HOME

/

FISCO

/

EMERGENZA CORONAVIRUS- GREEN PASS

/

GREEN PASS I NUOVI DPCM SONO IN GAZZETTA. NOVITÀ E FAQ AGGIORNATE

3 minuti, Redazione , 15/10/2021

Green pass i nuovi DPCM sono in Gazzetta. Novità e FAQ aggiornate

Ecco i testi pubblicati in Gazzetta dei nuovi DPCM sulle linee guida per il green pass nella pubblica amministrazione e sulle verifiche nei luoghi di lavoro e le ultime faq

Come ormai noto a tutti il Green Pass (o certificazione verde COVID) diventerà obbligatorio in tutti i luoghi di lavoro dal  15 ottobre 2021. Il provvedimento è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale come DL N. 127 del 21 settembre 2021.   L'obbligo riguarda tutti i lavoratori  sia pubblici che privati che accedono ai luoghi di lavoro con qualsiasi titolo, compresi collaboratori , stagisti, consulenti, corrieri ecc.

Sono stati   pubblicati ieri in Gazzetta ufficiale n. 246 del 14 ottobre i due nuovi DPCM  datati   rispettivamente 10 e 12 ottobre 2021 firmati dal Presidente del Consiglio Draghi per l'attuazione operativa dell'obbligo .

  1. Il primo contiene linee guida dettagliate per la pubblica amministrazione, 
  2. il secondo specifica le modalita di verifica dei green pass dei lavoratori nei luoghi di lavoro  sia pubblici  che privati.

Verifiche green pass negli ambienti lavorativi

Nel decreto 12 ottobre vengono descritti  gli strumenti digitali  in corso di predisposizione da parte del Ministero della Salute in collaborazione con INPS , Piattaforma NOIPA e Sogei per i controlli massivi e automatizzati. Si specifica  infatti  che  le verifiche potranno avvenire attraverso:

  • l’integrazione del sistema di lettura e verifica del QR code del certificato verde nei sistemi di controllo agli accessi fisici, inclusi quelli di rilevazione delle presenze, o della temperatura; 
  • per gli enti pubblici aderenti alla Piattaforma NoiPA, si prevede l’interazione tra la stessa e la Piattaforma nazionale-DGC (che gestisce le certificazioni verdi);
  • per i datori di lavoro con più di 50 dipendenti, sia privati che pubblici non aderenti a NoiPA, potranno interagire il Portale istituzionale INPS e la Piattaforma nazionale-DGC;
  • per le amministrazioni pubbliche con almeno 1.000 dipendenti, una interoperabilità tra i sistemi operativi di gestione del personale e la Piattaforma nazionale-DGC.

Linee guida Green pass PA

  • I controlli a campione devono riguardare almeno il 20% del personale in servizio
  • è permesso al datore di lavoro/dirigente  richiedere anticipatamente informazioni al lavoratore sul possesso di green pass per esigenze organizzative aziendali, senza il limite delle 48 ore 
  • in caso di green pass in corso di aggiornamento ( per un tampone recente ad esempio) il lavoratore può accedere al luogo di lavoro anche esibendo, invece del QR  CODE,  i certificati, cartacei o  digitali, rilasciati dall'autorità sanitaria o dalla farmacia che dimostrano l'avvenuta vaccinazione o tampone negativo o guarigione dalla malattia covid.

FAQ Green pass aggiornate al 14 ottobre 2021

12. Il green pass rilasciato in seguito all’effettuazione di un tampone deve essere valido per tutta la durata dell’orario lavorativo? 

No. Il green pass deve essere valido nel momento in cui il lavoratore effettua il primo accesso quotidiano alla sede di servizio e può scadere durante l’orario di lavoro, senza la necessità di allontanamento del suo possessore. 

13. L'obbligo di green pass sussiste anche in capo agli operatori del commercio sulle aree pubbliche la cui "sede lavorativa" è collocata all'aperto?

 Sì. L’obbligo di green pass non è collegato al fatto che la sede in cui si presta servizio sia all’aperto o al chiuso.

14. Quali sono i soggetti titolati a controllare le aziende? 

Le aziende potranno essere controllate dagli ispettori del lavoro e dalle aziende sanitarie locali, dei quali si avvalgono i prefetti. 

15. I lavoratori di aziende straniere che, per motivi di servizio, devono accedere alla sede di aziende o pubbliche amministrazioni italiane, devono dimostrare il possesso del green pass? Nel caso degli autotrasportatori stranieri, se chi deve caricare/scaricare merce è sprovvisto di green pass, è possibile utilizzare il proprio personale per effettuare tali operazioni? 

Il possesso del green pass è richiesto anche ai lavoratori stranieri ove debbano svolgere la propria attività lavorativa presso aziende o pubbliche amministrazioni italiane. È possibile utilizzare il personale dell’azienda italiana per le operazioni di carico/scarico.

 16. I contratti temporanei previsti per le aziende fino a 15 dipendenti, che devono assumere lavoratori per sostituire quelli sprovvisti di green pass, sono soggetti alle norme generali per i contratti a termine (quindi anche a quelle sulla contribuzione)? I contratti di lavoro stipulati per sostituire i lavoratori sprovvisti di green pass sono soggetti alla disciplina generale del contratto a tempo determinato e in particolare a quanto previsto degli artt. 19 ss. del decreto legislativo 15 giugno 2015, n. 81, e successive modifiche ed integrazioni.

Allegati

DPCM Verifiche green pass del 12.10.2021
DPCM Linee guida green pass PA

Tag: EMERGENZA CORONAVIRUS- GREEN PASS EMERGENZA CORONAVIRUS- GREEN PASS LA RUBRICA DEL LAVORO LA RUBRICA DEL LAVORO

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

LEGGE DI BILANCIO 2022 · 03/12/2021 Cassa integrazione Covid: si può ancora fare domanda

Chiarimenti della Fondazione CDL sulla riapertura dei termini scaduti il 30.9 per la cassa integrazione, prevista dal Decreto fiscale in via di conversione. INPS conferma

Cassa integrazione Covid: si può ancora fare domanda

Chiarimenti della Fondazione CDL sulla riapertura dei termini scaduti il 30.9 per la cassa integrazione, prevista dal Decreto fiscale in via di conversione. INPS conferma

Super green pass: che cosa è? A cosa serve da domani 6 dicembre?

Dal 6 dicembre al 15 gennaio entra in vigore il green pass rafforzato per molte attività. Che differenza c'è con il green pass base? Cosa e consentito fare per colore di zona?

Licenziamento  con accordi di esodo: istruzioni  sul diritto alla NASPI

Inps specifica i casi di diritto alla NASPI dei lavoratori con accordi di esodo durante i divieti per COVID . Riepilogo divieto licenziamento in vigore. Circolare INPS 180 2021

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.