Speciale Pubblicato il 08/02/2013

LIE: procedura telematica per il lavoro all'estero

di Avv. Rocchina Staiano

168x126 riforma_lavoro_fornero

In vigore dal 1° febbraio la nuova procedura telematica per l'iscrizione alla LIE Lista degli Italiani che intendono lavorare all'Estero - TRATTO DA LA CIRCOLARE DEL LAVORO N. 6 dell'8 FEBBRAIO 2013

La nota del Ministero del lavoro e della politiche sociali, 3 agosto 2012 stabilisce che è stato sviluppato un sistema informatico, denominato LIE, Lista Italiani che intendono lavorare all'Estero, riservato:

a) ai datori di lavoro italiani e stranieri che intendono assumere lavoratori da inviare all’estero. Nel caso di datori di lavoro che non hanno sede nel territorio nazionale, la richiesta può essere presentata anche attraverso l’Ufficio Consolare competente, conferendo mandato a persona fisica o giuridica residente in Italia;
b) cittadini italiani e comunitari residenti in Italia, già dipendenti o da assumere ed inviare a lavorare all’estero. Tali lavoratori devono essere iscritti nella lista. Per accedere alla lista occorre essere registrato al Portale e accedere all'area dedicata al servizio.

Tale procedura, disponibile sul portale Cliclavoro, è stata avviata dal 15 settembre 2012, in via sperimentale; ma dal 1 febbraio 2013, tutte le richieste dovranno pervenire esclusivamente tramite questa nuova procedura telematica.
 

In tema di lavoro dipendente ti potrebbero interessare i nostri ebook in pdf e fogli di calcolo.
Oppure  il volume Formulario completo del lavoro  di M. Marrucci (libro di carta - Maggioli editore 850 formule - 600 pagine)

La procedura per l'autorizzazione al lavoro all'estero

La procedura, sia per personale selezionato dalla Lista, sia per il trasferimento di personale già dipendente, è sintetizzabile nei seguenti punti:

• l’azienda deve inviare al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali la domanda per il rilascio dell’autorizzazione che deve contenere l’indicazione: della persona fisica o giuridica per la quale ricorre l’obbligo di autorizzazione, il numero di lavoratori interessati e i corrispondenti livelli e trattamenti economici, distinguendo tra personale da assumere, sia a tempo determinato che indeterminato, e personale da trasferire già dipendente, la località presso la quale i lavoratori sono inviati, l’impegno ad adempiere agli obblighi derivanti dalla legge n. 398/87, l’autocertificazione dell’ iscrizione alla C.C.I.A.A. di data non anteriore a mesi 6 contenente il riferimento alle procedure concorsuali e ai fallimenti, copia del contratto di appalto, ordine, commessa o altro specifico titolo giuridico concernente le attività aziendali all’estero per le quali è necessario inviare i lavoratori;

• il Ministero degli Affari Esteri, per i paesi a rischio, esprime un parere sulla richiesta di autorizzazione. Se il parere è positivo il Ministero del Lavoro autorizza l’azienda;

• l’azienda fornisce i dati dei lavoratori che intende assumere alla Direzione Regionale del Lavoro di competenza che autorizza l’azienda all’assunzione dei lavoratori selezionati.
 

Ti potrebbero interessare gli ebook:

Se non trovi la tua risposta poni il tuo quesito sul Forum: Lavoro all'Estero - Rubrica per i lavoratori espatriati  

oppure utilizza il servizio personalizzato del nostro esperto dott. Luigi Rodella: Servizio Quesiti online

L'articolo completo e altri aggiornamenti e materiali sul lavoro in:

Circolare Settimanale del lavoro n. 6 dell'8 Febbraio 2013
 

SOMMARIO
LE NOTIZIE PRINCIPALI DELLA SETTIMANA SU LAVORO E PREVIDENZA

GLI APPROFONDIMENTI DELLA SETTIMANA

SOCIETA’ COOPERATIVE: LE PRINCIPALI NOVITA’ DEL 2012 DI P. CHISTONI
Con la Riforma Fornero e con le Circolari emanate durante il 2012 dal Ministero del Lavoro e dal Ministero dello Sviluppo Economico sono state apportate interessanti novità alle società cooperative.
AUTORIZZAZIONE LAVORO ALL’ESTERO E PROCEDURA INFORMATICA DI R. STAIANO
I datori di lavoro che intendono assumere o trasferire lavoratori italiani (o comunitari residenti in Italia) per attività lavorative in Paesi extra-UE, hanno l’obbligo di richiedere il rilascio dell'apposita autorizzazione da parte del Ministero del Lavoro. Tali richieste, a partire dal 1° febbraio 2013, potranno pervenire esclusivamente per via telematica.
LINEE GUIDA PER I TIROCINI DI R. RUSSONIELLO
Il 24 gennaio 2013, la Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano ha approvato le Linee guida in materia di tirocini presentate dal Governo ai sensi della c.d. riforma Fornero e sono state poste le basi perchè tutte le regioni si diano proprie leggi, fra loro omogenee, su questa materia.

SCHEDE INFORMATIVE CLIENTI

LETTERA DI DIMISSIONI CON PREAVVISO – FAC SIMILE
RICHIESTA DI PERMESSO SINDACALE DEL RLS PER COMPITI EX ART. 50 D.LGS. 81/2008 – FAC SIMILE

LE RISPOSTE DELL’ESPERTO

CASSA EDILE E PRESTAZIONI

DOCUMENTAZIONE NAZIONALE

CIRCOLARI/PARERI DEI MINISTRI: Interpello n. 2 del 24 gennaio 2013, su quesito dell'Ordine Nazionale dei Consulenti del Lavoro in merito al Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC); interpello n. 3 del 24 gennaio 2013 su un quesito di Federambiente, in merito ai patti bilaterali per il reddito minimo previsto dalla L. 92/2912.
REGIONI
INTERPELLI

NORMATIVA CONTRATTUALE

CCNL : Accordo di rinnovo del CCNL Casse rurali ed artigiane del 21 dicembre 2012
ACCORDI: Proroga accordo interconfederale sull’apprendistato per settore legno artigianato del 17 Dicembre 2012; Accordo per i dipendenti dei giornali quotidiani sui contratti a termine del 18 Dicembre 2012.

GIURISPRUDENZA E PRASSI DELLA SETTIMANA

GIURISPRUDENZA DI LEGITTIMITA’ E DI MERITO
COMUNICATI, CIRCOLARI E MESSAGGI DELL’INPS E DELL’INAIL

LO SCADENZARIO PREVIDENZIALE DALL’11.2.2013 AL 28.2.2013
 




Prodotti per Attualità in Pillole, Lavoro Dipendente, La rubrica del lavoro , Lavoro estero 2019

64,82 € + IVA
42,24 € + IVA
 
24,28 € + IVA

Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)