HOME

/

LAVORO

/

LA RUBRICA DEL LAVORO

/

DECRETO TRASPARENZA: SANZIONI E TUTELA RAFFORZATA DEI LAVORATORI

2 minuti, Redazione , 16/08/2022

Decreto Trasparenza: sanzioni e tutela rafforzata dei lavoratori

Decreto Trasparenza nei rapporti di lavoro n. 104 2022: le sanzioni per l'informativa sulla tutela dei lavoratori in caso di mancata applicazione e di comportamenti ritorsivi

Il D.Lgs. 104/2022, attuativo della direttiva Ue 2019/1152 relativa a condizioni di lavoro trasparenti e prevedibili nell’Unione europea, ha introdotto nuovi obblighi informativi in capo a datori di lavoro  e a committentin sulle condizioni del contratto di lavoro  nonché alcune prescrizioni minime sulle condizioni di lavoro.

Si ricorda che le tutele previste al Capo IV del decreto riguardano 

  • il  lavoro subordinato
  •  le collaborazioni etero-organizzate di cui all’art. 2 comma 1 del DLgs. 81/2015,
  •  le co.co.co. ex art. 409 c.p.c.,
  •  le prestazioni occasionali 
  •  i rapporti di lavoro somministrato, 
  •  i rapporti di lavoro domestico, 
  • i lavoro dei marittimi e della pesca (cfr. art. 1 del DLgs. 104/2022).

 Il decreto prevede in caso di violazione dei nuovi diritti alcune specifiche modalità e tempistiche per la  risoluzione delle controversie, restando  ferme  la facoltà  di

  1.  ricorso alle autorita amministrative e giudiziarie,
  2.  tentativi di conciliazione presso gli uffici territoriali dell’Ispettorato nazionale del lavoro ex art. 410 c.p.c.,  collegi di conciliazione e arbitrato di cui agli artt. 412 e 412-ter c.p.c. e camere arbitrali istituite presso gli organi di certificazione.

Leggi per maggiori dettagli Comunicazioni obbligatorie sulle condizioni di lavoro: le istruzioni

Per approfondire vedi il completo e- book La nuova informativa trasparenza ai lavoratori  di P. Ballanti


Sanzioni per mancata informazione decreto Trasparenza

 Per i casi di mancata applicazione del  diritto all'informazione sugli elementi essenziali del  rapporto di lavoro, sulle condizioni di lavoro e la relativa tutela  (obblighi di cui agli articoli 1, 1-bis, 2, e 3, e 5, comma 2 del D. lgs. 104 2022) , è prevista la sanzione amministrativa pecuniaria da euro 250 a euro 1.500 per ogni lavoratore interessato.

Inoltre, trova applicazione la procedura di diffida di  cui all’art. 13 del D.Lgs. n. 124/2004 .

 Le  violazioni si realizzano allo scadere dei termini previsti (7  giorni o un mese) in relazione alla tipologia delle informazioni omesse.

Sanzioni per comportamenti ritorsivi 

 Per i casi di licenziamento ritorsivo o comunque effetti sfavorevoli  per il dipendente  che richieda l'applicazione delle nuove norme  il lavoratore può richiedere al datore di lavoro/committente le ragioni della cessazione del rapporto o degli altri trattamenti e  deve ottenere una risposta scritta entro 7 giorni. 

In caso di inadempienza il lavoratore puo fare denuncia anche tramite una organizzazione sindacale e chiedere l'accertamento della responsabilità all'ispettorato del lavoro competente  

A seguito dell'accertamento  è prevista " salvo che il fatto costituisca reato e ferma ogni conseguenza prevista dalla legge derivante dall’invalidità dell’atto – l’applicazione della sanzione amministrativa da 5.000 a 10.000 euro (art. 13 comma 1 del DLgs. 104/2022).

Infine, in caso di ricorso all’autorità giudiziaria per licenziamento ritorsivo  viene modificato l'onere della prova.

 L'orientamento costante della Cassazione  ad oggi prevedeva che fosse  il lavoratore a dover  provare sia la sussistenza dell’intento ritorsivo sia  il fatto che costituisca  motivo determinante per il  recesso datoriale mentre la nuova norma chiede al datore di lavoro/committente la prova  che il provvedimento  non sia collegato alla richiesta di applicazione dei diritti  previsti dal d.lgs 104-2022

Ti potrebbero  interessare:

Visita la sezione dedicata agli E-book Lavoro e la Collana dei Pratici fiscali

Tag: LAVORO DIPENDENTE LAVORO DIPENDENTE LA RUBRICA DEL LAVORO LA RUBRICA DEL LAVORO

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

LA RUBRICA DEL LAVORO · 04/10/2022 Assunzione colf e badanti: contratto da integrare

I nuovi obblighi sulla trasparenza dei rapporti di lavoro vanno applicati anche dai datori di lavoro domestico. Vediamo come

Assunzione colf e badanti: contratto da integrare

I nuovi obblighi sulla trasparenza dei rapporti di lavoro vanno applicati anche dai datori di lavoro domestico. Vediamo come

Professionisti e Gestione separata: le istruzioni INPS aggiornate

Inps adegua le indicazioni sull'obbligo di iscrizione alla Gestione separata dei professionisti con Cassa, e sulle sanzioni dopo la sentenza della Consulta 2022

Incentivi assunzione giornalisti 2022: 12 milioni nel Fondo Editoria

DPCM in arrivo con 12 milioni per l’assunzione di giovani giornalisti e professionisti digitali e per la trasformazione dei contratti giornalistici co.co.co

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.