HOME

/

FISCO

/

VERSAMENTI DELLE IMPOSTE

/

OMISSIONE DEI VERSAMENTI: ISCRIZIONE A RUOLO DIRETTA, SENZA AVVISO BONARIO

Omissione dei versamenti: iscrizione a ruolo diretta, senza avviso bonario

In caso di omissione del versamento di imposte regolarmente dichiarate, l’emissione preventiva dell’avviso bonario costituisce adempimento non necessario

Torniamo ad affrontare la questione della legittimità della cartella di pagamento non preceduta da avviso bonario, nella situazione specifica in cui l’iscrizione a ruolo avviene in conseguenza di imposte esposte in dichiarazione ma non versate.

Chi scrive ha già trattato la questione, in termini più generali, sulle pagine di questa testata giornalistica telematica, con l’articolo La legittimità della cartella non preceduta da avviso bonario oggi, a cui si rimanda per un approfondimento.

La pubblicazione dell’ordinanza numero 22061 della Corte di Cassazione, avvenuta il 12 luglio 2022, fornisce uno spunto per affrontare la questione nel caso specifico in cui il debito erariale deriva da imposte dichiarate ma non versate.

Nell’inquadrare correttamente la questione non bisogna dimenticare che tendenzialmente il Legislatore tratta con atteggiamento non punitivo situazioni come quella in esame: il fatto di dichiarare ma non versare le imposte dovute di solito è sintomo di una situazione di impossibilità finanziaria del contribuente, più che di un intento evasivo, in quanto il debito non viene nascosto in nessun modo all’erario.

Oggi la giurisprudenza si è consolidata nel ritenere necessaria, ai fini della legittimità della successiva emissione del ruolo, la preventiva emissione dell’avviso bonario solo nel caso in cui si contesti il risultato della dichiarazione (in quanto costituisce un passaggio necessario per avviare il contraddittorio con il contribuente); diversamente, quando il debito tributario deriva dall’omissione di un versamento, la mancanza del contraddittorio non rappresenterà causa di nullità dell’iscrizione a ruolo.

La citata ordinanza numero 22061 si spinge più in profondità, dichiarando che “l'invio al contribuente della comunicazione di irregolarità […] è dovuto solo ove dai controlli automatici emerga un risultato diverso rispetto a quello indicato nella dichiarazione ovvero un'imposta o una maggiore imposta e, comunque, la sua omissione determina una mera irregolarità e non preclude, una volta ricevuta la notifica della cartella, di corrispondere quanto dovuto con riduzione della sanzione, mentre tale adempimento non è prescritto in caso di omessi o tardivi versamenti, ipotesi in cui, peraltro, non spetta la riduzione delle sanzioni amministrative”.

Quindi la Corte di Cassazione ci spiega che, in caso di omissione dei versamenti delle imposte correttamente esposte in dichiarazione:

  • non è richiesta la preventiva emissione dell’avviso bonario;
  • non spetta la riduzione delle sanzioni amministrative.

Il punto è precisato con molta chiarezza: “la cartella è stata emessa in ragione del mero omesso pagamento di quanto risultava dalla dichiarazione, sicché non era dovuta la comunicazione di irregolarità”.

Dalla lettura dell’ordinanza si comprende che il punto interpretativo discende dall’articolo 2 del Decreto Legislativo 462/1997, il quale al comma 1 prescrive l’iscrizione diretta a ruolo delle somme dovute in conseguenza dei controlli automatici, e al comma 2 non inserisce la fattispecie in esame tra le situazioni che possono godere della riduzioni delle sanzioni amministrative.

Per quanto l’impianto interpretativo sia coerente con il tenore delle norme richiamate, lascia qualche perplessità il fatto che, con questa costruzione logica, il contribuente che omette di dichiarare somme in sede di dichiarazione annuale potrà godere di sanzioni ridotte in sede di avviso bonario, mentre chi dichiara correttamente le imposte dovute, ma è impossibilitato a versarle, dovrà sostenere le sanzioni amministrative per intero con le difficoltà di gestire la questione in sede di cartella di pagamento. Ed è difficile stabilire quanto questa situazione sia coerente con la più generale logica del sistema sanzionatorio nazionale.

Scopri le nostre Promozioni presenti sul Business Center, e-book e utilità per aiutarti nella tua attività

Tag: VERSAMENTI DELLE IMPOSTE VERSAMENTI DELLE IMPOSTE ACCERTAMENTO E CONTROLLI ACCERTAMENTO E CONTROLLI

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

LE RIFORME DEL GOVERNO DRAGHI · 29/07/2022 Omissione dei versamenti e iscrizione a ruolo: le novità sul dilazionamento

Il “Decreto Aiuti” amplia e modifica la possibilità di accesso alla procedura semplificata di dilazionamento dei debiti tributari iscritti a ruolo

Omissione dei versamenti e iscrizione a ruolo: le novità sul dilazionamento

Il “Decreto Aiuti” amplia e modifica la possibilità di accesso alla procedura semplificata di dilazionamento dei debiti tributari iscritti a ruolo

Omissione dei versamenti: iscrizione a ruolo diretta, senza avviso bonario

In caso di omissione del versamento di imposte regolarmente dichiarate, l’emissione preventiva dell’avviso bonario costituisce adempimento non necessario

Pignoramento presso terzi: novità dal 22 giugno

Che cosa è il pignoramento presso terzi e cosa cambia dal 22 giugno 2022

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.