una domanda. Io emetto fattura nell’ambito del regime dei minimi fatturando al cliente anche la marca da bollo per gli importi che lo richiedono. Quando presenterò la dichiarazione dei redditi l’importo da sommare per determinare l’imponibile su cui verrà calcolato il 5% di tasse da versare comprende anche la marca da bollo? Faccio un esempio: fattura 1: 60 euro fattura 2: 82 euro (comprensivi di 2 euro di marca da bollo addebitati al cliente e segnalata con apposita voce in fattura)

Il totale dell’imponibile è 140 oppure 142?

Ringrazio moltissimo per le delucidazioni!

Commento di Francesco G (15:00 del 17/03/2017)

Buongiorno, solo oggi in fase di preparazione delle carte per la prossima consegna del 730 riferito all’anno 2016 mi sono accorta che sulle fatture del dentista c’è scritto apposizione marca da bollo ma la marca da bollo non è stata messa. Posso provvedere oggi all’apposizione della stessa o posso consegnare la copia delle fatture senza marca da bollo?

Commento di martina (15:32 del 28/03/2017)

Salve,vorrei porre questo quesito: emettendo ricevuta sanitaria di €100 + 2 di bollo il mio reddito e' di €100 oppure di€102?

Commento di Orlando (13:16 del 11/04/2017)

Salve, io ho un dubbio. Su una fattura di un biologo nutrizionista... di 75€ a cui si aggiunge il contributo integrativo del 4% di 3€ per un totale di 78€ ci vuole la marca da bollo di 2€? o per l'applicazione conta solo l'importo della prestazione di 75€?

Commento di Fabrizio (12:29 del 22/04/2017)

Dovendo fare una Eco Addominale, per problemi di deambulazione e nonostante varie esenzioni tra le quali V01, mi stavano prenotando per aprile 2018. Pagando, invece, dopo 4 giorni sono andato nell’ospedale della città dove vivo. Non solo la visita era 85 euro ma mi sono visto applicare altri 2 euro di bollo. Che neppure si vede sulla ricevuta. Il bollo, non è un altro sistema per il Governo, per derubare i cittadini italiani?

Commento di iltirolese (09:45 del 30/05/2017)

Devo applicare in ritardo delle marche da bollo da E. 2,oo su ricevute per affitto. Vorrei sapere per sanare la discrepanza fra la data del rilascio delle ricevute e quella di emissione delle marche da bollo di quanto deve essere l'importo complessivo da applicare a fronte dei 2 euro originari. Grazie.

Commento di Vincenzo (11:33 del 30/06/2017)

L'associazione ONLUS di volontariato sono assoggettati al pagamento dell'I.V.A.

Commento di Giuseppe (19:32 del 24/08/2017)

L'associazione ONLUS di volontariato sono assoggettati al pagamento dell'I.V.A.

Commento di Giuseppe (19:32 del 24/08/2017)

Buongiorno, ho un affittacamere non professionale volevo sapere nel caso il cliente sia una società e mi chiede di fare fattura come devo procedere? Nel caso di clienti privati italiani è obbligatorio inserire il codice fiscale? in caso di clienti privati esteri e non essendo in possesso di un codice fiscale come quello italiano come devo procedere, esiste un codice fiscale estero? è obbligatorio inserirlo sul documento?

Grazie

Commento di Alberto (07:38 del 24/09/2017)

Ma un affittacamere non professionale non ha la partita iva e quindi NON PUO' emettere una fattura. Al massimo può fare una ricevuta, con bollo se superiore a 77 euro e spiccioli.

Risposta di dawnraptor (10:29 del 25/09/2017) al commento di Alberto

Buongiorno, avrei una domanda. Per sbaglio ho acquistato una marca da bollo da 16,80 euro quando in realtà avevo semplicemente bisogno di una marca da 16 euro. In questo caso, la marca da bollo da 16,80 viene accettata oppure sono costretta ad acquistarne un'altra? Grazie in anticipo.

Commento di Arianna (13:10 del 08/10/2017)

Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)