IN PRIMO PIANO:

Rassegna Stampa Pubblicato il 27/05/2021

Indennità lavoratori transfrontalieri nel DL Sostegni bis

Tempo di lettura: 1 minuto
azioni svizzera bandiere

Il decreto Sostegni bis, n. 73 2021 - proroga una misura già prevista dalla conversione del decreto Rilancio 2020 e rimasta inattuata per un bonus ai frontalieri

Ascolta la versione audio dell'articolo
Commenta Stampa

Il decreto Rilancio - n. 34 2020  convertito in legge  aveva  stanziato 6 milioni di euro per il 2020 per il finanziamento di una indennità di sostegno al reddito, non quantificata,  in favore: 

  1. dei lavoratori frontalieri residenti in Italia, che svolgono la propria attività nei Paesi confinanti o limitrofi ai confini nazionali 
  2. dei lavoratori frontalieri operanti nei Paesi confinanti o limitrofi extra-UE regolamentati da appositi accordi bilaterali (la Svizzera in particolare), 

 che siano anche in una di queste condizioni:

  • lavoratori titolari di rapporti di collaborazione coordinata e continuative, 
  • lavoratori subordinati, 
  • titolari di partita IVA 

che hanno cessato involontariamente il rapporto di lavoro frontaliero a far data del 23 febbraio 2020 e siano privi dei requisiti per poter  godere  della NASPI o delle indennità previste dal Decreto Cura Italia  (decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18) . 

La legge prevedeva che l'importo del nuovo bonus, i criteri attuativi e le modalità di richiesta venissero  stabilite con un  decreto del Ministro del lavoro, d'intesa con il Ministro dell'economia, da emanare entro trenta giorni dalla data di entrata in vigore della legge di conversione. Il decreto interministeriale è ancora purtroppo in stand by.

Ora il decreto Sostegni bis,pubblicato in Gazzetta ufficiale il 25. maggio scorso,  prevede all'art. 49  la proroga della misura al 2021. Si auspica che la novità dia la spinta necessaria ad attuare l'atteso decreto per rendere effettiva l'agevolazione dei sostegni al reddito ai lavoratori transfrontalieri che attendono da luglio 2020.

Vale forse la pena ricordare che il termine  di "lavoratore frontaliero "  nella normativa comunitaria indica  colui che svolge un lavoro autonomo o subordinato  in uno Stato membro e che risiede in un altro Stato membro, nel quale ritorna in linea di massima ogni giorno o almeno una volta la settimana. 

Il fenomeno è particolarmente rilevante nella zona di confine Italia-Svizzera e sono molti gli accordi bilaterali che regolamentano  questa  situazione nello specifico. Qui il testo dell'ultimo accordo firmato il 23.12.2020.

Fonte: Gazzetta Ufficiale


Lascia un commento

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
Entra

Seguici sui social

Iscriviti al PODCAST

Scarica le nostre APP!

fiscoetasse

Libreria FISCOeTASSE

Circolari ed e-book
app-ios-fiscoetasse app-android-fiscoetasse
app-fiscoetasse

FISCOeTASSE News

Tutte le notizie gratis
app-ios-fiscoetasse app-android-fiscoetasse

Tools Fiscali

Il Metodo dei Multipli 2021 - CINA
Scaricalo a 15,90 € + IVA
Il Metodo dei Multipli 2021 - GIAPPONE
Scaricalo a 15,90 € + IVA
Il Metodo dei Multipli 2021 - USA
Scaricalo a 15,90 € + IVA

Le nostre skill - ALEXA

FISCOeTASSE NOTIZIE

Skill FISCOeTASSE Notizie

FISCOeTASSE

Skill FISCOeTASSE