HOME

/

NORME

/

GIURISPRUDENZA

/

SICUREZZA DEL LAVORO E RESPONSABILITÀ DELL'AZIENDA

1 minuto, Redazione , 07/05/2020

Sicurezza del lavoro e responsabilità dell'azienda

Attenzione al modello organizzativo per la sicurezza dei dipendenti: la Cassazione si pronuncia condannando l'azienda per lesioni colpose gravi

Ascolta la versione audio dell'articolo

La Corte di Cassazione, con recentissima Sentenza n. 13675 del 5 maggio 2020, ha confermato la condanna inflitta ad un’azienda per lesioni colpose gravi cagionate ad un lavoratore dipendente come conseguenza della violazione delle norme di sicurezza sul lavoro.

In particolare l’azienda viene condannata al pagamento della sanzione pecuniaria pari ad euro 30 mila, in quanto le viene contestato di non aver previsto un modello organizzativo adeguato (come disposto dal decreto legislativo 231 del 2001) provocando conseguentemente un danno al lavoratore.

Nel caso specifico, il dipendente riportava gravi ustioni a seguito del tentativo di rimozione di alcuni residui di plastica da un iniettore a mani nude. Anche se la condotta del lavoratore è stata imprudente in quanto ha effettuato l operazione senza indossare i guanti, l’azienda viene comunque ritenuta colpevole del danno, in quanto i guanti dalla stessa forniti non risultavano adeguati.

Tra le condotte colpose commesse dall’azienda vengono segnalate:

  • il mancato acquisto di protezioni adeguate e nello specifico di guanti che potessero evitare le ustioni:
  • il fatto di non aver aggiornato il  documento di valutazione dei rischi (cd. Dvr)
  • la circostanza per cui l’azienda non ha provveduto ad informare adeguatamente i propri lavoratori anche mediante appositi corsi di formazione.

Le condotte omissive dell’azienda le hanno garantito alcuni vantaggi che sono richiesti dalla norma per ritenerla responsabile. In particolare:

  • il risparmio di spesa derivante dalla mancata adozione delle misure di sicurezza sopra elencate;
  • il maggior guadagno dell’ente dovuto ai ritmi di lavoro dei dipendenti più intensi rispetto alle tempistiche necessarie per garantire le misure di sicurezza.

La Suprema Corte ha quindi condannato l’ente ai sensi dell’art.  25-septies del decreto legislativo n. 231 del 2001, riguardante la violazione delle norme sulla tutela della salute e sicurezza sul lavoro che provochino lesioni gravi o gravissime. Con ciò viene ricordata l’importanza dei modelli organizzativi che le aziende devono adottare per prevenire e proteggere la sicurezza dei propri dipendenti.

PER APPROFONDIREsono disponibili:  

il nuovo manuale di commento "Testo Unico di sicurezza sul lavoro" con tabelle riepilogative e normativa aggiornata  di L. Pelliccia  -Libro di carta Maggioli editore 468 pagine;

il volume "Guida ai piani di sicurezza 2.0 " Libro di carta Maggioli editore,

e l'e book  La Gestione del rischio COVID 19 

Tag: GIURISPRUDENZA GIURISPRUDENZA SICUREZZA SUL LAVORO SICUREZZA SUL LAVORO

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

LA RUBRICA DEL LAVORO · 08/04/2022 Reversibilità pensione al nipote a carico: Corte Cost. n. 88-2022

Sentenza della Corte costituzionale: pensione di reversibilità anche al nipote maggiorenne inabile, come già previsto per i nipoti minori a carico

Reversibilità pensione al nipote a carico: Corte Cost. n. 88-2022

Sentenza della Corte costituzionale: pensione di reversibilità anche al nipote maggiorenne inabile, come già previsto per i nipoti minori a carico

Lavoratore inidoneo: obbligo di altre mansioni, con riserva, per la Corte UE

Il lavoratore disabile in tirocinio, va destinato ad altro posto in caso di inidoneità alle mansioni a meno che ciò non imponga un onere eccessivo al datore di lavoro

Responsabilità contribuente per mancata presentazione dichiarazione dal commercialista

Dichiarazioni fiscali omesse per condotta infedele del commercialista? Il contribuente non è sanzionabile

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.