HOME

/

DIRITTO

/

SOCIETÀ DI CAPITALI E DI PERSONE

/

SOCIETÀ LIQUIDATA: LA CANCELLAZIONE NON COMPORTA LA RINUNCIA AL CREDITO

Società liquidata: la cancellazione non comporta la rinuncia al credito

I crediti, anche non iscritti sul bilancio finale di liquidazione, non si considerano rimessi per effetto della cancellazione della società dal Registro delle imprese

Costituisce ormai un punto assodato il fatto che la cancellazione di una società di capitali dal Registro delle imprese comporti un fenomeno di stampo successorio dalla società ai soci.

Con altre parole, nel momento in cui la società si estingue, in conseguenza del deposito del bilancio finale liquidazione e della sua cancellazione dal Registro delle imprese, i soci ereditano crediti e debiti (non ancora liquidati) dalla società, i secondi nel limite di quanto effettivamente percepito con il piano di riparto.

La recente ordinanza della Corte di Cassazione numero 12064 del 13 aprile 2022 prende in esame il caso della successione dei crediti, in conseguenza dell’estinzione della società.

Se i crediti non ancora liquidati sono iscritti nel bilancio finale di liquidazione, dal quale confluiscono poi nel piano di riparto, che il fenomeno successorio avvenga può considerarsi evidente.

L’ordinanza in trattazione prende in esame un caso più particolare, quello in cui i crediti sono stati cancellati dal bilancio finale di liquidazione, e la Corte di Cassazione risponde ponendo il punto sull’universalità del fenomeno successorio.

Con parole più esplicite, nel momento la società si estingue, i soci ereditano crediti e debiti sociali non ancora liquidatigli ultimi con il limite di quanto percepito con il piano di riparto, a prescindere dal fatto che siano iscritti o meno nel bilancio finale di liquidazione.

La Corte precisa infatti che l’estinzione della società e la cancellazione dei crediti dal bilancio finale di liquidazione non determina l’estinzione della pretesa, “non potendosi ritenere integrato […] un negozio di remissione di debito”, nemmeno tacita, nella situazione in esame.

A ben vedere il punto presenta un certo equilibrio logico: così come un debito non presente sul bilancio finale di liquidazione viene ereditato dai soci, quota parte, in conseguenza dell’estinzione della società, ugualmente da questi viene ereditato un credito anche non esposto sullo stesso bilancio finale.

Piuttosto una certa attenzione bisognerà porre alle motivazioni che hanno portato alla cancellazione di un tale credito dal bilancio finale di liquidazione, in quanto, comunque, anche il bilancio finale deve rispondere al principio di veridicità; considerando pure che lo stralcio di una posta attiva potenzialmente esigibile dal bilancio finale di liquidazione e dal piano di riparto può comportare delle rilevanze d’ordine fiscale in capo alla società prima e in capo ai soci dopo.

Sullo stesso argomento è possibile leggere l’articolo: Con la cancellazione della società si estinguono le sanzioni amministrative tributarie

Tag: IL BILANCIO D'ESERCIZIO 2021 IL BILANCIO D'ESERCIZIO 2021 SOCIETÀ DI CAPITALI E DI PERSONE SOCIETÀ DI CAPITALI E DI PERSONE

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

AGEVOLAZIONI PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE · 19/05/2022 Società benefit: domande di agevolazione dal 19 maggio

Il MISE sblocca il decreto per le agevolazioni alle società benefit. Possibile presentare domanda di credito di imposta c'è tempo fino al 15 giugno

Società benefit: domande di agevolazione dal 19 maggio

Il MISE sblocca il decreto per le agevolazioni alle società benefit. Possibile presentare domanda di credito di imposta c'è tempo fino al 15 giugno

Liquidazione IVA di gruppo: il requisito temporale

Ai fini della liquidazione IVA di gruppo occorre tenere conto di alcuni requisiti. La decorrenza del controllo societario

Società liquidata: la cancellazione non comporta la rinuncia al credito

I crediti, anche non iscritti sul bilancio finale di liquidazione, non si considerano rimessi per effetto della cancellazione della società dal Registro delle imprese

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.