E Book

ISEE 2023 (eBook)

15,90€ + IVA

IN SCONTO 16,90

E Book

Bilancio di esercizio 2022 (eBook 2023)

18,90€ + IVA

IN SCONTO 19,90
HOME

/

LAVORO

/

LA RUBRICA DEL LAVORO

/

ASSENZA INGIUSTIFICATA IN ATTESA DELL'IDONEITÀ: OK AL LICENZIAMENTO

Assenza ingiustificata in attesa dell'idoneità: ok al licenziamento

Licenziamento per giusta causa legittimo per la lavoratrice che dopo la malattia non si presenta in attesa della visita di idoneità. Sentenza Cassazione 29756 2022

Ascolta la versione audio dell'articolo

La Corte di cassazione, con sentenza n. 29756 del 12 ottobre 2022, ha  confermato le decisioni  del Tribunale  dei giudici di appello,  che hanno giudicato legittimo il licenziamento per giusta causa di una dipendente  rimasta assente senza giustificazione per 15 giorni. 

L'assenza si era verificata  successivamente ad una malattia prolungatasi per due mesi , dopo i quali la dipendente non si è ripresentata al  lavoro attendendo , a suo dire, la  convocazione alla visita di idoneità  da parte dei datori di lavoro.

 La lavoratrice aveva fatto ricorso  contro il licenziamento per giusta causa affermando che la sua assenza era giustificata in quanto la visita medica per idoneità al rientro in azienda, obbligatoria dopo le assenze prolungate oltre 60 giorni,   è  " a cura e spese del datore di lavoro" quindi in assenza di convocazione  non sarebbe stata tenuta a presentare alcun giustificativo.

Come detto la Cassazione respinge il ricorso  in quanto afferma :l " 'art. 41 del d.lgs. n.81 del 2008 non autorizza il lavoratore assente per malattia oltre i

sessanta giorni continuativi a rimanere in attesa dell'iniziativa datoriale finalizzata all'effettuazione della visita di idoneità; è infatti  dovere del lavoratore medesimo, una volta cessato lo stato di  malattia, presentarsi al lavoro".

 Viene citato in merito anche il precedente  di  Cass. 27/03/2020, n.7566, secondo cui «In tema di sorveglianza sanitaria ex art. 41 del d.lgs. n. 81 del 2008, la visita medica a seguito di assenza del   lavoratore superiore a 60 giorni, quale misura necessaria a tutelare  l'incolumità e la salute del prestatore di lavoro, deve precedere  l'assegnazione alle medesime mansioni svolte prima dell'inizio  dell'assenza e la sua omissione giustifica l'astensione ex art. 1460 c.c. dall'esecuzione di quelle mansioni ma non anche la mancata  presentazione sul posto di lavoro, ben potendo il datore di lavoro  disporre, nell'attesa della visita medica, l'eventuale e provvisoria  diversa collocazione del lavoratore nell'impresa»

La  suprema corte dunque conferma la sussistenza  della giusta causa, a fondamento del  licenziamento disciplinare.

Tag: LA RUBRICA DEL LAVORO LA RUBRICA DEL LAVORO LAVORO DIPENDENTE LAVORO DIPENDENTE

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

LA RUBRICA DEL LAVORO · 08/02/2023 Interessi per rateazione premi e sanzioni INAIL: nuovo aumento

Dall'8 febbraio 2023 INAIL adegua nuovamente il tasso di interesse su rateazione dei premi e la misura delle sanzioni civili al tasso Ufficiale della BCE

Interessi per rateazione premi e sanzioni INAIL: nuovo aumento

Dall'8 febbraio 2023 INAIL adegua nuovamente il tasso di interesse su rateazione dei premi e la misura delle sanzioni civili al tasso Ufficiale della BCE

Ricongiunzione contributi professionisti: tabelle 2023

Istruizioni e tabelle dei coefficienti per la rateazione degli oneri di ricongiunzione dei periodi assicurativi ai fini pensionistici Circolare INP 15 2023

Indennità per gravidanza a rischio autonome: al via le domande INPS

Possibile regolarizzare con gli invii all'INPS le domande di maternità anticipata per gravidanza a rischio godute a partire dal 13 agosto 2022

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.