HOME

/

FISCO

/

VERSAMENTI DELLE IMPOSTE

/

SÌ AL RIMBORSO DELLA CONCESSIONE GOVERNATIVA SENZA ISCRIZIONE DEL CREDITO IN BILANCIO - CORTE DI CASSAZIONE, SENT. N. 13086/2011

Sì al rimborso della concessione governativa senza iscrizione del credito in bilancio - Corte di Cassazione, sent. n. 13086/2011

Spetta il rimborso della concessione governativa alla società in liquidazione, anche se non ha evidenziato il credito nel bilancio finale, per effetto della Direttiva n. 335 del 1969, direttamente esecutiva negli stati membri dell’Unione Europea. Questo quanto stabilito dalla Corte di Cassazione con la sentenza n. 13086 del 15 Giugno 2011.

IL CASO
La Corte di Cassazione, con questa sentenza, ha giudicato in merito alla legittimità della sentenza di condanna inflitta all’Agenzia delle entrate dalla CTR della Lombardia per il rimborso, a titolo di restituzione, della tassa di concessione governativa indebitamente versata dal contribuente per due annualità d’imposta.

La questione era stata sottoposta al giudizio dei giudici tributari che, sia in prima cura che in appello, furono concordi nel ritenere l’illegittimità dell’azione dell’amministrazione finanziaria la quale, attraverso l’istituto del silenzio rifiuto, non aveva accolto la richiesta di rimborso presentata dalla società contribuente.

Il Fisco aveva richiesto, come presupposto per il rimborso del tributo, l’iscrizione del credito d’imposta nel bilancio finale di liquidazione, come previsto per gli altri crediti, rappresentando cioè nell’unica motivazione la violazione e falsa applicazione dell’art. 2453, in relazione alla redazione del bilancio finale di liquidazione, dell’art. 2424 concernente gli elementi che compongono il contenuto dello stato patrimoniale del bilancio, nonché l’omessa o insufficiente motivazione su punti decisivi della controversia.

Nell’analisi del ricorso, rigettato, la Suprema Corte ha analizzato ampiamente il problema della conflittualità tra direttive comunitarie e normativa nazionale ed il carattere direttamente esecutivo di talune norme che non necessitano di specifico recepimento da parte dei singoli Stati.

1) Commento alla sentenza della Corte di Cassazione n. 13086 del 15 Giugno 2011

Per il commento completo ed il testo integrale della sentenza scarica il documento al seguente link:
Sì al rimborso della concessione governativa senza iscrizione del credito in bilancio - Sent. Cass. 13086/2011
La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

LA RUBRICA DEL LAVORO · 23/09/2022 L’indebita compensazione dei contributi previdenziali e assistenziali

La giurisprudenza di legittimità si è consolidata nel considerare rientranti nel perimetro dell’indebita compensazione anche i contributi previdenziali e assistenziali

L’indebita compensazione dei contributi previdenziali e assistenziali

La giurisprudenza di legittimità si è consolidata nel considerare rientranti nel perimetro dell’indebita compensazione anche i contributi previdenziali e assistenziali

Restituzione debiti pensionistici tramite compensazione: l'Agenzia chiarisce

Restituzione delle somme erogate a titolo di trattamento pensionistico - Art 10, c. 1, lettera d-bis) Tuir: ok alla compensazione debiti lordi e crediti netti

Indebita compensazione: crediti inesistenti o crediti non spettanti

L’indebita compensazione può avvenire utilizzando crediti “inesistenti” o crediti “non spettanti”, secondo una differenziazione non sovrapponibile

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.