HOME

/

LAVORO

/

LA RUBRICA DEL LAVORO

/

ISOPENSIONE: CAMBIA LA PROCEDURA PER I DATORI DI LAVORO

Isopensione: cambia la procedura per i datori di lavoro

Nuove istruzioni sul processo di richiesta per l'esodo anticipato con isopensione (l 92 2012) da parte delle aziende

Nuove istruzioni sulla gestione del processo per l'esodo anticipato con isopensione (art. 4 commi 1-7ter legge 92 2912) indirizzate ai datori di lavoro c sul  “Portale prestazioni atipiche” (“PRAT”), a disposizione  appunto delle aziende.

In particolare con il messaggio n. 2216 del 27.5.2022   l'istituto comunica che sono state create nuove funzioni  nella piattaforma  “Prestazioni esodo dei fondi di solidarietà e accompagnamento alla pensione”  che consentono:

  • la presentazione delle domande di certificazione;
  • la presentazione delle domande di calcolo importo;
  • la scelta dello strumento a garanzia delle prestazioni e della contribuzione correlata.

Per quanto riguarda invece le domande di prestazione vere e proprie l'istituto rimanda al messaggio 1863 2020.

Vediamo di seguito in sintesi le istruzioni sugli step necessari all'attivazione dell'ISOPENSIONE ai propri dipendenti.

1. Presentazione dell’accordo 

I datori di lavoro  devono trasmettere alla Struttura INPS che gestisce la matricola aziendale  utilizzando il “Cassetto previdenziale del contribuente”,

l’accordo sottoscritto con le organizzazioni sindacali  e  il “Modello di accreditamento e variazioni".

L’accordo deve indicare:

  • i dati identificativi del datore di lavoro;
  • la data di sottoscrizione;
  • la data inizio validità;
  • la data fine validità;
  • il numero massimo di lavoratori interessati;

La Struttura territoriale INPS, effettuate le verifiche, invia la documentazione alla Direzione centrale Pensioni  che nel caso di nuovo ente esodante, assegna il codice identificativo  e lo comunica al datore di lavoro.

Il datore di lavoro deve comunicare i nominativi dei referenti da abilitare al “Portale prestazioni atipiche”  per la gestione della pratica.

2. Domande di certificazione del diritto

Per inserire le domande di certificazione , il referente aziendale  deve  inserire  i codici fiscali dei lavoratori  interessati ( non piu del  20% del numero complessivo di lavoratori previsti dagli accordi aziendali, tenuto conto dei lavoratori già esodati durante la vigenza contrattuale).

L'inserimento genera, per ciascun soggetto  la domanda “Verifica del diritto a pensione per applicazione art. 4, legge 92/2012” che viene definita dalle sedi entro 15 gg.

L’esito di ciascuna domanda  con la data di accesso viene messo a disposizione del datore di lavoro nel “Portale prestazioni atipiche”, sezione “Verifica requisiti diritto”.

3. Domande di certificazione dell’importo

Nella sezione del menu “Calcolo importo e lettere di certificazione”, il referente aziendale seleziona i lavoratori per i quali è stata già emessa una certificazione positiva  e per  richiedere la certificazione dell’importo  deve indicare la data di cessazione del rapporto di lavoro. 

Quindi viene generata la domanda che le strutture territoriali devono definire entro 15 gg.

ATTENZIONE L’importo viene calcolato sulla base della contribuzione accreditata al momento della lavorazione e della decorrenza per l’accesso all’esodo 

In caso di esito positivo viene pubblicata la lettera di certificazione

4. Creazione del piano di esodo: costi   e garanzie

Nella sezione “Calcolo importo e lettere di certificazione”, il referente aziendale seleziona i lavoratori da ricomprendere nel piano di esodo.

 I dati possono essere inseriti in modo puntuale o massivamente tramite file (in formato .csv).  Per i lavoratori selezionati, il “PRAT” predispone il costo   analitico per ciascun lavoratore così quantificato:

  • l’importo mensile lordo della prestazione moltiplicato per il numero di mensilità
  • l’importo settimanale della contribuzione correlata moltiplicato per il numero di settimane.

Il costo complessivo per l'azienda  è dato dalla somma dei costi individuali.

Il datore di lavoro, nella sezione “Scelta metodo di pagamento”,  puo scegliere  tra 

  1. la fideiussione (esclusivamene) bancaria e
  2.  il pagamento in unica soluzione. 

Nella sezione “Documenti economici”   sono dsponibili  fac simili di  lettera di validazione dell’accordo e  fac-simile del documento di fideiussione 

Nel caso di opzione per il versamento in unica soluzione viene predisposta la lettera di impegno che dovrà essere sottoscritta dal legale rappresentante  e inviata alla struttura inps.

Si sottolinea che sul Portale è disponibile il manuale d’uso  di tutte le funzioni descritte. Per assistenza è anche possibile  rivolgersi  via mail all'indirizzo: [email protected] 


Ti potrebbe interessare  il nuovissimo   ebook  Pensioni 2022  di L. Pelliccia (PDF 188 pagine)

Per tutte le notizie e approfondimenti  segui sempre il nostro DOSSIER gratuito: Pensioni: Quota 100 - 102 e novità 2022

Tag: PENSIONI: LE NOVITÀ 2022 PENSIONI: LE NOVITÀ 2022 LA RUBRICA DEL LAVORO LA RUBRICA DEL LAVORO

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

LA RUBRICA DEL LAVORO · 04/07/2022 Equo compenso professionisti all'ultimo passaggio

Approvato in commissione al Senato il testo della Camera malgrado le molte critiche. Ecco cosa prevede, i pareri del CNDCEC e Confprofessioni

Equo compenso professionisti  all'ultimo passaggio

Approvato in commissione al Senato il testo della Camera malgrado le molte critiche. Ecco cosa prevede, i pareri del CNDCEC e Confprofessioni

Inpgi passa all'Inps: ecco le novità sulle causali contributo

Nel passaggio di INPGI 1 all'istituto nazionale di previdenza alcune causali contributo vengono trasferite all’Inps da oggi mentre altre non piu utilizzate sono soppresse.

Cessione quinto: tassi III trimestre 2022

Pubblicato il decreto sui tassi soglia usura e di cessione quinto pensione e stipendi per il terzo trimestre 2022

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.