HOME

/

LAVORO

/

LA RUBRICA DEL LAVORO

/

PREMI DI RISULTATO ANCHE CON PERMESSI LEGGE 104

Premi di risultato anche con permessi legge 104

Discriminatorio negare i premi di risultato sulla base delle assenze per la fruizione della legge 104 1992 Sentenza della Corte di Appello di Torino. Le motivazioni

I permessi  legge 104 a disabili o caregiver  non devono essere motivo di esclusione dai premi di risultato. Lo ha statuito la Corte di appello di Torino con la sentenza 212 2022 del 14 giugno 2022 .

Il caso  riguardava numerosi lavoratori di una società ritenuta responsabile di discriminazione per aver escluso nel  calcolo per la determinazione dei premi  le giornate utilizzate per permessi a norma dell'articolo 33 della legge 104 1992.

Leggi anche Premi di risultato tassazione al 10% se l'azienda recepisce il CCNL

Il Tribunale del lavoro aveva respinto il ricorso dei dipendenti  che avevano chiesto che le giornate fossero considerati, nel premio di risultato, al pari della presenza in servizio. La motivazione addotta dal tribunale era che i premi di produttivita puntano a limitare il fenomeno dell'assenteismo  per incrementare appunto la produttivita   e che tale motivazione esula dalla  discriminazione basata sulla disabilità. A riprova di questo ricordava che anche per i colleghi assenti  per altra causa (malattia, infortunio...) il conteggio eslcude le assenze e solo i permessi  per i donatori di sangue e quelli sindacali erano stati considerati equivalenti alla presenza, in quanto diretti a soddisfare interessi collettivi 

In appello invece, come detto,  la  Corte di Torino ha  richiamato la Carta di Nizza, la direttiva 2000/78, il Dlgs 216/2003 e la consolidata interpretazione della Corte di giustizia Ue –  che sono concordi nel  divieto di discriminazione   a motivo della disabilità  (sia del lavoratore sia di un familiare assistito dal lavoratore)  nell'ambito lavorativo.  Secondo la sentenza la decurtazione dal premio dei  permessi 104 realizza una vera e propria discriminazione  in quanto l'assenza dipende direttamente dalla disabilità.

Sui permessi leggi 104 vedi anche Permessi legge 104 regole e casi particolari

 Va ricordato che già in una sentenza precedente n. 937 2017 la stessa Corte di Torino aveva condannato come discriminatorio il mancato computo di assenze per maternità, gravidanza e congedi parentali, ai fini dell'erogazione dei premi di risultato.

Sul confronto con le assenze per malattia o infortunio la corte osserva che  non è rilevante in quanto  per tali motivazioni non opera la protezione della direttiva 2000/78.

Il giudizio  porta a ritenere consigliabile  che  negli accordi sindacali riguardanti i premi di risultato  non si prevedano esclusioni selettive per talune categorie di assenze che rischiano di risultare appunto discriminatorie, ma la modalità di determinazione sia il piu possibile omogenea e rivolta alla generalità dei dipendenti.

Ti potrebbero  interessare:

Visita la sezione dedicata agli E-book Lavoro e la Collana dei Pratici fiscali

Tag: LAVORO DIPENDENTE LAVORO DIPENDENTE AGEVOLAZIONI DISABILI E INVALIDITÀ AGEVOLAZIONI DISABILI E INVALIDITÀ LA RUBRICA DEL LAVORO LA RUBRICA DEL LAVORO

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

LA RUBRICA DEL LAVORO · 30/09/2022 Omesse ritenute previdenziali: nuovo regime sanzionatorio

nuove procedure per il reato di omesso versamento e modifica del calcolo delle sanzioni amministrative: Inps illustra le novità nel messaggio 3516 2022

Omesse ritenute previdenziali: nuovo regime sanzionatorio

nuove procedure per il reato di omesso versamento e modifica del calcolo delle sanzioni amministrative: Inps illustra le novità nel messaggio 3516 2022

Indennizzi cessazione commercianti: ok ai pagamenti fino al 31.8.22

Ripresi i pagamenti delle indennità per cessazione attivita commerciali: saranno evase le domande arrivate fino al 31 agosto 2022.

Esonero agenzie viaggi: istanze riesame entro il 13 ottobre

Le istruzioni per utilizzare l'esonero contributivo totale di 5 mesi per agenzie viaggi e tour operator previsto dal Sostegni TER. Richieste riesame. Uniemens da Ottobre

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.