Speciale Pubblicato il 20/03/2013

Cud 2013: ecco le modalità per procurarsi il cartaceo

di Gesuato Elisabetta

Pensionata96x128

Niente Cud per posta, da quest'anno sarà utilizzato di norma il canale telematico. Resta sempre la possibilità di richiedere il cartaceo, e l'Inps ha spiegato come.

La Finanziaria 2013 con l’intento di ridurre la spesa pubblica ha previsto che dal 2013 gli Enti previdenziali renderanno disponibile il mod. CUD in forma telematica. Pertanto l'Inps, nei primi mesi dell'anno, a differenza degli anni scorsi non ha recapitato ai soggetti interessati i modelli di certificazione di redditi di lavoro dipendente, pensione e assimilati, ma li ha resi disponibili on-line.
Per poter visualizzare e stampare il proprio mod. CUD 2013 il pensionato deve accedere al sito Internet http://www.inps.it nella sezione “Servizi al cittadino” previa identificazione tramite PIN.

Ti puo interessare  l’ e-book "Pensioni 2019" di L. Pelliccia e il volume APE Anticipo pensionistico e rendita integrativa RITA (libro di carta Maggioli Editore - 120 pagine)

E' disponibile anche il videocorso accreditato "Quota 100 e altre novità previdenziali ( Riscatto laurea e pace contributiva)"

Per tutte le notizie e approfondimenti  segui sempre il nostro DOSSIER gratuito: Pensioni: Quota 100 e novità 2019

Il formato cartaceo

Nell'interesse di quella fascia di contribuenti che non possiedono i mezzi e le competenze per usufruire dei servizi on-line, l'Inps ha emanato prima una circolare, e poi un messaggio, in cui illustra le diverse modalità in cui è possibile richiedere il proprio modello Cud in formato cartaceo:
  1. Sportelli veloci dell’INPS: è previsto un potenziamento del front office delle sedi territoriali per il primo trimestre dell'anno, dedicando uno sportello veloce al rilascio del Cud, attraverso il quale il pensionato può richiedere la stampa del mod. CUD 2013 relativo sia alle somme corrisposte dall’INPS che dall’INPDAP e dall’ENPALS.
  2. Postazioni informatiche self service: presso le sedi territoriali è possibile stampare il modello tramite le postazioni informatiche self service utilizzando la Tessera sanitaria (TS) ovvero la Tessera sanitaria – Carta nazionale dei servizi (TS-CNS)
  3. Posta elettronica certificata/ordinaria: i soggetti in possesso di un indirizzo di posta elettronica certificata CEC-PAC o ordinaria possono comunicare al seguente indirizzo [email protected] la richiesta di trasmissione del modello. Alla email di richiesta devono essere allegate:
    1. l'istanza firmata e digitalizzata;
    2. la copia digitalizzata fronte/retro di un documento di riconoscimento del richiedente
  4. Centri di assistenza fiscale/professionisti abilitati: il CAF o professionista abilitato potrà, previo conferimento di specifico mandato, provvedere alla stampa del mod. CUD 2013. A tal fine il CAF/professionista abilitato deve conservare il mandato ricevuto unitamente alla copia della carta d’identità del pensionato. Il professionista deve essere:
    1. abilitato all'assistenza fiscale;
    2. convenzionato con l'Inps per la trasmissione dei modd. RED.
  5. Uffici postali: è possibile ottenere la stampa del mod. CUD 2013 anche presso un Ufficio postale c.d. “Sportello amico” a fronte di un corrispettivo pari a € 2,70 più IVA.
  6. Sportello mobile per utenti ultra85enni e pensionati residenti all’estero: gli ultraottantacinquenni titolari di indennità di accompagnamento, speciale o di comunicazione e i pensionati residenti all’estero, possono richiedere allo sportello della competente struttura INPS l’invio del mod. CUD 2013 presso il proprio domicilio. I pensionati residenti all’estero possono utilizzare gli specifici numeri telefonici dedicati (06 59054403 – 06 59053661 – 06 59055702).
  7. Spedizione del CUD al domicilio del titolare: in caso di dichiarata impossibilità di accedere alla certificazione, in via diretta o tramite un altro soggetto delegato, è possibile richiedere alla competente sede INPS o tramite il contact center multicanale, l’invio del mod. CUD 2013 al proprio domicilio.
Si segnala che l'Inps con Comunicato del 1° marzo 2013 ha reso disponibili dei numeri di telefono per farsi inviare direttamente il CUD a domicilio:
Per la richiesta di invio del CUD al proprio domicilio è stato attivato il numero verde 800.43.43.20 dedicato alla richiesta di spedizione del CUD al proprio domicilio, in aggiunta al tradizionale numero verde 803.164. Il numero è gratuito per le chiamate da rete fissa e non è abilitato alle chiamate da telefoni cellulari, per i quali è invece disponibile il numero 06.164.164, a pagamento in base al proprio piano tariffario.
Il servizio, attivo 24 ore su 24 in modalità completamente automatica, è supportato dagli operatori del Contact Center dal lunedì al venerdì dalle ore 8 alle 20 ed il sabato dalle 8 alle 14.

Possibile il rilascio al delegato

Il Cud può essere rilasciato anche ad una persona diversa dal titolare, in questo caso la richiesta deve essere corredata da delega e da un valido documento di riconoscimento dell'interessato, e la persona delegata dovrà a sua volta esibire il proprio documento di riconoscimento.




Prodotti per Dichiarazione 730/2013, Certificazione dei redditi, Pensioni: Quota 100 e novità 2020, Unico Persone Fisiche 2013

28,65 € + IVA
18,17 € + IVA
34,00 € + IVA
28,90 € + IVA

Commenti

Avevo richiesto il pin x interagire con questo istituto,dopo la parte telematica avrei dovuto ricevere la seconda parte cartacea che l'Inps doveva spedirmi x posta,la cosa mi era stata confermata x telefono,invece la seconda parte non è mai arrivata!si può fare qualcosa?grzie x l'attenzione.

Commento di Alfredo Stella (20:02 del 20/03/2013)

Le posso consigliare di chiamare direttamente il contact center dell'Inps. Il Contact Center Inps-Inail è raggiungibile attraverso il numero 803164 da telefono fisso e attraverso il numero 06164164 da telefono cellulare e risponde alle esigenze di informazioni su aspetti normativi, procedimentali e su singole pratiche. Fornisce, in automatico o con intervento dell'operatore, informazioni e servizi online, risultando uno "sportello virtuale" al servizio del cittadino. Gli operatori sono a disposizione dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 20 e il sabato dalle 8 alle 14, mentre il servizio automatico (per la provincia di Bolzano in lingua tedesca) è in funzione 24 ore al giorno, compresi i festivi.

Risposta di Claudia Tossani (10:34 del 21/03/2013) al commento di Alfredo Stella

Buon giorno un quesito veloce: devo avere il cud dal mio attuale Comune essendo io stato assunto il 27/12/2012 per mobilità da altro Comune? (premetto che i giorni di lavoro-5- del 2012 sono stati a me retribuiti nella busta paga del mese di gennaio 2013). Ah ovviamente essendo stato dipendente del mio vecchio Comune fino al 26/12/2012 quest'ultimo mi fornirà il cud però vorrei capire se anche solo per pochi giorni ne devo ricevere un secondo da quello attuale .

grazie

Commento di enrico (22:35 del 21/03/2013)

Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)