IN PRIMO PIANO:

Rassegna Stampa Pubblicato il 30/04/2021

Fondo nuove competenze: tutte le regole

Tempo di lettura: 7 minuti
formazione imprese

Tutte le indicazioni operative sul "Fondo nuove competenze" per la riqualificazione dei dipendenti post COVID. Bando, modelli e faq aggiornate. Risorse quasi esaurite

Commenta Stampa

 

Il Fondo nuove competenze è un fondo pubblico cofinanziato dal Fondo sociale europeo, nato per contrastare gli effetti economici dell’epidemia Covid-19, che permette alle imprese che vogliono innovare la produzione di adeguare le competenze dei lavoratori, destinando parte dell’orario di lavoro alla formazione. Le ore di stipendio del personale in formazione e i relativi contributi previdenziali  sono a carico del Fondo.   E' stato  istituito  dal decreto Rilancio e rifinanziato  con risorse più che  raddoppiate  dal Decreto Agosto. Qui il testo del bando Fondo Nuove Competenze emanato da ANPAL  dopo il decreto interministeriale (v. sotto)

Il decreto prevede dunque la possibilità di ottenere il finanziamento  a fondo perduto:

  • delle quote di retribuzione  e 
  • dei contributi previdenziali 
  •  per  lavoratori occupati  in nuovi percorsi formativi  adattati alle nuove esigenze produttive dell’impresa, a seguito della crisi COVID;  

Tali percorsi possono prevedere anche riorganizzazioni dell'orario e del numero di dipendenti.  

Rivediamo  di seguito i requisiti, la procedura per  ottenere i finanziamenti, i principali chiarimenti nelle FAQ ANPAL.

Fondo nuove competenze: accordi sindacali  

Per ottenere il finanziamento dei progetti è necessaria la firma di accordi sindacali preventivi, che dovevano inizialmente avvenire entro il 31 dicembre  2020 ma ora hanno tempo fino al 30 giugno 2021. Tali accordi devono illustrare  quali sono i fabbisogni di nuove competenze legati alla trasformazione dell' impresa oppure destinati a promuovere l'occupabilità del lavoratore in altre aziende.

Il  nuovo decreto interministeriale (ALLEGATO in fondo all'articolo) richiede  nel progetto una valutazione personalizzata delle competenze del lavoratore dei suoi  bisogni formativi e una valutazione e attestazione trasparente degli obiettivi conseguiti .

 Inoltre   conferma che  i corsi di formazione potranno essere erogati :

  • sia da enti  pubblici e privati accreditati a livello nazionale o regionale, quali, ad esempio, università, scuole, Its, centri di ricerca
  • che dalla stessa impresa che ha presentato domanda di contributo (se previsto dall’accordo collettivo).

Anpal  valuterà le richieste  in collaborazione con le Regioni interessate che terranno conto della contestuale programmazione dei propri progetti di formazione continua .   Sulla base del numero di domande  accolte verrà stabilito l’importo massimo riconoscibile al datore di lavoro, distinto tra il costo delle ore di formazione e i relativi contributi previdenziali e assistenziali.

La  richiesta di finanziamento del Fondo nuove competenze

Il servizio  online che consente di  presentare  le domande per accedere al Fondo è attivo dal 18 gennaio 2021 e fino ad esaurimento,  in MyANPAL, dal menu “Servizi attivi”. Le aziende dovranno effettuare l'accesso a MyANPAL con Spid.

  • Le domande sui moduli allegati al bando o via pec (allegati in fondo all'articolo)  vanno  sottoscritte dal legale rappresentante dell’azienda o da suo delegato, 
  • vanno allegati l’accordo collettivo, il progetto formativo, l’elenco dei lavoratori coinvolti, con l’indicazione per ognuno del livello contrattuale e del numero di ore di riduzione dell’orario destinati alla formazione
  • In caso di società di gruppo può essere inviata una sola istanza complessiva  facendo riferimento ad un unico accordo  sindacale
  • Possono essere presentate da una società più richieste successive, se riguardano lavoratori diversi .
  • Anpal potrà richiedere chiarimenti o integrazioni  comunque ha  dieci giorni per l'approvazione o rigetto, dopo di che scatta il silenzio assenso.
  • La domanda può essere ripresentata in caso di rigetto 
  • I corsi devono iniziare entro 90 giorni dalla data di approvazione  ma  per i Fondi interprofessionali e Formatemp (fondo per i lavoratori in somministrazione) il termine sale a 120 giorni. Come detto, il termine è flessibile secondo le Faq Anpal. 
  • In caso di dubbi è disponibile l’indirizzo Pec dell’Anpal  .

Fondo nuove competenze: i principali chiarimenti nelle FAQ

Anpal nelle risposte ai dubbi pervenuti chiarisce, fra le altre cose,  che :

  • I lavoratori in Cassa Integrazione o percettori di Trattamento integrativo salariale in deroga  non possono essere interessati contemporaneamente dalla Cassa o dal TIS e dal Fondo. Devono aver terminato il periodo di cassa integrazione anche il giorno prima e poi accedere al FNC. Allo stesso modo sono esclusi i lavoratori interessati da contratti di solidarietà.
  • Le aziende non in crisi, che non hanno fatto CIG possono beneficiare delle agevolazioni purché  abbiano stipulato accordi collettivi di rimodulazione dell’orario di lavoro.
  • Possono utilizzare il Fondo tutti i datori di lavoro imprese o lavoratori autonomi  con dipendenti e che applichino il CCNL di riferimento.
  • Il Fondo Nuove Competenze, essendo una “misura generale” applicabile non selettivamente a tutte le imprese e a tutti i settori economici, non rientra nell’ambito degli aiuti di Stato.
  • Riguardo la certificazione del progetto  le  faq n. 23 e 24  del 27 novembre precisano che:
    1.  Sarebbe preferibile l’attestazione/certificazione delle competenze acquisite da parte di un soggetto terzo;
    2.  I lavoratori destinatari degli interventi formativi devono essere individuati in sede di accordo sindacale in relazione ai fabbisogni del datore di lavoro  a seguito delle innovazioni. Conseguentemente, il progetto formativo dovrà definire gli obiettivi da perseguire per ciascun lavoratore o per ciascuna tipologia di lavoratori.
  • Una risposta del 29 gennaio riguarda la compilazione degli Allegato 1a e 1b dell’istanza e precisa che nelle tabelle dovranno essere riportati per ogni riga le informazioni relative ai lavoratori che hanno lo stesso inquadramento contrattuale.

FNC: progettazione e modello di attestazione finale

Anpal ha emanato un ulteriore documento di istruzioni per la progettazione dei percorsi di riqualificazione, che sostituisce alcuni allegati del primo bando e  fornisce indicazioni operative per le aziende che vogliono utilizzare il Fondo. La nota precisa il set minimo di informazioni che l'attestato deve contenere (riportato nel nuovo allegato 6) e  propone un modello di attestato (nell'allegato 7).

Infine, per agevolare le aziende, sono stati modificati i modelli per richiedere i dati dei singoli lavoratori, sia in fase di presentazione della domanda (allegato 2bis) sia in fase di richiesta di saldo (allegato 4bis e allegato 5bis). 

Viene evidenziato  ad esempio che  "La progettazione per competenze degli interventi deve essere coerente nell’impianto logico e metodologico con gli standard professionali e di qualificazione definiti nell’ambito del Repertorio Nazionale, facendo riferimento o alle qualificazioni ricomprese o ai descrittivi dell’Atlante del lavoro e delle qualificazioni (...)  senza essere vincolati alle competenze di un dato Repertorio regionale." Si possono anche utilizzare i quadri di riferimento comunitari delle competenze (quali ad esempio: il Quadro comune europeo di riferimento per la conoscenza delle lingue (QCER); il Quadro europeo per le competenze digitali (DigComp); il Quadro europeo delle competenze ICT (e-CF)). 

FNC anche per la somministrazione di lavoro 

Il 25 marzo sono state aggiornate le FAQ presenti sul sito ANPAL  con i tre importanti chiarimenti che seguono:

FAQ 28. L’art. 5 dell'avviso stabilisce i termini per la realizzazione dei percorsi di sviluppo delle competenze: 

  • 90 giorni dall’approvazione dell'istanza e 
  • 120 giorni dall’approvazione dell'istanza, in caso di istanza presentata e/o realizzata con l'intervento dei Fondi paritetici Interprofessionali e del Fondo per la formazione e il sostegno al reddito. 

Le attività finali di Individuazione o validazione e messa in trasparenza delle competenze sono ricomprese in tali termini? 

I termini individuati all'art. 5 dell’avviso sono riferiti solo alla realizzazione e conclusione delle attività di sviluppo delle competenze. Le ulteriori attività finali, successive all'attività formativa, utili per redigere l'attestazione delle competenze sono da intendersi al di fuori del termine dei 90 e 120 giorni. Si precisa però che la richiesta di saldo, unitamente all'attestazione delle competenze, deve essere presentata ad ANPAL entro 40 giorni dalla conclusione delle attività formative, se l'istanza è stata presentata prima del 18/02/2021 o entro 20 giorni se l'istanza è stata presentata dal 18/02/2021. 

FAQ 29. Qualora alcuni lavoratori inseriti nell’elenco lavoratori inviato in fase di istanza e oggetto di ammissione a contributo non possano prendere parte alle attività di sviluppo delle competenze per motivazioni differenti (a titolo di esempio aspettativa, dimissioni, distacco, inabilità al lavoro temporaneo/permanente, infortunio, malattia, rinuncia al corso, etc…) è possibile procedere alla loro sostituzione? 

Al fine di garantire il completo svolgimento delle attività formative per tutti i dipendenti nonché al fine di evitare variazioni al Piano formativo approvato dalla Regione competente, si precisa che non è possibile procedere alla sostituzione del personale che, per qualunque motivazione, non possa prendere parte alle attività di sviluppo delle competenze. Per tali dipendenti sarà possibile presentare un'altra istanza di contributo.

FAQ 30È possibile presentare istanza per lavoratori con contratto di somministrazione sia a tempo indeterminato che tempo determinato? L'istanza va presentata dall'azienda utilizzatrice o dal datore di lavoro (Agenzia per il Lavoro)?

SI. È possibile presentare istanza sia per i lavoratori assunti con contratto di somministrazione a tempo indeterminato che a tempo determinato. L'istanza deve essere presentata dal datore di lavoro.

Fonte: ANPAL



Lascia un commento

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
Entra

Seguici sui social

Iscriviti al PODCAST

Scarica le nostre APP!

fiscoetasse

Libreria FISCOeTASSE

Circolari ed e-book
app-ios-fiscoetasse app-android-fiscoetasse
app-fiscoetasse

FISCOeTASSE News

Tutte le notizie gratis
app-ios-fiscoetasse app-android-fiscoetasse

Tools Fiscali

Il Metodo dei Multipli 2021 - GIAPPONE
Scaricalo a 15,90 € + IVA
Il Metodo dei Multipli 2021 - USA
Scaricalo a 15,90 € + IVA
Il Metodo dei Multipli 2021 - GLOBALE
Scaricalo a 15,90 € + IVA

Le nostre skill - ALEXA

FISCOeTASSE NOTIZIE

Skill FISCOeTASSE Notizie

FISCOeTASSE

Skill FISCOeTASSE